Paga 500.000 dollari di commissioni per trasferire 200 dollari in Bitcoin. Ecco cosa è successo!

Sauro Arceri
| 1 min read

Lo scorso fine settimana, un utente Bitcoin (BTC) ha pagato circa 500.000 dollari di commissione per una transazione relativa al trasferimento di appena 200 dollari in BTC, stabilendo così un nuovo record sulle commissioni di transazione Bitcoin.

La transazione, effettuata il 10 settembre alle 17.10 UTC, è stata inviata da un utente Bitcoin molto esperto che molti ritengono essere un exchange o comunque un fornitore di pagamenti Bitcoin, data la sua storia di invio e ricezione di oltre 120.000 transazioni.

Secondo mempool.space, l’utente ha pagato quasi 20 BTC (circa 500.000 dollari) in commissioni di transazione, con un sovrapprezzo di ben 481.299x. Le commissioni di transazione medie per Bitcoin variano in genere tra 1 e 2 dollari.

La comunità specula sul motivo


La transazione è diventata rapidamente un argomento di discussione nella comunità Bitcoin sulla piattaforma di social media X, dove molti hanno ipotizzato il motivo per cui l’utente avrebbe pagato una cifra così alta.

Mentre alcuni hanno suggerito che potrebbe essere parte di uno schema di riciclaggio di denaro concordato con alcuni operatori di pool di mining, altri hanno osservato che una tale teoria ha poco senso perché sarebbe praticamente impossibile beneficiare del pagamento di una fee.

Finora, la spiegazione più probabile sembra provenire dal Chief Technology Officer di Casa, nonché popolare Bitcoiner, Jameson Lopp, che ha scritto che la transazione proviene probabilmente da un sistema di pagamento automatico “con un software difettoso”. Lopp ha affermato che:

“Hanno ricevuto oltre 60.000 txn e inviato oltre 60.000 txn dallo stesso indirizzo (pratica scorretta) e probabilmente hanno calcolato in modo errato il loro output di cambiamento”.

In un post successivo ha aggiunto che è molto probabile che il mittente non si sia ancora accorto dell’errore, dicendo che “ha ancora una tonnellata di fondi nel portafoglio e continua a inviare transazioni”.

Il costo specifico della transazione è stato ricevuto dal principale pool di mining di Bitcoin F2Pool, che ha minato il blocco che includeva la transazione. Secondo il cofondatore di F2Pool Chun Wang, i 20 BTC saranno messi in attesa per tre giorni. Se non verranno reclamati, la tariffa sarà distribuita tra i minatori del pool.

 

Leggi anche:

Segui Cryptonews Italia sui canali social