Il CEO di Binance CZ appoggia il pro-crypto Ron DeSantis, accendendo le speranze del settore

Sauro Arceri
| 2 min read

Con l’avvicinarsi delle elezioni presidenziali del 2024, l’incertezza per il mercato delle criptovalute continua a crescere. Negli Stati Uniti l’attuale quadro normativo è stato oggetto di critiche sostanziali che hanno spinto il settore ad attendere con ansia un nuovo candidato presidenziale e un nuovo governo in grado di offrire un quadro più solido e completo.

Nel mezzo del fermento elettorale e del dibattito in corso sulle criptovalute, è emerso uno sviluppo intrigante: Changpeng Zhao, CEO di Binance, ha espresso il suo sostegno a Ron DeSantis, un candidato favorevole alle criptovalute, nella corsa alle prossime elezioni presidenziali.

Il CEO di Binance CZ sostiene il candidato alla presidenza pro-crypto Ron DeSantis


Changpeng Zhao, CEO di Binance, ha accolto con favore il sostegno aperto all’industria delle criptovalute da parte di persone come Ron DeSantis e Francis X. Suarez, sindaco di Miami.

Parlando a un evento Ask Me Anything, CZ ha elogiato la loro posizione a favore delle criptovalute. Quando gli è stato chiesto della possibilità che DeSantis si candidi alla presidenza, CZ ha condiviso i suoi pensieri dicendo:

“Sarebbe fantastico!”.

CZ ha sottolineato che con la chiusura di banche amiche delle criptovalute come la Silicon Valley Bank e le cause in corso, le prospettive attuali per l’ecosistema crypto negli Stati Uniti non sono ottimistiche.

La posizione di DeSantis sulle criptovalute


I sostenitori americani delle criptovalute sono alla ricerca di un candidato presidenziale che dia priorità alle politiche fintech e il governatore della Florida Ron DeSantis è il più adatto a colmare questo vuoto.

DeSantis ha espresso preoccupazione per l’approccio adottato dall’amministrazione Biden in merito alle azioni di contrasto alle criptovalute. I suoi commenti hanno scatenato una discussione sulle modalità di regolamentazione del settore crypto e sull’opportunità o meno di adottare negli Stati Uniti le valute digitali delle banche centrali (CBDC).

Nell’annuncio della sua campagna elettorale, DeSantis ha detto che le autorità di regolamentazione di Washington sono scettiche nei confronti delle criptovalute perché non possono controllarle, ma che non è una giustificazione per ucciderle con una regolamentazione. Inoltre ha aggiunto che:

“Se le persone vogliono ‘fare’ Bitcoin, dovrebbero essere in grado di ‘fare’ Bitcoin”.

L’intera comunità crypto sembra nutrire aspettative ottimistiche per un governo favorevole alle criptovalute, in aperto contrasto con l’attuale amministrazione. Tuttavia, solo il tempo rivelerà come queste speranze si manifesteranno in termini pratici e come daranno forma al futuro della regolamentazione delle criptovalute.

 

Leggi anche:

Segui Cryptonews Italia sui canali social