Pump del 10% di Fetch.ai (FET): I trader scommettono sul rally

Marcello Bonti
| 2 min read

Sta andando bene il token Fetch.ai (FET) che mostra una tendenza al rialzo nonostante le difficoltà nelle ultime 24 ore, in calo oggi ma un recupero del 9,95% in una settimana.

Il prezzo adesso è di 0,23$, e il token è interessato da una forte pressione all’acquisto.

Analisi degli indicatori chiave del prezzo di Fetch.ai


L’analisi dei prezzi di Fetch.ai mostra una prospettiva negativa, oggi FET perde oltre il 3,55% in 24 ore ma recupera il 9,95% in una settimana. Al momento il token è scambiato a 0,2317$

Il supporto chiave per FET è a circa 0,22$ e punta a un prezzo a breve termine compreso tra 0,33$ e 0,35$.

Fetch.ai ($FET) è una piattaforma di machine learning decentralizzata che di recente sta attirando l’attenzione dei trader grazie a segnali promettenti.

Dopo un periodo di stagnazione, Fetch.ai (FET) mostra segni di recupero superando le medie esponenziali a 20, 50 e 100 giorni, spesso un segnale favorevole per i guadagni futuri.

Il token solo di recente ha raggiunto il picco di 0,25$ prima di tornare al supporto chiave di 0,22$. Se il token riuscirà a mantenersi al di sopra di questo livello potrebbe fornire terreno fertile per ulteriori guadagni a breve termine.

Analisi tecnica Fetch.ai (FET)


Gli indicatori RSI (Relative Strength Index) e il MACD (Moving Average Oscillator Convergence/Divergence) sono strumenti preziosi per misurare rispettivamente il sentiment e lo slancio del mercato.

Attualmente, l’RSI di FET è a 70,16, leggermente in calo rispetto al valore di 63,5 del giorno precedente. Questa diminuzione suggerisce che il token è meno ipercomprato rispetto a prima, cosa che potrebbe essere un segnale positivo per il suo sviluppo futuro.

Per quanto riguarda il MACD, anche qui l’istogramma registra un leggero aumento, passando da 0,0030 a 0,0034. Significa che l’attuale tendenza rialzista ha il potenziale per continuare. I trader e gli investitori dovrebbero quindi tenere d’occhio questi indicatori per comprendere meglio i prossimi movimenti di Fetch.ai.

La capitalizzazione di mercato di FET è di 190,3 milioni di dollari, il volume del trading nelle 24 ore è in calo del 46% a 59,8 milioni di dollari secondo i dati di CoinMarketCap.

Dato il crescente interesse per le criptovalute legate all’intelligenza artificiale, token FET sembrano particolarmente ben posizionati per un’impennata di settembre. Questo ottimismo è rafforzato dallo slancio generale attorno alle applicazioni dell’intelligenza artificiale nello spazio blockchain, che fa ben sperare per il loro futuro.

SONIK: la nuova memecoin esplosiva


Non solo token d’utilità, buone performance e rendimenti potrebbero venire dai nuovi progetti in prevendita. È il caso delle memecoin, una particolare tipologia di criptovalute del tutto prive di utilità ma altamente speculative.

La nuova crypto da tenere d’occhio è Sonik Coin (SONIK), una memecoin ERC-20 che ha raccolto più di 923.000$ dall’inizio della prevendita.

Come suggerisce il nome, SONIK si ispira al personaggio Sonic the Hedgehog, idea perfetta per distinguersi in un mercato di cloni di Shiba Inu e Dogecoin. L’obiettivo del token è diventare la moneta più veloce nel raggiungere un market cap di 100 milioni di dollari, un obiettivo che sembra più che ragionevole vista la tendenza.

SONIK conta su una buona tokenomic decentralizzata: il 50% dell’offerta (299.792.458.000 SONIK) è destinato alla prevendita, il 40% alle ricompense per lo staking. Non male.

Per partecipare alla prevendita basta visitare il sito ufficiale e collegare il wallet crypto. Il token SONIK è venduto in prevendita al prezzo unitario di 0,000014$.

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

 

Leggi anche:

 

Segui Cryptonews Italia sui canali social