I migliori 3 token basati su Ethereum per investire a maggio

Gaia Tommasi
| 3 min read

ETH

La seconda crypto per market cap, Ethereum, sta vivendo un aumento dell’interesse istituzionale. Con un flusso sempre più consistente di capitali che si riversa nel suo ecosistema, abbiamo individuato tre token ERC-20 da prendere in considerazione durante il mese di maggio.

Stiamo parlando di Lido DAO (LDO) e Uniswap (UNI) e WienerAI (WAI). I primi due non sono solo i token con un market cap maggiore, ma hanno anche mostrato un forte potenziale e hanno guidato l’innovazione all’interno dell’ecosistema di Ethereum. Il terzo invece è un nuovo progetto ancora in fase di prevendita, che sta riscontrando molto interesse tra gli investitori.

Lido DAO (LDO)


Lido DAO è considerato il più grande protocollo DeFi, con un milione di validatori e una quota significativa del 28,5% di tutti gli ETH messi in staking.

Questa posizione è rafforzata dall’adozione dei protocolli di liquid staking, che hanno visto una forte espansione grazie ai loro vantaggi in termini di liquidità.

A differenza dello staking normale, in cui Ethereum rimane bloccato, Lido consente agli utenti di ricevere il token Lido Staked ETH (stETH), che può essere utilizzato anche su altri protocolli DeFi, aumentando così la liquidità.

 

Il protocollo domina il segmento del liquid staking con un Total Value Locked (TVL) superiore rispetto ai suoi concorrenti, pari a oltre 29,9 miliardi di dollari.

Nonostante la recente volatilità dei prezzi e le sfide incontrate nel superare la resistenza a 2,175 dollari a causa delle correzioni del mercato, il valore di Lido si sta stabilizzando intorno alla soglia di 2,10 dollari.

Secondo gli analisti, la dinamica dei prezzi non ha mostrato un netto predominio da parte di acquirenti o venditori. Il token sta continuando ad oscillare intorno a un livello di supporto chiave, quindi potrebbe registrare un recupero guidato dagli acquirenti e dare inizio ad una tendenza al rialzo.

Il suo dominio nel mercato e le sue innovative soluzioni di staking, lo rendono un’opzione di investimento interessante con un forte potenziale di rialzo, nonostante le recenti sfide del mercato.

Uniswap (UNI)


Il secondo token su ETH della lista è Uniswap (UNI). È stato il primo exchange decentralizzato con market maker automatico (AMM) e continua ad essere il leader col volume di trading più elevato nel settore DeFi. Il suo token di governance, UNI, ha un market cap di 5,38 miliardi di dollari e un tasso MCap/TVL di 1,07. Questo vuol dire che il valore di UNI è in linea col suo TVL

Uniswap mantiene la sua posizione di leader come la più grande piattaforma di trading on-chain sulla blockchain di Ethereum. Secondo i dati di DefiLlama, Uniswap ha accumulato oltre 2.000 miliardi di dollari di volume di trading su 17 chain, con un totale di oltre 5,5 miliardi di dollari di Total Value Locked.

L’ecosistema di Ethereum continua ad essere il centro per una miriade di protocolli e token, attirando flussi di capitali e opportunità di investimento. Lido e Uniswap si distinguono per fornire soluzioni innovative e per la loro presenza sul mercato.

WienerAI (WAI)


L’ecosistema di Ethereum ospita molti nuovi token. Un progetto che sta riscontrando molta attenzione per le sue caratteristiche è WienerAI (WAI), che combina con successo due dei trend più forti del settore crypto: AI e meme coin

AI

WienerAI si trova ancora in fase di prevendita, con tutti i vantaggi che ne conseguono, soprattutto in termini di massimizzazione del potenziale profitto.

Il progetto offre ricompense uniche per lo staking. Inoltre è impegnato a costruire una community solida e vivace, con l’obiettivo di mantenere il token rilevante nel lungo termine.

Durante la sua ICO, WienerAI ha già ottenuto una certa popolarità e investimenti, con un totale di quasi 700.000 dollari raccolti in soli pochi giorni. Questo fornisce al progetto già una solida base di investitori.

Al momento il token WAI è disponibile al prezzo di 0,000702 dollari, ma è destinato ad aumentare di prezzo prima di raggiungere il listino degli exchange.

 

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.