Facebook non ha revocato il divieto di pubblicità crypto

Facebook Meta
Fonte: AdobeStock / Rokas

Meta, la società madre dei giganti dei social media Facebook e Instagram, ha recentemente aggiornato i suoi criteri di ammissibilità per l'esecuzione di annunci di criptovalute, aggiungendo un totale di altre 24 licenze di regolamentazione alla sua lista di licenze accettate.

Mentre la mossa segna un progresso nella politica di lunga data di Facebook che ha vietato alle aziende di criptovalute di pubblicare annunci pubblicitari attraverso i due social, l'azienda è ancora lontana dal ritirarsi dal suo divieto di annunci di criptovalute.

Prima di questo aggiornamento, l'azienda ha richiesto alle società di criptovalute di presentare una domanda che dettagliasse se sono negoziate in una borsa pubblica e quali licenze possiedono. Ora, si concentra solo sulle licenze cripto rilevanti.

"Stiamo facendo questo perché il panorama delle criptovalute ha continuato a maturare e stabilizzarsi negli ultimi anni e ha visto più regolamenti governativi che stanno stabilendo regole più chiare per la loro industria", ha detto Facebook.

Tuttavia, ci sono pochissime imprese di criptovalute che detengono le licenze idonee.

Come possono le piattaforme ottenere le licenze giuste per Facebook?

Per esempio, negli Stati Uniti, le piattaforme cripto che tendono ad eseguire annunci su Facebook dovrebbero avere una licenza di registrazione Money Services Business (MSB) dal Financial Crimes Enforcement Network (FinCEN) o una BitLicense dal New York State Department of Financial Services (NYSDFS).

Per mettere questo in prospettiva, un numero limitato di aziende di criptovalute come Coinbase, Circle e Robinhood Crypto sono effettivamente idonee a pubblicare annunci. D'altra parte, la maggior parte delle aziende cripto, compresi gli exchange come Binance.US e FTX.US che non hanno le licenze accettate, non saranno in grado di eseguire annunci su Facebook.

Menzionando questo, Ouriel Ohayon, CEO e co-fondatore del wallet cripto mobile ZenGo, ha sostenuto che solo "il 2% di tutti i servizi legati alle cripto" saranno ammissibili.

"Twitter. Facebook. Tiktok hanno tutti un chiaro divieto di annunci di cripto", ha detto Ohayon, aggiungendo che questo è "un attacco vettoriale per l'industria in quanto i servizi centralizzati onky custodial hanno la possibilità di dire cosa crypto *è*."

Ohayon ha anche dichiarato che i media non hanno riportato la notizia in modo molto accurato.

Gli annunci che pubblicizzano cose come eventi cripto "continuano ad essere esentati dal dover cercare la pre-approvazione", ha notato Bloomberg, aggiungendo che gli inserzionisti precedentemente approvati non saranno colpiti dal cambiamento.

Alla fine di ottobre, Facebook ha cambiato il suo nome aziendale in 'Meta', una mossa intesa a riflettere le serie intenzioni della società nella costruzione del metaverso. La piattaforma ha anche dedicato un fondo di 50 milioni di dollari per sviluppare "responsabilmente" il metaverso.

_______

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______

Per saperne di più:

- Meta: David Marcus, il capo del Novi Wallet, si fa da parte
- Facebook: Diem potrebbe essere la stablecoin del Metaverso

- Facebook cambia nome in Meta: rally per i token Metaverse
- Facebook: 10.000 posti di lavoro per il progetto Metaverso