Il prezzo di Ethereum si consolida sotto i 1.920 dollari

Sauro Arceri
| 3 min read

Dopo aver toccato la resistenza cruciale di 1.930 dollari, Ethereum ha interrotto il suo slancio con un breakout al di sotto della linea di tendenza rialzista che sul grafico orario della coppia ETH/USD è collegata con il supporto vicino a 1.900 dollari, e sta attualmente correggendo al ribasso.

Il prezzo di Ethereum è stabile al di sopra di 1.850 dollari


Il prezzo di Ethereum è salito sopra la zona di resistenza di 1.850 dollari, superando addirittura i 1.900 dollari prima che la tendenza tornasse al ribasso. Dopo aver formato un massimo vicino a 1.930 dollari, il prezzo sta nuovamente correggendo i guadagni, com’è accaduto con Bitcoin.

Il movimento si è verificato al di sotto dei livelli di 1.900 e 1.880 dollari. Il prezzo è stato scambiato al di sotto del livello di ritracciamento di Fibonacci del 23,6% del rialzo dal minimo di oscillazione di 1.715 dollari al massimo di 1.930 dollari. Inoltre, si è verificato un breakout al di sotto della linea di tendenza rialzista collegata al supporto vicino a 1.900 dollari (come si può notare dal sottostante grafico orario di ETH/USD).

Nel momento in cui scriviamo, Ether è ancora scambiato al di sopra di 1.850 dollari e della media mobile semplice a 100 ore, per la precisione a 1.878,61 dollari. La resistenza immediata si trova vicino al livello di 1.900 dollari, mentre la successiva resistenza principale si trova vicino al livello di 1.930 dollari.

Se Ethereum riuscirà a collocarsi nuovamente al di sopra dei recenti massimi, il prezzo potrebbe addirittura superare i 1.950 dollari. In quel caso la successiva resistenza si verrebbe a trovare vicino ai 2.000 dollari, superata la quale, ETH potrebbe puntare a un ulteriore movimento verso il livello di 2.050 dollari.

Eventuali ulteriori guadagni al di sopra della zona di resistenza di 2.050 dollari potrebbero poi inviare il prezzo verso la resistenza di 2.120 dollari.

I cali sono limitati in ETH?


Tornando alla situazione attuale, Ethereum potrebbe continuare a scendere se non riesce a superare la resistenza di 1.930 dollari.

Il supporto iniziale al ribasso è vicino al livello di 1.865 dollari, ma il successivo supporto importante è vicino al livello di 1.820 dollari e alla media mobile semplice a 100 ore, vicina al livello di ritracciamento di Fibonacci del 50% del movimento al rialzo dal minimo di oscillazione di 1.715 dollari al massimo di 1.930 dollari.

In caso di breakout al di sotto del supporto di 1.820 dollari, il prezzo potrebbe testare il livello di 1.800 dollari. Eventuali ulteriori perdite nei prossimi giorni, quindi, potrebbero inviare il prezzo verso la zona di 1.750 dollari o addirittura di 1.720 dollari.

Gli indicatori tecnici da monitorare con attenzione, al momento, sono il MACD orario per ETH/USD, che sta perdendo slancio nella zona rialzista, l’RSI che è vicino al valore 50, il livello di supporto principale a 1.820 dollari e la resistenza cruciale di 1.930 dollari.

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

Wall Street Memes supera i 9,8 milioni di dollari


Nel frattempo, la prevendita di WSM, il token nativo della piattaforma Wall Street Memes, supera i 9,8 milioni di dollari facendo salire ulteriormente l’hype della comunità di appassionati, che conta oltre 1 milione di utenti sulle piattaforme Instagram e Twitter.

I traders interessati a realizzare dei ricavi sostanziali attraverso investimenti a breve termine, farebbero bene a non trascurare la prevendita di Wall Street Memes, dal momento che gli analisti le hanno riconosciuto un elevato potenziale di guadagno.

Per avere ulteriori informazioni sul progetto, e per acquistare i token WSM basta andare sul sito ufficiale di Wall Street Memes, collegare il proprio portafoglio e disporre di ETH, BNB o USDT (sono accettate le versioni ERC-20 o BEP-20).

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

 

Leggi anche:

Segui Cryptonews Italia sui canali social