14 set 2021 · 4 min read

La SEC dà la caccia ai Crypto Exchange e alle Altcoin

SEC crypto exchange
Gary Gensler. Fonte: Uno screenshot del video, Youtube/U.S. Securities and Exchange Commission

Dopo la pubblicazione della testimonianza del capo dell'American Securities and Exchange Commission (SEC), Gary Gensler, il Cryptoverso sostiene che il regolatore potrebbe essere deciso a far chiudere i battenti a (quasi) tutti i crypto exchange che offrono il trading di Altcoin, a meno che non si registrino con loro - tranne quelli che offrono esclusivamente bitcoin (BTC) ed ethereum (ETH).

Gensler dovrebbe comparire oggi davanti alla Commissione del Senato degli Stati Uniti per le banche, l'edilizia abitativa e gli affari urbani, prima della quale la sua testimonianza è stata resa disponibile al pubblico.

"Francamente, in questo momento, [le criptovalute sono] più simili al selvaggio West o al vecchio mondo di "attenti all'acquirente" che esisteva prima che venissero emanate le leggi sui titoli", ha osservato Gensler. "Questa classe di asset è piena di frodi, truffe e abusi in alcune applicazioni".

La SEC tiene d'occhio nuovi progetti crypto

Per proteggere gli investitori nel mercato delle criptovalute, ci sono "un certo numero di progetti" che la SEC sta tenendo d'occhio, tra cui piattaforme di trading e prestiti di criptovalute, offerta e vendita di criptovalute, custodia, veicoli di investimento che forniscono esposizione a criptovalute/derivati ​​crypto e " monete di valore stabile."

Molte piattaforme hanno numerosi token su di esse e "la probabilità è piuttosto remota che, con 50, 100 o 1.000 token, una determinata piattaforma abbia zero titoli, ha affermato il presidente, aggiungendo:

"Non commettete errori: nella misura in cui ci sono titoli su queste piattaforme di trading, secondo le nostre leggi devono registrarsi presso la Commissione a meno che non abbiano diritto ad un'esenzione".

Rispetto a questo, così come a una più ampia serie di quadri politici, ha affermato Gensler, la SEC sta lavorando con la Commodity Futures Trading Commission (CFTC), la Federal Reserve, il Dipartimento del Tesoro, l'Ufficio del controllore della valuta e altri.

Crypto Exchange sotto minaccia

E il Cryptoverse ha finora visto queste dichiarazioni come piuttosto minacciose nei confronti degli exchange di criptovalute negli Stati Uniti, con il partner di Hogan & Hogan, Jeremy Hogan, che ritiene che ciò che le parole di Gansler significano è che gli exchange stanno vendendo ciò che la SEC ritiene siano titoli, e che stanno dando la caccia a queste aziende senza prima "preavvisi o 'chiarimenti'".

"Non credo che i mercati abbiano compreso appieno le implicazioni della dichiarazione di Gensler", ha affermato l'avvocato fiscale e fintech Arturo Portilla, affermando:

"Ci sono solo 2 criptovalute con cui gli exchange statunitensi possono sentirsi a proprio agio: BTC ed ETH. L'elenco di QUALSIASI altra criptovaluta potrebbe comunicare la necessità che l'exchange si registri alla SEC."

Un certo numero di altri commentatori ha anche preso le affermazioni di Gensler nel senso che il regolatore sta dando la caccia ad altcoin e "shitcoin", come alcuni hanno affermato. Alcuni commentatori sostengono che molte altcoin sono effettivamente truffe o titoli e che la SEC sarebbe giustificata nel chiuderli.

"O tutti o nessuno"

Le controargomentazioni offerte qui sono che dovrebbe essere una regolamentazione per tutti o nessuno: le altcoin non dovrebbero essere regolamentate quando invece BTC ed ETH possono rimanere fuori dal mirino della SEC.

Altri hanno aggiunto che il problema è la legge stessa, o la mancanza di chiarezza per essere precisi, poiché la registrazione non sarebbe un problema se ci fosse chiarezza della legge. Nel frattempo, il trader di criptovalute ed economista Alex Krüger ha sostenuto che la tecnologia e le normative devono adattarsi l'una all'altra.

E mentre alcuni si chiedevano se i mercati avrebbero davvero reagito a una decisione di un regolatore statunitense, altri hanno sostenuto che le monete potrebbero semplicemente essere listate da un altro paese.

Detto questo, c'è chi scopre che molti altri paesi potrebbero seguire l'esempio degli Stati Uniti.

Un'altra cosa che ha attirato l'attenzione del criptoverso è la menzione di "moneta di valore stabile". Anche questo, dicono alcuni, potrebbe essere una strada verso una pesante regolamentazione degli exchange di criptovalute, nonché un modo per controllare la narrativa.

"Chiunque abbia inventato una "moneta di valore stabile" deve ottenere un aumento, quindi chiudere ed andare a costruire nel settore crypto", ha twittato Crypto Law Review. "Non stanno solo parlando di monete "stabili" fissate alla fiat, ma stanno anche puntando al primo premio: criptovalute supportate da materie prime con piena negabilità. Parla di controllo narrativo."

E mentre Gensler ha invitato piattaforme e progetti a "entrare e parlare con noi", alcuni commentatori affermano che le aziende ci hanno provato e si sono "scottate". Nello specifico, Ripple è menzionato qui, poiché la SEC è ancora in una lunga e dura battaglia con l'azienda, avendo accusato i dirigenti di Ripple, di aver "consapevolmente" venduto XRP come "titolo non registrato".

_______

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______
Scopri di più:
- Coinbase accusa la SEC di comportamento discutibile
- Presidente SEC: La DeFi non è decentralizzata e va regolata

- DeFi: la regolamentazione è in arrivo
- "L'innovazione di Bitcoin è reale" e altri 9 punti chiave dal discorso del presidente della SEC

- Trader di derivati cripto vanitosi: i regolatori li possono beccare
- Banche Russe bloccano le transazioni con i crypto exchange