03 giu 2022 · 2 min read

Giappone dà il via alla legislazione sulle stablecoin

Giappone
La Camera dei Consiglieri. Fonte: AdobeStock / vacante

 

La Camera alta del parlamento giapponese, la Camera dei Consiglieri, ha approvato un emendamento legale che controllerà l'emissione di stablecoin e garantirà che solo le società regolamentate possano emettere criptovalute.

Per Nikkei, i legislatori hanno votato a favore di un emendamento alla legge sulla liquidazione dei fondi in una sessione plenaria il 3 giugno. L'emendamento pone una serie di restrizioni sia al settore delle criptovalute che a quello delle stablecoin ed entrerà in vigore tra un anno. Successivamente, solo le banche e altre istituzioni finanziarie riconosciute e regolamentate come gli operatori fiduciari potranno emettere criptovalute o stablecoin.

L'emendamento ha avuto un facile passaggio in parlamento ed è stato formulato in gran parte dal principale regolatore finanziario e crypto della nazione, l'Agenzia per i servizi finanziari (FSA), che ha presentato le sue proposte di modifica legale a marzo.

La FSA teme che l'aumento dell'emissione e della distribuzione di stablecoin richiederà più misure antiriciclaggio.

Le nuove normative si applicano solo agli emittenti domestici o agli emittenti che prendono di mira direttamente gli utenti giapponesi, ma poiché le stablecoin non sono attualmente quotate negli exchange giapponesi, le misure si applicheranno principalmente alle banche e alle società finanziarie giapponesi, che sperano di lanciare stablecoin ancorate allo yen fiat nel futuro prossimo.

L'emendamento garantisce lo status legale delle stablecoin e le definisce come aventi un valore riscattabile, proprio come i voucher o i punti fedeltà. Ha anche affermato che tutte le stablecoin devono essere ancorate allo yen o a un altra fiat ampiamente riconosciuta come USD. Gli emittenti devono inoltre garantire ai titolari di token il diritto di scambiare i loro token con fiat su richiesta.

Le banche, incluso il gigante Mitsubishi UFJ, hanno atteso che la misura passasse prima di emettere le proprie stablecoin, con la maggior parte delle speranze di utilizzare la moneta nella sfera dei pagamenti al dettaglio.

FTX fa il suo debutto ufficiale in Giappone

Nel frattempo, FTX è diventato il primo attore estero ad entrare sul serio nel settore degli exchange crypto giapponese, attraverso un'importante mossa di fusione e acquisizione. L'azienda ha acquistato la Quoine Corporation - operatore dell' exchange Liquid Exchange, società di licenza FSA - in un accordo all'inizio di quest'anno.

In un comunicato stampa, FTX ha spiegato che il fondatore e CEO dell'azienda Sam Bankman-Fried avrebbe lavorato come CEO ad interim dell'exchange, ora ribattezzato FTX Japan.

Bankman-Fried è stato citato come affermando:

"L'acquisizione non solo ci offre un vantaggio tecnologico, ma ci consente anche di lavorare direttamente con le autorità di regolamentazione giapponesi in modo trasparente, costruttivo e positivo".

____

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______

Per saperne di più:
- Japan’s Prime Minister Reportedly Open to Idea of Crypto Tax Reform
- PM Says Web3 Is an Opportunity for Japanese ‘Economic Growth’
- Japanese Regulator Wants to Amend the Nation’s Crypto Law
- Japanese Regulator Eyes Stablecoin, Wallet Provider Regulations in 2022
- G7 spinge per la regolamentazione crypto
- FTX to Enter Japan via Liquid Group Acquisition as Altcoin Listing Rules May Ease
- Gigante Tech Kakao acquisisce crypto-exchange giapponese