21 ott 2021 · 2 min read

Creditori di Mt. Gox approvano il piano per riavere i soldi

Mark Karpeles, Mt Gox
L'ex CEO dell'exchange Mt. Gox, ora defunto, Mark Karpeles. Fonte: screenshot del video, Youtube, CANAL+

Sembra che finalmente si veda la luce alla fine del tunnel per i creditori di Mt. Gox, che hanno approvato un piano il quale permetterà loro di scegliere di ricevere alcune delle monete che stanno aspettando da anni.

In una lettera tradotta, Nobuaki Kobayashi, l'avvocato e fiduciario giapponese dell'ormai defunto exchange di bitcoin (BTC), ha spiegato che "circa il 99%" dei creditori aveva votato a favore di un'offerta che da allora è stata presentata a una filiale del tribunale distrettuale di Tokyo.

Un processo di voto iniziato nel maggio di quest'anno e che si è concluso all'inizio di questo mese.

Da allora il tribunale ha confermato l'ordine, anche se non è stata menzionata una tempistica esatta per i rimborsi dei token.

Il fiduciario ha scritto che un annuncio "sarà fatto ai creditori di riabilitazione sui dettagli dei tempi, delle procedure e dell'importo specifico di tali rimborsi".

Tuttavia, Kobayashi ha scritto che il processo si sarebbe stato "finalizzato" e sarebbe diventato "vincolante" in "circa un mese dal" 20 ottobre.

I creditori potranno quindi presentare le loro richieste attraverso un sito web, presentando una prova di richiesta di riabilitazione.

Kobayashi ha scritto che il fiduciario "desidera esprimere sincera gratitudine a tutte le parti coinvolte per la loro comprensione e supporto".

L'exchange di BTC era una volta il più grande del mondo, ma si è chiuso in modo clamoroso nel 2014, a seguito di una serie di attacchi di hacking che hanno visto i predoni fuggire con migliaia di token BTC.

Da allora i creditori hanno cercato di recuperare i loro fondi, ma sono stati bloccati in una lunga lotta legale che si è protratta nel corso degli anni.

Il Fortress Investment Group ha precedentemente offerto ai creditori circa l'80% dei crediti, ma il fiduciario ha promesso una cifra più alta, più vicina a circa il 90%. I token persi negli hack dovranno probabilmente essere cancellati, tuttavia, il che significa che i pagamenti saranno una frazione degli importi originali detenuti.
_______

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______
Scopri di più:
- Mt.Gox Saga Reaches Another Milestone, What Now?
- The Mystery Of 80,000 Bitcoins Stolen From Mt. Gox 

- Ex-CEO of Mt. Gox, Mark Karpeles, Moves to Shut Down the Lawsuit 
- Ex-Mt. Gox CEO Avoids Prison