Home NewsBitcoin News

I libanesi si rivolgono a Bitcoin mentre l'economia affonda

Di Jarosław Adamowski
I libanesi si rivolgono a Bitcoin mentre l'economia affonda 101
Un punto di riferimento a Beirut, in Libano, il monumento in Piazza dei Martiri porta ancora le cicatrici della guerra civile del Libano (1975-90). Fonte: iStock/Joel Carillet

L'economia libanese è in gravi difficoltà: si sta cercando di indurre i cittadini ad abbracciare Bitcoin (BTC) e altcoin per sfuggire al sistema bancario e proteggere i loro risparmi mentre la sterlina libanese continua a soffrire.

Le banche libanesi hanno tentato di arrestare una potenziale corsa alla sterlina imponendo controlli informali sul capitale, costringendo i clienti a ritirare i loro risparmi in valuta al tasso di cambio ufficiale.

Ma la mossa ha avuto come risultato che i risparmi dei cittadini libanesi ora valgono il 40% in meno di quanto avrebbero dovuto sui mercati paralleli, riporta Al Jazeera, che afferma che la nazione sta invece vivendo un "boom di Bitcoin".

Il tasso di cambio ufficiale Fiat è ora di poco superiore a 1.500 LBP rispetto al dollaro degli Stati Uniti - molto lontano dai tassi di cambio paralleli di circa 2.500 LBP per dollaro. Inoltre, i prelievi in ​​valuta estera sono ora limitati a un importo compreso tra 50 USD e poche centinaia di dollari al mese. I trasferimenti all'estero sono stati recentemente limitati a $ 50.000 all'anno, secondo il rapporto.

L'agenzia di stampa ha citato Mahmoud Dgheim, un commerciante di criptovalute di 29 anni che è attivo sul mercato dal 2015, affermando che

“In questo momento, i libanesi sono interessati a sfuggire a severe restrizioni sui prelievi e sui trasferimenti di denaro. Fondamentalmente vogliono la libertà finanziaria. Se vuoi aggirare il sistema bancario, Bitcoin è una soluzione.”

L'anno scorso, il governo ha svelato nuovi piani fiscali, una mossa che ha portato af una serie di fuoriose proteste.

I manifestanti hanno invitato la classe politica consolidata del Libano a farsi da parte, accusando il governo di corruzione e incompetenza.

Le autorità del paese hanno chiesto aiuto al Fondo monetario internazionale al fine di trovare una soluzione per gestire il debito del paese.

Il debito del Libano è attualmente pari al 160% del suo PIL, il rapporto più alto del mondo.
CNBC riporta che gli esperti ora credono che il Libano sia "praticamente destinato" a fallire per la prima volta nella sua storia.

Omar Debian, un trader di criptovalute con sede a Beirut, ha dichiarato che Bitcoin non è più il suo reddito supplementare, aggiungendo,

"Ora è sicuramente diventato il principale."

Nel frattempo, l'uso delle criptovalute per trasferire fondi dal Libano è diventato un affare redditizio per molti trader, che ora applicano commissioni fino al 5% sui trasferimenti.

Numerosi cittadini libanesi stanno prediligendo scambi over-the-counter (OTC) : "Fondamentalmente, questo significa che ci incontriamo in uno Starbucks." La maggior parte di queste transazioni avviene per passaparola, oppure alcuni acquirenti e venditori si incontrano attraverso gruppi su app di messaggistica popolari come WhatsApp, dove secondo quanto riferito, case, auto e telefoni sono stati messi in vendita in criptovalute.

"Diffidiamo del sistema bancario, quindi non lo usiamo più", ha detto ad Al Jazeera il fondatore di una società tecnologica con sede in Libano con una dozzina di dipendenti.

____
Scopri di più:
Turkish Lira Freefall Shows the Power of Bitcoin
Crypto in Venezuela: Daily Usage and 'Seamless' Bitcoin Transactions
Argentinians Pay Crypto Premium
Cryptocurrency Sanctions Evasion ‘Already Happening’

Più Articoli