Il token BONK sta facendo salire Solana, ma qualcuno sospetta ci sia dietro SBF

I rialzisti delle criptovalute stanno facendo del loro meglio per riportare il mercato su un trend rialzista e finalmente riprendersi dal disastroso 2022.

In prima pagina c’è un altcoin che ha eccelso nello slancio rialzista di questa settimana. Solana, la quindicesima criptovaluta più grande per capitalizzazione di mercato, ha guadagnato il 14% nelle ultime 24 ore ed è aumentata del 35% negli ultimi sette giorni.

Al momento in cui scriviamo, Solana vale $13,51 con un volume di trading in crescita del 188% nell’ultimo giorno e oltre il 2.200% nel’ultima settimana.

Il prezzo di Solana aumenta grazie a BONK

Questo aumento dei prezzi arriva durante il lancio del nuovo token “Bonk” (BONK) a tema Shiba-Inu. BONK ha iniziato facendo un airdrop del 40% della supply totale per glu utenti di Solana NFT, inoltre alimenta un sentimento anti-Alameda e predica un miglioramento l’ambiente della comunità crypto.

È risaputo che dopo il crollo di Alameda e FTX, la comunità delle criptovalute ha subito un enorme impatto negativo e la rete Solana ne ha sofferto maggiormente.

Tuttavia, dopo che Solana ha avuto il suo primo airdrop BONK, SOL ha accelerato il ritmo lasciando dietro di sé meme coin come Dogecoin e Shiba Inu. Nelle ultime 24 ore, BONK ha registrato il più alto volume di scambi, dopo USDC e SOL. D’altro canto, i primi 20 detentori di BONK rappresentano il 50% della capitalizzazione totale e BONK DAO detiene il 15% della sua offerta totale.

Nel frattempo, il prezzo di BONK si trova sui $0,000002032 con un rialzo del 90% nelle ultime 24 ore.

Bonk offre rendimenti da 999%

Le pool di liquidità sugliexchange decentralizzati basati su Solana, come Orca, hanno attirato oltre $20 milioni di volume per le coppie di trading che coinvolgono BONK, accumulando migliaia di dollari di commissioni per i fornitori di liquidità.

I dati di Orca mostrano che la coppia BONK/SOL ha registrato un volume di scambi di oltre 14 milioni di dollari, mentre la coppia BONK/USD Coin ha registrato oltre 6,2 milioni di dollari. Entrambi i pool pagano quasi l’1% ogni ora ai fornitori di liquidità, e oltre il 24% ogni giorno.

Ovviamente, è probabile che i rendimenti siano di breve durata se la domanda e l’entusiasmo intorno a BONK rallenterà nelle prossime settimane e i trader decideranno di prendere i loro profitti.

Diversi progetti Solana hanno già integrato token bonk da utilizzare come pagamenti per NFT quotati, mentre alcuni hanno introdotto meccanismi di “burn” per eventi basati su NFT. Oltre 1 miliardo di BONK è stato bruciato nelle ultime 24 ore, secondo i tweet.

C’è Bankman-Fried dietro la nuova meme coin?

Ben Armstrong, influencer crypto e YouTuber noto come “Bitboy Crypto”, ha dichiarato che SBF e Alameda sono dietro la progetto Bonk.

“Se non pensi che dietro BONK ci sia SBF/Alameda, sei intellettualmente disonesto. Non sto dicendo che sia garantito, ma più lo guardo più forte credo sia la possibilità”.

Tuttavia, questa opinione non è condivisa da coloro che hanno commentato il post, con alcuni che affermano che Armstrong è “squilibrato” e ossessionato da SBF.

Di sicuro questa è la notizia più incoraggiante per il mercato di Solana negli ultimi due mesi, dal crollo dell’exchange di criptovalute FTX all’inizio di novembre.

Segui Cryptonews Italia sui canali Social