10 lug 2021 · 2 min read

Le banche Sud Coreane indagheranno gli exchange sulle norme sulla privacy

Le banche sudcoreane devono tenere conto delle politiche sulla privacy delle monete degli exchange di criptovalute, della nazionalità dei loro clienti e dei precedenti penali dei dipendenti, classificandoli come elementi "ad alta priorità" quando conducono controlli di valutazione del rischio sull'opportunità di collaborare con piattaforme di trading.

Fonte: Adobe/Swapan

Come riportato in precedenza, gli exchange di criptovalute hanno tempo fino al 24 settembre per collaborare con una banca commerciale nazionale in grado di fornire servizi di attivazione/disattivazione fiat autenticati con nome reale e verificati con numero di previdenza sociale oppure dovranno chiudere i battenti.

Ma il governo ha detto alle banche che devono accettare il 100% del rischio connesso alla partnership con un exchange, il che significa che se un caso di riciclaggio di denaro si verifica su una piattaforma di trading, la loro banca partner dovrebbe assumersi la colpa.

Dopo che il regolatore finanziario questa settimana ha essenzialmente detto al settore bancario di smettere di lamentarsi e accettare il loro destino, le banche hanno risposto rafforzando i criteri che utilizzeranno per valutare le richieste di partnership per l'exchange di criptovalute.

Secondo Yonhap e Biz Watch, una federazione bancaria sudcoreana ha svelato una scala di rischio per le banche che desiderano calcolare l'esatto ammontare di pericolo connesso ad un potenziale partner exchange.

La scala comprende i seguenti elementi:

  • Certificazione di sicurezza dei dati
  • Con quanta efficacia vengono gestiti depositi, token e dettagli delle transazioni per ciascun cliente
  • Se i token che promuovono la privacy sono elencati o meno
  • Storia di appropriazione indebita e/o frode da parte di dirigenti e dipendenti
  • Storico dell'hacking
  • Redditività
  • Nazionalità degli utenti
  • Valutazione del credito
  • Numero di token elencati
  • Numero di clienti ad "alto rischio"

Alle banche è stato anche detto di controllare come gli exchange hanno gestito i rischi antiriciclaggio (AML) su base interna, le politiche di audit interno, le misure di verifica dei clienti e i protocolli di verifica dell'ID dei dipendenti.

Le banche hanno affermato che, a meno che il governo non rilassi la sua posizione sulla regolamentazione delle criptovalute, è probabile che solo i quattro exchange che attualmente hanno partner bancari con "nomi veri" riusciranno a superare il 24 settembre.

Nel frattempo, gli operatori di V Global, un exchange di criptovalute domestico che la polizia sospetta sia una copertura per uno schema cripto Ponzi del valore di circa 1,75 miliardi di UD, hanno subito un altro colpo. La polizia, che ha arrestato quattro membri dello staff tra cui il 31enne amministratore delegato dell'azienda e almeno altri due dirigenti, ha deferito tutti e quattro i casi alla procura.

Yonhap ha riferito che i pubblici ministeri probabilmente annunceranno se cercheranno di incriminare il gruppo con l'accusa di frode alla fine di questo mese, dopo che i clienti si sono lamentati che gli erano stati promessi stravaganti rendimenti sulle loro puntate.

La polizia ha affermato che l'amministratore delegato si stava godendo uno "stile di vita sontuoso" prima dell'arresto.

 

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN   
___
Per saperne di più: 
- Hope in S Korea as Ruling Party Says ‘Let’s Institutionalize Crypto’
- South Korean Crypto Exchanges Ready for Legal Fight Amid Closure Threats
- Top South Korean Crypto Exchanges Purging Altcoins in Late-night Culls