Previsioni sul prezzo di Bitcoin ed Ethereum: grande giornata con i dati dei Nonfarm Payrolls degli USA

Sauro Arceri
| 6 min read

Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH) sono riusciti a rimanere stabili i loro prezzi, rispettivamente a 23.435 e 1.642 dollari.

In precedenza BTC aveva raggiunto il picco massimo di oltre 24.000 dollari, in seguito alla decisione della Federal Reserve di aumentare i tassi di interesse di 25 punti base, salvo poi ritornare a oscillare sui livelli precedenti. Lo stesso è accaduto con Ethereum che, nella serata di ieri, (2 febbraio 2023) era riuscito a sfondare il livello di 1.700 dollari prima di tornare a dibattersi tra 1.660 e 1.640 dollari. 

La giornata non è ancora finita; nel tardo pomeriggio di oggi è infatti prevista la pubblicazione dei Nonfarm Payrolls statunitensi di gennaio che potrebbero avere un forte impatto sui prezzi di BTC e ETH.

Il mercato delle criptovalute è stato fortemente influenzato dalla recente politica della Federal Reserve statunitense. Dopo che la Fed ha annunciato di voler ridurre i rialzi dei tassi di interesse a 25 punti base, Bitcoin e altri asset digitali hanno registrato un aumento di valore. 

Giovedì mattina, il prezzo di BTC ha raggiunto il picco massimo degli ultimi 6 mesi, superando brevemente la soglia dei 24.000 dollari. Seguendo questa tendenza, Ethereum ha registrato un aumento significativo ma altrettanto breve, superando di poco e per poco tempo il livello di 1.700 dollari.

I traders esitano ancora a fare offerte forti, però, perché i prossimi dati sui Non-Farm Payrolls (NFP) previsti per oggi, con tutta probabilità, influenzeranno ulteriormente il prezzo di Bitcoin e questa è quasi sicuramente la ragione del momentaneo ribasso al di sotto della soglia dei 24.000 dollari.

Questi dati sono fondamentali perché guideranno le decisioni future della Fed. Inoltre, la forte crescita dell’occupazione, indica che la Fed manterrà il suo atteggiamento dovish anche nelle prossime sessioni.

Giornata importante per Bitcoin: in arrivo i Nonfarm Payrolls statunitensi di gennaio

Oggi è previsto il rapporto sui Nonfarm Payrolls degli Stati Uniti che fornisce informazioni sullo stato di salute dell’economia statunitense e, di conseguenza, potrebbe avere un impatto sul prezzo di Bitcoin, ecco perché oggi potrebbe essere una giornata importante per la principale criptovaluta.

Si prevede che il rapporto mostri che l’economia statunitense ha aggiunto meno posti di lavoro a gennaio, il che sarebbe un segnale positivo per gli investitori di Bitcoin. Inoltre, oggi verranno rilasciati altri indicatori economici, come l’ISM Services PMI e il Final Services PMI, che potrebbero influenzare il prezzo di Bitcoin. 

Gli investitori dovrebbero prestare molta attenzione a questi rapporti in modo da essere ben informati e prendere decisioni consapevoli circa i loro investimenti in criptovalute.

Gli analisti di TD Securities hanno previsto un aumento di 220.000 unità nei libri paga non agricoli degli Stati Uniti e un’espansione stimata del tasso di disoccupazione al 3,6%. 

Secondo gli esperti, la retribuzione media oraria è aumentata al 4,9% su base annua, mentre è rimasta invariata allo 0,3% su base mensile. Si tratta di un aumento rispetto al precedente dato del 4,6%. 

Con una domanda di lavoro superiore all’offerta, chi cerca lavoro ha un maggiore potere di negoziazione. Questo potrebbe portare a un aumento degli indici dei prezzi, che potrebbe controbilanciare le aspettative di un rallentamento della politica di restringimento della Federal Reserve.

Cathie Wood dichiara: “La migliore assicurazione è Bitcoin”

Secondo Cathie Wood, CEO di ARK Invest, Bitcoin è un’ottima risorsa per proteggere la ricchezza e fornire un’assicurazione a coloro che in tutto il mondo sono finanziariamente svantaggiati. Questo punto di vista ha probabilmente causato la rivalutazione del suo prezzo.

Cathie Wood, una forte sostenitrice delle criptovalute, è fiduciosa che Bitcoin raggiungerà il traguardo di 1 milione di dollari. Ritiene che la moneta digitale offra pari opportunità, sia ai ricchi che a coloro che hanno risorse finanziarie più limitate, di mettere al sicuro il proprio patrimonio.

Dollaro USA ribassista e posizione dovish della Fed

Il dollaro statunitense non è riuscito ad arrestare il suo declino ed è sceso ulteriormente. L’indice del dollaro è sceso dell’1% a 101,08 punti dopo la decisione della Fed di mercoledì, il livello più basso da aprile 2022. Nella giornata di giovedì (3 febbraio 2023), il dollaro è sceso ai minimi di nove mesi contro un paniere di valute, nonostante la Federal Reserve abbia ribadito il suo impegno a continuare ad aumentare i tassi di interesse. 

La banca centrale statunitense ha infatti aumentato i tassi di interesse di 25 punti base (bps) per riflettere i recenti sviluppi nella lotta all’inflazione. Tuttavia, il presidente della Fed Jerome Powell ha osservato che il tasso di inflazione del paese rimane elevato e ha espresso incertezza sul numero di rialzi dei tassi che la banca dovrà effettuare per alleviare le pressioni sui prezzi.

Prezzo di Bitcoin 

Bitcoin (BTC) è attualmente quotato a 23.441 dollari con un volume di scambi di 29 miliardi di dollari nelle ultime 24 ore. Su CoinMarketCap occupa il primo posto nelle classifica delle criptovalute con una capitalizzazione di mercato di oltre 452 miliardi di dollari. Ci sono 19,28 milioni di monete BTC in circolazione e un’offerta massima di 21 milioni di monete.

Sul fronte tecnico, in questo momento Bitcoin sta scendendo nuovamente verso un’area di supporto immediata di 23.300 dollari. Se un breakout ribassista dovesse infrangere questo livello, ulteriori vendite potrebbero far calare il prezzo fino a 23.000 dollari, dove una linea di tendenza al rialzo potrebbe fornire supporto.

Gli indicatori RSI e MACD segnalano infatti una tendenza alla vendita, quindi un’ulteriore pressione in tal senso potrebbe spingere il prezzo di BTC verso la prossima area di supporto di 22.750 dollari.

La coppia BTC/USD nel timeframe a 4 ore è rimasta bloccata nell’area di resistenza di 23.500 dollari senza riuscire a superarla. Al momento sta cercando di recuperare il terreno al livello di supporto di 23.250 dollari.

Grafico del prezzo di Bitcoin - Fonte: Tradingview
Grafico del prezzo di Bitcoin – Fonte: Tradingview

Dal momento che la media mobile esponenziale a 50 giorni suggerisce ancora una tendenza all’acquisto al di sopra dei 23.300 dollari, però, non è affatto esclusa la possibilità di assistere a un rimbalzo rialzista della coppia BTC/USD. Un breakout rialzista del livello di 23.950 dollari potrebbe riportare tranquillamente il prezzo di BTC oltre la soglia di 24.000 dollari fino a un livello di 24.500 dollari.

Investi in BTC adesso

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

Prezzo di Ethereum 

La criptovaluta di Buterin ha registrato un calo dell’1,50% nelle ultime 24 ore, infatti il prezzo di negoziazione attuale di Ethereum è di 1.643 dollari e il suo volume di scambi è pari a 9,1 miliardi di dollari. ETH ha raggiunto una capitalizzazione di mercato di 200 miliardi di dollari ed è al secondo posto nella classifica di CoinMarketCap.

Sul fronte tecnico, Ethereum non è riuscito a superare l’importante livello di resistenza di $1.710 ed è sceso bruscamente a circa $1.635, probabilmente a causa della presa di profitto da parte degli investitori. Ethereum si trovava in una zona di ipercomprato e ha già completato un ritracciamento di Fibonacci del 50% al livello di 1.635 dollari. Per ora, il mancato superamento di questo livello potrebbe far scendere i prezzi di ETH a 1.615 dollari, al livello di ritracciamento di Fibonacci del 61,8%.

Grafico del prezzo di Ethereum - Fonte: Tradingview
Grafico del prezzo di Ethereum – Fonte: Tradingview

Sia l’indicatore RSI che l’indicatore MACD si trovano attualmente a livelli di 54 e 0,90 rispettivamente, suggerendo che Ethereum non si trova più in uno stato di ipercomprato, il che porta a un potenziale dominio rialzista. Inoltre anche l’EMA a 50 giorni indica un potenziale rialzo del prezzo di ETH al di sopra della soglia di 1.620 dollari. 

I livelli di resistenza di Ethereum sono attualmente situati a 1.650 e 1.680 dollari. Se questi valori vengono superati, Ethereum potrebbe essere esposto a un prezzo fino a 1.720 dollari.

Investi in ETH adesso

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili. 

Alternative a Bitcoin

CryptoNews Industry Talk ha valutato le 16 migliori criptovalute per il 2023. Se stai cercando un’opportunità di investimento più promettente, ci sono altre alternative da prendere in considerazione. 

Ogni settimana vengono aggiunte alla lista nuove altcoin e progetti ICO.
 


Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

Trova il prezzo migliore per acquistare/vendere criptovalute

Tracker dei prezzi delle criptovalute - Fonte: Cryptonews
Tracker dei prezzi delle criptovalute – Fonte: Cryptonews

 

Leggi anche:

Segui Cryptonews Italia sui canali social