L’exchange HTX supera Coinbase nel volume di trading spot

Gaia Tommasi
| 2 min read

HTX

L’exchange HTX (ex Huobi) ha raggiunto un’importante traguardo il 27 maggio, superando per la prima volta il popolare exchange americano Coinbase nel volume di trading spot.

Justin Sun, il fondatore della blockchain di TRON e uno degli investitori di HTX, ha condiviso la notizia su X, mostrando che l’exchange HTX ha scambiato 1,81 miliardi di dollari in crypto asset, superando gli 1,58 miliardi di dollari di Coinbase.

HTX vede un aumento del volume di trading spot, ma per poco…


La gioia di HTX, però, è durata poco. Secondo gli ultimi dati di CoinGecko, Coinbase è riuscito a tornare al primo posto.

L’exchange americano ha infatti visto un volume di trading pari a 2,2 miliardi di dollari, diventando così il terzo exchange crypto a livello globale, dietro solo a Bybit e OKX. HTX, invece, ha scambiato circa 2,1 miliardi di dollari, indietreggiando quindi rispetto alla piattaforma di Coinbase.

Il volume di trading spot di Coinbase supera quello di HTX
Il volume di trading spot di Coinbase supera quello di HTX

L’exchange HTX rimane uno dei più grandi e longevi exchange crypto al mondo. A settembre 2023 ha celebrato il suo 10° anniversario e ha festeggiato il traguardo con un rebranding da Huobi a HTX.

Per molti nella community crypto è suonato controverso, visto che somiglia a FTX, l’exchange fallito. Ma il nuovo nome ha un altro significato: “H” sta per Huobi, “T” per Tron e “X” per “exchange”.

Le controversie legali di Coinbase


Coinbase

Il calo temporaneo del volume di trading spot di Coinbase si è verificato in mezzo alle controversie legali che coinvolgono l’exchange negli Stati Uniti. La SEC- Securities and Exchange Commission – ovvero l’ente regolatore americano ha presentato una causa contro Coinbase, accusandolo di offrire security non registrate.

La denuncia della SEC sostiene che Coinbase non si è registrata come broker, borsa valori nazionale o stanza di compensazione, eludendo così i requisiti normativi di divulgazione progettati per tutelare il mercato delle security.

Da allora Coinbase ha difeso le sue pratiche commerciali in tribunale. Ma la battaglia legale si è complicata a marzo, quando un tribunale statunitense ha respinto la richiesta di archiviazione della causa presentata da Coinbase. La decisione ha permesso alla SEC di procedere con le accuse di gestione non registrata di una borsa, un broker e una stanza di compensazione da parte di Coinbase.

Nel tentativo di ribaltare la situazione, l’exchange ha depositato una memoria a sostegno del suo appello interlocutorio nel maggio 2024. L’obiettivo è quello di ribaltare la precedente decisione del tribunale e di ridurre la pressione legale sulla società.

La situazione si è ulteriormente aggravata all’inizio del mese quando alcuni clienti della piattaforma hanno intentato una causa contro due società controllate dalla società per aver ripetutamente violato la legge sulle security sin dalla nascita di Coinbase.

Leggi anche: