03 marzo 2021 · 2 min read

MoneyGram colpito dalla causa a Ripple

La società di trasferimento di denaro MoneyGram sta affrontando una causa legale in cui si afferma che la società ha rilasciato dichiarazioni false e / o fuorvianti sulla sua partnership con la società blockchain americana Ripple e sullo stato legale del token XRP.

Fonte: Adobe/piter2121

Secondo un comunicato stampa dello studio legale Rosen, la causa è già stata depositata, e per conto degli acquirenti dei titoli di MoneyGram tra il 17 giugno 2019 e il 22 febbraio 2021.

Secondo la causa, in questo periodo, gli imputati hanno rilasciato dichiarazioni false e/o fuorvianti e/o non hanno rivelato che:

  1. "XRP, la criptovaluta che MoneyGram utilizzava come parte della sua partnership con Ripple, era vista come un titolo non registrato e quindi illegale per la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti;
  2. nel caso in cui la SEC decidesse di far rispettare le leggi sui titoli contro Ripple, MoneyGram rischierebbe di perdere il flusso redditizio di commissioni per lo sviluppo del mercato che erano fondamentali per i suoi risultati finanziari durante il Class Period;
  3. di conseguenza, le dichiarazioni pubbliche degli imputati erano materialmente false  e/o fuorvianti in tutti i momenti pertinenti. Quando i veri dettagli sono entrati nel mercato, la causa sostiene che gli investitori hanno subito danni ".

Lo studio legale afferma che coloro che hanno acquistato "titoli MoneyGram durante il Class Period possono avere diritto a un risarcimento senza pagamento di commissioni o costi  tramite un accordo di commissione di emergenza".

Un attore principale deve ancora essere scelto.

MoneyGram e Ripple sono diventati partner, dopo che quest'ultimo ha effettuato un investimento iniziale di 30 milioni di dollari in azioni MoneyGram nel giugno 2019. Tuttavia, Ripple si è trovata in una lunga battaglia con la SEC su XRP, poiché il regolatore afferma che XRP è un titolo non registrato, cosa che Ripple contesta.

MoneyGram ha recentemente affermato che il suo supporto a Ripple è rimasto, ma ha comunque annunciato che avrebbe sospeso la ricezione delle "commissioni per lo sviluppo del mercato". Alex Holmes, CEO di MoneyGram, all'epoca disse che "sono decisamente a favore degli sforzi di Ripple, ma allo stesso tempo dobbiamo fare ciò che è giusto per l'organizzazione".

Nel 2020, MoneyGram ha ricevuto 38 milioni di dollari in commissioni nette per lo sviluppo del mercato da Ripple nel 2020, che rappresentano circa il 15% degli utili rettificati della società prima di interessi, tasse, deprezzamento e ammortamento. La società ha affermato di aver affrontato anche sfide logistiche nell'utilizzo della piattaforma, nonché rischi legali e reputazionali, a seguito della causa contro Ripple.

XRP è (alle 14:01 UTC) scambiato a 0,44 USD. È aumentato del 2,7% in un giorno e diminuito del 5,8% in una settimana.
___
Learn more:
- MoneyGram Says it Still Supports Ripple Despite Partnership Pause
- Fact-checking Ripple’s Claim that ‘Many G20 Gov’ts’ Call XRP a ‘Currency’
- MoneyGram's Success Depends on Ripple's Success - CEO
- What SEC Crackdown? Japanese Giant SBI Starts Offering XRP Lending
- XRP Pumpers Hope For More Action; Cardano's Hoskinson Warns of Pump&Dumps
- XRP Drops Despite Positive Report, A Lawsuit Over USD 50 Loss Emerges