Per l’esperto PEPE è sottostimato e supererà SHIB entro il 2025

Marcello Bonti
| 3 min read

Pepe Coin

L’autore della newsletter di Delphi Digital e analista crypto @cryptunez ha azzardato una previsione. Il prezzo di Pepe continuerà ad aumentare fino a scalzare il secondo posto tra le memecoin, attualmente presidiata da Shiba Inu, cosa che la rende una delle migliori crypto dell’anno.

Le previsioni sono di oggi, quando PEPE ha registrato una correzione del 65% rispetto all’attuale massimo. La capitalizzazione della meme è a circa 750 milioni di dollari, dato che Binance che ha messo in pausa i prelievi.

Previsione del prezzo di Pepe – Grafico attuale


Analisi tecnica PEPE - Fonte TradingView

Analisi tecnica PEPE – Fonte TradingView

Il token più in voga su CoinMarketCap dovrà raggiungere un valore 7 volte superiore al suo prezzo attuale per superare Shiba Inu in termini di capitalizzazione di mercato. C’è da dire che SHIB ha perso una grossa fetta del proprio valore nell’ultimo mese, scendendo ora a poco più di 5 miliardi di dollari di capitalizzazione di mercato.

Secondo @cryptunez ci sono buone probabilità che prezzo e market cap di Shiba Inu continuino a scendere. L’analista non fa mistero della poca stima nei confronti della memecoin che ritiene “un clone di DOGE sopravvalutato e non originale che millanta una falsa utilità – non solo l’asset più sopravvalutato tra le crypto, ma anche l’asset più sopravvalutato al mondo”.

Previsione del prezzo di Shiba Inu secondo Cryptunez


Tunez è un trader crypto dal 2017 e il suo account Twitter è seguito da 154.000 follower, oggi 9 maggio ha dichiarato:

“L’impatto di PEPE sulle crypto non può essere sottovalutato. Sembra che tutto sia cambiato oggi, la norma pare essere che nuove crypto siano pubblicizzate e (persino lanciate) dagli influencer.”

Il ragionamento dell’influencer continua, ritiene che il prezzo di Shiba Inu sia sopravvalutato per via del suo “principale punto di forza”, cioè l’alto numero di token disponibili che giustificano il basso prezzo del token. Il prezzo è tenuto artificialmente basso per attirare gli investitori retail in cerca del prossimo Bitcoin, o del prossimo Dogecoin, che registri guadagni stratosferici. Peccato che, con una supply di fatto dimezzata, questo ragionamento fili anche se applicato a PEPE.

L’offerta massima di Pepe, pari a 420 trilioni, è in grado di assicurare un prezzo altrettanto basso e allettante, al momento poco meno di 0,000002$ per token, ma ha raggiunto punte di 0,000004$ in corrispondenza dell’annuncio della quotazione ufficiale su Binance.

Inoltre ha ancora una bassa capitalizzazione di mercato, vantaggio non da poco da sfruttare con la prossima fase rialzista del mercato crypto.

L’analista definisce $SHIB un dinosauro che ha perso il suo appeal e il suo principale elemento di distinzione in questo mercato ipercompetitivo. Insomma, ne decreta la fine ormai prossima, definendola una memecoin “sopravvalutata e da buttare che si dirige direttamente verso lo zero”.

Previsione del prezzo di Dogecoin


Tunez non si è espresso direttamente nei confronti di Dogecoin, cosa che potrebbe intendersi come una posizione neutrale o rialzista nei confronti della preferita da Elon Musk. Anche se è evidente la fiducia che DOGE resterà in circolazione, dal momento che afferma: “Se volete comprare una moneta a tema canino, comprate DOGE”. Mentre l’unica opzione tra le coin a bassa capitalizzazione di mercato e ad alta offerta, a suo avviso, è PEPE, non SHIB, poiché per questa memecoin “i soldi sono stati già fatti”.

Il prezzo di Shiba Inu è in ribasso rispetto al suo massimo storico di ottobre 2021, quando ha raggiunto una capitalizzazione di oltre 40 miliardi di dollari, guadagnandosi allora il posto nella top 10 delle criptovalute. Dogecoin continua a presidiare quella posizione e si trova all’8° posto con una capitalizzazione di 10 miliardi di dollari.

Analisi tecnica SHIB - Fonte CoinMarketCap

Analisi tecnica SHIB – Fonte CoinMarketCap

Tunez ritiene che “l’impatto di $PEPE sulle criptovalute non può essere sottovalutato” e che “si aspetta certamente che $PEPE possa scalzare $SHIB entro un anno”, quindi prima del 2025. Si prevede che il prossimo halving di Bitcoin avverrà ad aprile 2024, evento atteso come catalizzatore rialzista per i mercati.

Le migliori memecoin del 2023


In questo momento il mercato delle memecoin sta suscitando grande interesse. Tra le proposte che stiamo tenendo sott’occhio c’è anche la nuova arrivata $SPONGE, che è diventata la proposta più interessante su DEXTool.

 

 

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

Segui Cryptonews Italia sui canali social