15 set 2021 · 3 min read

Alcuni Exchange coreani interrompono il trading di Fiat

Corea del Sud Crypto
Fonte: Adobe/Sean Gladwell

La palla sta iniziando a girare in Corea del Sud

La prossima settimana entreranno in vigore nuove regole che richiedono agli exchange di criptovalute della Corea del Sud di fornire servizi bancari autenticati con nomi reali, facendo potenzialmente deragliare decine di piattaforme di trading.

Come riportato in precedenza, i crypto exchange devono ottenere la certificazione del sistema di gestione della sicurezza delle informazioni (ISMS) se vogliono continuare a offrire il trading crypto-to-crypto. Ma se vogliono offrire operazioni crypto-fiat KRW, devono ottenere accordi bancari prima del 24 settembre.

Alcuni exchange sembrano già essere pronti ad ammettere che ciò è impossibile, in particolare con una festa nazionale di tre giorni potenzialmente problematica che inizia il lunedì della prossima settimana. 

Tra questi sono inclusi Foblegate e Coinbit, exchange certificati ISMS che sono tra i primi 10 della nazione in termini di dimensioni e cifre di trading. Secondo i dati di CoinMarketCap, il volume di scambi di 24 ore di Foblegate è di quasi 63 milioni di dollari, con Coinbit che pubblica cifre simili. Sono (rispettivamente) l'89a e la 74a piattaforma più grande al mondo per volume di trading.

Exchange Foblegate sospende il trading di Fiat

KBS ha riferito che l'exchange Foblegate ha dichiarato che avrebbe "sospeso temporaneamente" il trading di KRW, sebbene consentirà comunque prelievi di KRW fino alla fine del mese. L'azienda ha affermato che avrebbe mantenuto aperti i suoi servizi crypto-to-crypto e aperto un nuovo mercato altcoin-to-bitcoin (BTC) mentre cercava una soluzione all'enigma bancario.

Coinbit ha anche annunciato che smetterà di offrire abbinamenti con il KRW.

A loro si uniscono anche una manciata di exchange più piccoli, nominati da KBS come Tennten, Coredax (appena fuori dai primi 200 di CoinMarketCap) e OKBit.

Molte banche leader hanno già escluso l'idea di lavorare con gli exchange, ma alcune piattaforme insistono sul fatto che stanno ancora conducendo "colloqui" con le banche. Questi includono piattaforme del calibro di Gopax, Huobi Korea (#28 nel CoinMarketCap 100) e GDAC, che secondo The Fact stanno ancora "intrattenendo conversazioni" con le banche commerciali.

Un professionista del settore che ha familiarità con la questione ha detto a Cryptonews.com sotto condizione di anonimato che si ritiene che anche altre piattaforme come Hanbitco (n. 62 nel CoinMarketCap 100) stiano trattando con le banche nazionali.

Il tempo, però, sta per scadere.

"Big Four" in attesa del via libera dalle autorità

Lo stesso professionista del settore ha dichiarato a Cryptonews.com che le banche mostrano ancora grande riluttanza all'idea di collaborare con una piattaforma di trading non "big four". Tutti e quattro i membri dei "big four" (Upbit, Bithumb, Korbit e Coinone) hanno rinnovato i loro contratti bancari esistenti e sono ora in attesa del via libera dalle autorità di regolamentazione. Le autorità finanziarie hanno chiesto fino a tre mesi per rivedere i documenti.

Il quadro sembra essere molto più cupo per le aziende che non sono riuscite a ottenere la documentazione ISMS. The Fact ha citato un funzionario dell'Unità di informazione finanziaria, l'organismo di regolamentazione che controllerà gli exchange a partire dal 24 settembre, affermando:

"Dopo aver verificato lo stato degli exchange che non hanno richiesto la certificazione ISMS, abbiamo scoperto che molti hanno lasciato il trading di criptovalute e hanno già chiuso le loro attività".

_______

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______
Per sapere di più: 
- Politicians Want USD 16B More From US Cryptofolk, But S Korea Sees Better News 
- Harvest Holidays Could Wreak More Crypto Exchange Havoc in South Korea 

- South Korea: Four Exchanges Safe but USD 2.6B Closure Storm Brewing
- South Korean Police Forces to Form Dedicated Crypto Teams