Previsioni Bitcoin: BTC torna a $41.000 ma le previsioni sono bullish

Gaia Tommasi
| 4 min read

Bitcoin

La crypto di maggior valore Bitcoin, sta attraversando un periodo di volatilità.

Dopo aver ripreso slancio fino a toccare 44.000 dollari all’inizio del mese, il suo valore è nuovamente sceso e durante questa mattina sta scambiando a 41.079 dollari, con un calo del 2,01%.

In mezzo a queste oscillazioni di prezzo, gli esperti del settore hanno espresso le loro prospettive. Ad esempio il CEO della società di gestione patrimoniale VanEck è fermamente convinto che investire in Bitcoin continuerà ad essere considerata un’opzione allettante come riserva di valore digitale.

Inoltre Cathie Wood, CEO di Ark Invest prevede che il valore di Bitcoin, aumenterà del 3.356% entro il 2030.
Nel frattempo, anche Ripple ha condiviso le sue previsioni della crypto per il prossimo anno, contribuendo a rendere ancora più intricato il quadro.

La posizione di VanEck: Bitcoin come riserva di valore


L’amministratore delegato della società di gestione degli investimenti VanEck, Jan van Eck,ritiene che Bitcoin manterrà la sua posizione dominante e che nessun asset crypto possa sfidarlo.

Jan van Eck, a capo di una società che gestisce un patrimonio di 76,4 miliardi di dollari, non crede che il valore di Bitcoin sia eccessivamente gonfiato o sopravvalutato, ma al contrario, enfatizza la sua performance costante che supera altre strategie di investimento. Per questo prevede che, nei prossimi 12 mesi, la crypto raggiungerà nuovi massimi.

 

Inoltre Van Eck si aspetta che verranno approvate simultaneamente tutte le richieste di ETF Spot su Bitcoin, inclusa la proposta della sua società.

Gli analisti di mercato ritengono che l’approvazione degli ETF da parte della SEC, che coinvolge importanti operatori come BlackRock e Grayscale, potrebbe provocare un aumento notevole del valore di Bitcoin, oltre che aumentare la fiducia degli investitori.

Bitcoin a $1,48 milioni?


L’investitrice Cathie Wood, CEO di Ark Invest, ha rilasciato una previsione incredibile sul valore di Bitcoin,  prevede infatti che la crypto raggiungerà 1,48 milioni di dollari entro il 2030.

Secondo le previsioni bullish di Wood, un investimento di 1.000 dollari potrebbe potenzialmente produrre un rendimento di 34.557 dollari, registrando un incredibile aumento del 33.557% rispetto al valore attuale.

Nonostante alcuni abbiano sollevato difficoltà relative all’adozione e alla natura volatile, Wood continua a sottolineare alcuni fattori che potrebbero spingere il suo valore al rialzo.

Tra questi troviamo l’adozione da parte delle istituzioni finanziarie, le capacità di Bitcoin di servire come mezzo di copertura contro l’inflazione e il fatto che si possa utilizzare nei trasferimenti internazionali.

Previsioni di Ripple per il 2024


Anche Stuart Alderoty, Chief Legal Officer di Ripple, ha espresso le sue previsioni per il prossimo anno, concentrandosi sull’ambito normativo. Alderoty prevede che la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti continuerà a monitorare attentamente il settore crypto.

Da un lato, si aspetta che la causa legale  contro l’ente regolatore abbia un esito favorevole, ma allo stesso tempo prevede che ci saranno ulteriori azioni regolamentari nei confronti dei principali operatori del settore. Inoltre ritiene che i giudici potrebbero svolgere un ruolo importante nel limitare un’eccessiva regolamentazione da parte della SEC, aprendo così la possibilità di futuri interventi da parte della Corte Suprema.

Un altro punto importante delle previsioni di Alderoty riguarda le differenze di opinioni  tra i membri del Congresso degli Stati Uniti per quanto riguarda la regolamentazione degli asset crypto. Questo potrebbe mettere le aziende del settore statunitensi in una posizione di svantaggio rispetto ai loro rivali internazionali.

Previsioni del valore di Bitcoin


Al momento la crypto di maggior valore sta scambiando al livello di 42,375 dollari, con un volume di trading di 17,26 miliardi di dollari nelle 24 ore.

Osservando il grafico a 4 ore, notiamo che il punto di pivot è situato a 41.735 dollari, allineato al 38,2% del ritracciamento di Fibonacci. Le resistenze successive si trovano a 42.885 dollari, 44.738 dollari e 46.020 dollari.

Nel caso di un movimento al ribasso, il primo supporto si trova a 40.700 dollari, seguito da 39.775 dollari e 38.350 dollari.

L’indice di forza relativa (RSI) si trova a 43. Si tratta di un valore neutrale che non indica se si trova in zona di ipercomprato o ipervenduto, ma propende verso una tendenza ribassista.

La media mobile esponenziale (EMA) a 50 giorni si trova in prossimità del valore di Bitcoin a 42,300 dollari e suggerisce la possibilità di un movimento rialzista.

BTC

Grafico del valore di Bitcoin – Fonte: Tradingview

La trend line rialzista agisce come un supporto intorno al livello di 41.735 dollari. Tuttavia, se le candele dovessero chiudere al di sotto di questa trend line o dell’area pivot, potrebbe iniziare una tendenza al ribasso, potenzialmente raggiungendo i livelli di ritracciamento di Fibonacci al 50% o al 61,8%.

La tendenza di Bitcoin rimane rialzista al di sopra della soglia di 41.735 dollari. La crypto potrebbe testare prossimamente i livelli di resistenza, se rimarrà al di sopra del punto pivot.
Tuttavia, bisogna tenere d’occhio gli eventuali movimenti al ribasso al di sotto di questi livelli base, poiché potrebbero portare ad un cambiamento del sentiment.

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

Le 16 criptovalute da tenere d’occhio nel 2024

Se siete interessati ad investire in un progetto crypto agli inizi, potrebbe essere una buona idea dare un’occhiata ai token che stanno vivendo la loro fase di prevendita.
Il team Approfondimenti di Cryptonews ha preparato un elenco completo delle crypto più promettenti del 2024, con informazioni preziose su questi progetti.
L’elenco viene aggiornato regolarmente ogni settimana, con nuove altcoin e progetti ICO, quindi si consiglia di consultarlo periodicamente.

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.