Iceberg Capital si allea con Venom per creare un fondo blockchain da 1 miliardo di dollari

Fonte: AdobeStock / Olivier Le Moal

Il gestore di investimenti Iceberg Capital e La Venom Foundation, piattaforma blockchain con sede ad Abu Dhabi, hanno rivelato di aver istituito un fondo di venture da 1 miliardo di dollari incentrato sulle aziende blockchain e Web3

La notizia è stata condivisa mercoledì su Twitter dalla fondazione Venom. 

Sul suo sito web si legge che il fondo di capitale di rischio (VCF) sostiene le applicazioni decentralizzate (dapps) Web3 in fase iniziale e i relativi protocolli, e che dà la priorità a quelli incentrati sui trends a lungo termine. Questi trends includono i pagamenti, la gestione di asset e servizi bancari, e la GameFi.

La fondazione ha inoltre aggiunto che gli investimenti non sono strettamente riservati ai progetti blockchain di Venom: chiunque utilizzi una blockchain di livello 1 (L1) come blockchain principale e abbia “raggiunto una forte trazione”, è automaticamente qualificato per l’accesso ai fondi e “potremmo anche guidare il vostro prossimo round di investimenti”. Prosegue poi aggiungendo che: 

“Il nostro incubatore assegna il capitale a progetti in fase iniziale che mostrano la promessa di portare all’adozione di massa, dando priorità a quelli che hanno prospettive di redditività a breve termine e di imprese sostenibili”.

Il sito web afferma inoltre che il Venom Ventures Fund è gestito da Iceberg Capital Limited, una società di gestione alternativa che fornisce piattaforme diversificate di gestione degli investimenti, tra cui direct e private equity, venture capital, tecnologia e asset virtuali.

Iceberg Capital è regolamentata dalla Financial Services Regulatory Authority (FSRA) come gestore di investimenti di categoria 3C con sede ad Abu Dhabi Global Market (ADGM).

Il Venom Ventures Fund (VVF) è guidato da Peter Knez, l’ex Chief Investment Officer del gigante della gestione patrimoniale BlackRock, che ora ricopre il ruolo di presidente della fondazione, e da Mustafa Kheriba, executive chairman di Iceberg Capital, membro del consiglio di amministrazione di diversi family office e professionista degli investimenti a lungo termine nelle regioni del Medio Oriente e del Nord Africa. Secondo il sito web:

“Venom Ventures collaborerà con i progetti sulle strategie di lancio dei token, sulla tokenomics e sulle campagne di marketing, assicurandosi che i progetti rispettino i requisiti normativi e di licenza necessari”.

Knez è stato citato anche da TechCrunch: 

“Riconoscendo che questi sono tempi difficili, VVF si impegna a promuovere l’innovazione, a guidare la crescita e a creare opportunità di successo per le società in portafoglio”.

L’agenzia di stampa tedesca Reuters, inoltre, riporta che la Venom Foundation ha annunciato anche un investimento nel round di finanziamento da 20 milioni di dollari di Nümi Metaverse, un nuovo grande mondo digitale.

____

Leggi anche: 

Segui Cryptonews Italia sui canali Social