La community crypto è divisa sugli ETF di Bitcoin

Massimo De Vincenti
| 1 min read

La recente richiesta da parte del gigante della gestione patrimoniale BlackRock di lanciare un ETF su Bitcoin ha suscitato un dibattito all’interno della comunità crittografica, con reazioni contrastanti e preoccupazioni per il coinvolgimento di colossi finanziari tradizionali nel settore.

La mossa è vista da molti come una consacrazione per BTC dopo un periodo turbolento di fallimenti e scandali. Tuttavia, qualcuno ha voluto sottolineare che i giganti  di Wall Street stanno probabilmente cercando di proteggere se stessi e non le società e gli utenti delle criptovalute.

Le crypto verso le società finanziarie tradizionali?


Secondo i critici, il deposito di BlackRock potrebbe essere parte di un più ampio spostamento di potere a favore delle istituzioni finanziarie tradizionali nel settore delle criptovalute.

Tra coloro che hanno accennato a questa ipotesi c’è il popolare Bitcoiner e investitore Nic Carter, che ha suggerito su Twitter che la SEC potrebbe aver “guidato” BlackRock a richiedere un ETF “ora che le società cripto-native sono state ripulite”.

 

Questa opinione, condivisa da molti all’interno della community, è stato rafforzata dal recente lancio di EDX Markets, un exchange sostenuto da importanti operatori di Wall Street, tra cui Citadel Securities, Fidelity e Charles Schwab, oltre che da richieste di ETF da parte di diversi fondi, come ad esempio Valkyrie Funds.

Come ha affermato l’agenzia di stampa Insider in un recente articolo, BlackRock ha da tempo mostrato interesse per le criptovalute e ha già quasi una dozzina di dirigenti concentrati sul settore.

Tuttavia, gli scettici hanno espresso preoccupazione per la potenziale compromissione dei principi fondamentali delle criptovalute, come la privacy e la decentralizzazione.

L’articolo sottolinea anche come il coinvolgimento di importanti società finanziarie sia una minaccia alla natura dirompente delle criptovalute. E sarebbe un po’ come: “far entrare la volpe nel pollaio“.

Segui Cryptonews Italia sui canali social