FTX recupera $ 5 miliardi in asset dando uno spiraglio di luce ai creditori

Fonte: AdobeStock / Rafael Henrique

Durante l’udienza del tribunale fallimentare l’avvocato di FTX ha dichiarato che l’exchange crypto ha recuperato oltre 5 miliardi di dollari in contanti e liquidità, da utilizzare per rimborsare i creditori.

FTX recupera oltre $ 5 miliardi – il deficit dei clienti rimane incerto

Secondo quanto riferito dal quotidiano statunitense Washington Post, mercoledì scorso, l’avvocato di FTX, Andrew G. Dietderich, ha dichiarato presso la corte federale di Wilmington, nel Delaware, di aver recuperato una grande quantità di crypto illiquide e altri “investimenti non strategici” effettuati da FTX, per un valore contabile di 4,6 miliardi di dollari.

Inoltre, gli avvocati hanno identificato più di 9 milioni di conti di clienti, un numero ben superiore alle precedenti stime di circa 1 milione. Dietderich ha osservato che “non è ancora chiaro” quanto sarà ingente il fondo di risarcimento per i creditori di FTX. Ha aggiunto:

“Sappiamo che tutto questo ha lasciato un deficit da rimborsare ai clienti e ai creditori. Non è ancora chiaro a quanto corrisponda. Dipende dalle dimensioni del pool di richieste di risarcimento e dai nostri tentativi di recupero”.

Nell’ultima divulgazione viene mostrato un importo molto più elevato di fondi recuperati rispetto ai precedenti documenti. Inoltre, a metà dicembre, John Ray III, il nuovo CEO di FTX, ha rivelato che la nuova amministrazione è riuscita a recuperare 1 miliardo di dollari in asset.

In quell’occasione Ray, esperto di bancarotta che in precedenza aveva supervisionato le conseguenze del crollo di Enron, disse che l’exchange non disponeva di documenti finanziari e di altro tipo, rendendo difficile rintracciare i fondi. Oltre a ciò Ray aveva notato che uno dei problemi principali di FTX e Alameda Research, due aziende che avrebbero dovuto agire in modo separato, era stato quello di aver mescolato i fondi degli utenti, consentendo ad Alameda di utilizzare il denaro dei clienti di FTX e di intraprendere investimenti ad alto rischio.

L’avvocato Dietderich ha anche dichiarato al tribunale fallimentare di non sapere come Alameda abbia speso tutto il denaro. Ha affermato:

“Alameda ha comprato aerei, case, organizzato feste, effettuato donazioni politiche. Ha erogato prestiti personali ai suoi fondatori. Ha sponsorizzato la FTX Arena di Miami, una squadra di Formula 1, League of Legends, Coachella e molte altre imprese, eventi e persone”.

In aggiunta Dietderich ha dichiarato alla corte che le autorità delle Bahamas hanno sequestrato una riserva crypto dell’azienda, tra cui 170 milioni di dollari in FTT, il token nativo di FTX. La scorsa settimana, il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha sequestrato circa 500 milioni di dollari di azioni di Robinhood legate a Sam Bankman-Fried.

Come già riferito, a dicembre dello scorso anno Bankman-Fried era stato arrestato alle Bahamas, dopo che i procuratori statunitensi avevano formalmente presentato un’accusa penale nei suoi confronti. Infine è stato estradato negli Stati Uniti dove è stato rilasciato dopo aver pagato una cauzione di 250 milioni di dollari presso un tribunale di New York.

Il Distretto meridionale di New York ha accusato Sam Bankman-Fried di otto capi d’accusa, tra cui frode telematica e associazione a delinquere finalizzata all’uso improprio dei fondi dei clienti. La SEC, invece, ha accusato SBF di aver “orchestrato uno schema per frodare gli investitori azionari di FTX”. 

 

Leggi anche

Segui Cryptonews Italia sui canali Social