Ripple si prepara ad assumere esperti in ETF – Cosa significa?

Laura Di Maria
| 4 min read

Ci sono novità per Ripple, che sembra prepararsi a emettere un fondo quotato in borsa, ETF, legato all’andamento del proprio token XRP. Ad alzare l’asticella dei sospetti è un annuncio pubblicato dalla società crypto che cerca un Senior Manager, Business Development che si dovrà occupare di finanza decentralizzata istituzionale (DeFi).

Tra le responsabilità delineate nel ruolo c’è quella di coordinare le iniziative relative agli ETF crypto in collaborazione con i team interni dedicati al trading e con i partner più importanti.

Nel frattempo, è arrivata la smentita ufficiale da parte del colosso del risparmio gestito BlackRock, che ha rinunciato a presentare richiesta per un proprio ETF collegato al prezzo di XRP.

Ripple è in cerca di un dirigente che si occupi di ETF crypto


Questo è quanto si legge nell’annuncio, pubblicato dalla compagnia Ripple ieri, sabato 27 gennaio, direttamente sul sito ufficiale.

Nell’annuncio si legge che le responsabilità principali della figura ricercata spaziano dallo sviluppo di strategie di business per la DeFi sul piano istituzionale, alla gestione di iniziative legate agli ETF crypto con i team interni dedicati al trading e i partner commerciali.

È bastato questo breve accenno agli ETF per dare il via al totoscommesse, e parecchi osservatori hanno sottolineato la possibilità, e l’opportunità, per Ripple, di emettere questo tipo di veicolo di investimento legato al proprio token nativo, XRP.

Molti hanno ipotizzato che dopo l’approvazione del primo ETF spot di Bitcoin da parte della Securities Exchange Commission (SEC), diversi nuovi token di spicco avrebbero potuto assistere alla nascita dei propri paralleli sul mercato azionario.

Di fatto, la SEC ha già posticipato, anche se non ancora respinto, il verdetto sulle richieste di ETF collegati a Ethereum. Invece BlackRock, il maggiore gestore patrimoniale al mondo, ha ufficialmente tirato i remi in barca e rinunciato a presentare richiesta di ETF spot legato a XRP.

La vittoria che Ripple ha portato a casa finora è parziale. In pratica il giudice sostiene che la vendita dei titoli ai privati non possa essere equiparata a quella di titoli azionari. Al contrario, però, le vendite fatte agli investitori istituzionali lo sono, e per questo si è ancora in attesa di verdetto e dell’ammontare della pena.

 

BlackRock rinuncia a richiedere l’approvazione di un ETF spot su XRP


A scoraggiare il colosso della finanza è l’attuale controversia legale tra SEC e Ripple che ancora non sembra pronta per dichiararsi conclusa. Malgrado le vittorie per Ripple durante l’estate, restano ancora alcuni punti da chiarire e diversi gradi d’appello a cui le parti potrebbero ricorrere ribaltando l’esito delle sentenze emesse finora.

Lo scorso luglio, la giudice Torres si era espressa riguardo la vendita di XRP ribadendo che l’asset non si può equiparare a un “contratto di investimento”, leggi titolo. Però, dal punto di vista normativo ci sono ancora forti lacune che lasciano spazio a dubbi e interpretazioni.

L’ambiguità normativa non è un ostacolo da poco per società finanziarie della portata di BlackRock. L’incertezza sullo status giuridico di XRP alimenta il livello di rischio del relativo veicolo di investimento, in questo caso l’ETF spot.

Non aiuta nemmeno la posizione assunta dal CEO di Ripple, Brad Garlinghouse, che ha criticato in maniera diretta il presidente della SEC Gary Gensler, attribuendogli una “responsabilità politica” per l’economia degli USA.

Non sembra esserci una tregua in vista tra settore crypto e legislatori. Così, a quanto pare, Ripple ha deciso di correre ai ripari e dotarsi di una figura interna per gestire eventuali prodotti della società ufficialmente quotati in borsa.

Il possibile effetto di un ETF spot su XRP


Se un ETF spot di XRP fosse realmente introdotto sul mercato, gli effetti potrebbero essere diversificati abbracciando tanto l’entusiasmo che incertezza. Come per l’ETF di Bitcoin, l’effetto desiderato è di attirare nuovi investitori, specie quelli istituzionali, che potrebbero dare impulso ai prezzi.

D’altra parte, la crisi sul piano legale e l’aperto scetticismo mostrato da attori del calibro di BlackRock aggiungono un livello di incertezza. Prevedere l’impatto di un ETF è difficile: potrebbe spingere XRP verso nuove vette o avere un effetto più contenuto. Fattori come il tipo di ETF, la concorrenza di altre criptovalute e l’analisi tecnica influenzeranno il risultato.

Analisi del prezzo di XRP


Nel frattempo, il prezzo di XRP continua a seguire l’andamento generale del mercato. Di recente, il token ha rischiato di scendere al di sotto della zona di supporto di 0,50$ dopo perdite per diversi giorni consecutivi.

In questo momento, XRP è scambiato a 0,53$, pressoché statico nelle 24 ore ma con un guadagno nelle 48 ore di circa il 2%. Sul grafico settimanale, XRP mostra un calo del 4,38%.

Sul piano dell’analisi tecnica, si evince il predominio di sentimenti ribassisti nei confronti di XRP.

Resta da vedere se il nuovo annuncio pubblicato dalla società sarà accolto con favore dalla community degli investitori o se alimenterà nuovi dubbi riguardo la strategia complessiva.

___

Leggi anche: