La blockchain di Solana introduce la “token extension”

Aniello Raul Barone
| 3 min read

La Fondazione Solana ha introdotto le nuove “estensioni dei token” come parte dell’evoluzione dei token SPL (Solana Program Library) della blockchain Solana.

Le estensioni dei token rappresentano un nuovo standard per i token SPL, offrono funzionalità migliorate e sono paragonabili allo standard dei token ERC-20 di Ethereum.

In un comunicato stampa pubblicato sul sito ufficiale, la Fondazione Solana ha annunciato il lancio delle estensioni dei token, specificamente progettate “per soddisfare gli sviluppatori di vari settori”, tra cui quelli dei pagamenti, delle stablecoin e degli asset del mondo fisico (RWA).

La fondazione descrive le estensioni dei token come:

“La prossima generazione dello standard SPL Token, che fornisce gli stessi controlli degli ambienti blockchain autorizzati sbloccando nuove possibilità per aziende, istituzioni e sviluppatori”.

Facilitare alle aziende il passaggio alle operazioni on-chain


Le estensioni dei token introducono una serie di casi d’uso, tra cui interazioni avanzate tra i token, commissioni di trasferimento per ogni token scambiato e trasferimenti riservati alimentati da prove a conoscenza zero (ZKP).

L’obiettivo è quello di fornire alle aziende gli strumenti adatti per passare alle operazioni on-chain, garantendo al contempo la sicurezza, la conformità alle norme e altri servizi semplificati all’interno della rete Solana.

Le estensioni dei token sono considerate, da Solana Labs, come un modo per sfruttare le caratteristiche che rendono Solana una piattaforma interessante per gli sviluppatori.

L’azienda sottolinea l’esperienza integrata di Solana per gli sviluppatori e gli utenti, evidenziando il suo potenziale per la creazione di svariate applicazioni utilizzando le estensioni dei token.

Nuovi strumenti per garantire la sicurezza e la conformità


In particolare, le estensioni dei token mirano a fornire i controlli di sicurezza e la conformità simili agli ambienti blockchain autorizzati, ma con tempi di progettazione significativamente ridotti.

L’introduzione di questi nuovi strumenti contribuisce alla crescita e alla salute dell’ecosistema Solana e migliora l’esperienza complessiva degli sviluppatori. Le estensioni offrono una serie di funzionalità, come le commissioni di trasferimento, i trasferimenti riservati, l’autorità di delega permanente e la non trasferibilità.

Le commissioni di trasferimento aprono nuovi modelli di guadagno, consentendo l’addebito di costi per ogni trasferimento di token.

I trasferimenti confidenziali sfruttano le prove a conoscenza zero (ZKP) per migliorare la privacy, mentre l’autorità di delega permanente fornisce un controllo assoluto, particolarmente vantaggioso per i token che richiedono capacità di revoca.

La funzione di non trasferibilità limita i trasferimenti di token, assicurando permessi solo all’emittente, rendendola preziosa per il credentialing e l’identificazione univoca degli utenti.

Le estensioni dei token di Solana forniscono agli sviluppatori di vari settori, tra cui le stablecoin, gli asset del mondo reale (RWA) e i pagamenti, un quadro flessibile e potente per creare interazioni sofisticate con i token.

Solana Foundation mira quindi a semplificare i processi di conformità per le imprese, consentendo l’adozione responsabile della tecnologia blockchain in linea con i quadri di conformità interni.

Le estensioni dei token della Fondazione Solana facilitano l’adozione da parte delle imprese


Alcuni grandi nomi dello spazio crypto, tra cui Paxos e GMO-Z.com Trust Company, una società con sede a New York, sono tra i primi a sfruttare le estensioni dei token per emettere monete stabili sulla blockchain Solana.

Paxos, una piattaforma infrastrutturale di blockchain e tokenizazzione regolamentata, ha esteso l’emissione di stablecoin a Solana il 22 dicembre. GMO Trust ha lanciato la prima stablecoin ancorata allo yen giapponese e la sua stablecoin in dollari americani sulla rete Solana.

Le estensioni dei token consentono alle aziende di innovare mantenendo la conformità, riflettendo l’impegno di Solana a fornire un’esperienza integrata per sviluppatori e utenti. Sheraz Shere, responsabile dei pagamenti di Solana Foundation, ha dichiarato che la rete Solana è la blockchain preferita dalle aziende di livello enterprise che vogliono entrare nello spazio Web3.

Aziende come Visa, WorldPay, Stripe, Google e Shopify hanno già visto i vantaggi in termini di prestazioni. Essendo una delle maggiori percentuali di guadagno nel 2023, Solana ha attirato l’interesse degli investitori di tutto il mondo.

Le estensioni dei token, introdotte dalla Fondazione, contribuiscono ad ampliare le possibilità di adozione della blockchain da parte delle imprese, abilitando in modo nativo funzionalità cruciali per le grandi imprese regolamentate.

 

Leggi anche: