Previsione prezzo Pepe Coin: Il volume di trading tocca $750 milioni!

Gaia Rossi
| 4 min read

Pepe Coin

Nel corso delle ultime ore il valore di Pepe Coin è sceso del 13,5%, con un calo a 0,00000227 dollari, che segna anche un crollo del 47% da quando la meme coin ha toccato il massimo storico di 0,00000431 dollari lo scorso venerdì.

Nonostante questo calo, PEPE rimane in crescita di oltre il 200% nell’ultima settimana e di oltre il 600% negli ultimi quindici giorni, con un guadagno di oltre il 4.000% rispetto al prezzo più basso registrato da CoinGecko.

Questo la rende la moneta piú in voga della top 100 in questo momento, con il suo volume di trading nelle 24 ore che rimane molto elevato rispetto a quello di qualche giorno fa, con 750 milioni di dollari.

E vista la continua liquidità, è probabile che PEPE registri ulteriori guadagni nei prossimi giorni.

Previsione di Pepe Coin con un volume di trading di $ 750 milioni


Osservando il grafico di PEPE  sembra che sia vicino al minimo, visto che il suo indice di forza relativa (in viola) è sceso sotto 30 nelle ultime ore, suggerendo che sta per diventare ipervenduto.

Pepe

Fonte: TradingView

Nel frattempo anche la sua media mobile a breve termine (in giallo) sta per scendere al di sotto di quella a lungo termine (in blu), e una volta raggiunta potrebbe iniziare a recuperare.

Inoltre il livello di supporto di PEPE è in calo da sabato e questo implica che potrebbero verificarsi ulteriori perdite prima che la meme coin possa ricominciare a salire.

A parte il fatto che si tratta di una meme coin, uno dei motivi per cui PEPE ha vissuto dei giorni così forti è che è stato listato su grandi exchange come Binance e OKX.

E dato che solamente OKX sembra aver fatto scorta del 4% della disponibilità di PEPE, grazie ai listing la crypto ha incrementato la liquidità. Infatti il volume di trading nelle ultime 24 ore è schizzato a 750 milioni di dollari, da poco più di 300 milioni della scorsa settimana.

Anche se il  valore di PEPE, invece, è sceso notevolmente, il fatto che alcune balene stanno tenendo ancora grandi posizioni, suggerisce che il suo prezzo salirà ancora, almeno per permettere alle balene di liquidare.

Anche se la crypto lascia ancora un alone di mistero riguardo ai suoi fondatori e il suo team, la meme coin ha già una forte community che la sostiene e questo riduce la possibilità di un ritiro.

Al momento si posizione al 50esimo posto per market cap, rispetto al 98esimo di cinque giorni fa. Inoltre vanta  più di 107.000 holder, un dato che dimostra la rapidità con cui è entrata in scena ed è diventata “il nuovo Dogecoin“.

Visto il suo continuo slancio, non è del tutto  irrealistico prevedere che passi da 0,00000219 dollari a 0,000003, 0,000004 dollari e oltre nelle prossime settimane.

Invece, per quanto riguarda il lungo termine, la crescita della meme coin dipenderà dal resto del mercato e anche se attrarrà un numero maggiore di sostenitori.

La stagione delle meme coin?


PEPE è entrata in scena in mezzo ad un’ondata di altre meme coin, che hanno ripreso la formula di Shiba Inu e Dogecoin e l’hanno amplificata.

Una di queste è SpongeBob (SPONGE), una nuova crypto ERC-20 che ha guadagnato oltre il 5.000% dal listing su Uniswap, avvenuto il 4 maggio.

Inoltre, secondo i dati di CoinMarketCap, nel corso delle ultime 24 ore è schizzata del 63%, e questo guadagno suggerisce che la crypto sta ancora vivendo il suo slancio.

L’aspetto particolarmente promettente di SPONGE è che, a differenza di PEPE, non è ancora stata listata sui grandi exchange. Questo significa che i grandi guadagni devono ancora arrivare.

Come nel caso di PEPE, non si sa quasi nulla del team e dei fondatori di SPONGE, eppure il mercato si è già affollato sul token e questo darà vita ad una forte community di sostenitori.

Visto che vanta già 8.700 holder (rispetto ai 1.400 di pochi giorni fa) potrebbe arrivare a prendere diventare la prossima meme coin di tendenza e prendere il posto di PEPE.

 

E con un limite massimo di 40,4 miliardi di SPONGE (decisamente inferiore ai 420 trilioni di PEPE), il suo valore potrebbe aumentare in maniera significativa una volta che la domanda inizierà ad arrivare.

 

 

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

Segui Cryptonews Italia sui canali social