La SEC invia un segnale negativo per gli ETF Bitcoin ma positivo per Grayscale

La US Securities and Exchange Commission (SEC) sta ora inviando segnali di exchange-traded fund (ETF) su bitcoin (BTC) (ed ethereum (ETH)) alquanto negativi - questo potrebbe invece essere un buon segno per Grayscale Bitcoin Trust (GBTC) .

Fonte: iStock / Pgiam

Com'è praticamente noto ormai, un ETF americano è una creatura piuttosto sfuggente, non perché non ci sia nessuno a lanciarlo - al contrario, molti ci hanno provato negli ultimi otto anni - ma perché il regolatore del paese continua a rifiutare questi documenti.

Secondo la dichiarazione della SEC, BTC, inclusa l'esposizione sui guadagni attraverso il mercato dei future su bitcoin, è un investimento altamente speculativo, che è soggetto a volatilità, mancanza di regolamentazione e con potenziale di frode e manipolazione.

Da quando le posizioni della Divisione di Management degli Investimenti (IM) sono state emesse in una lettera del 2017, il mercato dei future di bitcoin si è sviluppato, hanno osservato, vedendo un aumento dei volumi di scambio e delle posizioni aperte; ha costantemente prodotto un prezzo considerevole per i future BTC e non ha presentato le sfide di custodia associate ad alcuni investimenti basati su criptovalute perché i future sono regolati in contanti.

L'IM con la Divisione di Analisi Economica e dei Rischi e la Divisione delle Esaminazioni "monitorerà attentamente l'impatto delle pertecipazioni dei fondi comuni di investimento in future di Bitcoin sulla protezione degli investitori, la formazione del capitale e l'equità e l'efficienza dei mercati", hanno affermato, e questo include:

"Considera [re] se, alla luce dell'esperienza dei fondi comuni di investimento nel mercato dei future di bitcoin, quest'ultimo possa ospitare ETF che, a differenza dei fondi comuni di investimento, non possano impedire che ulteriori risorse degli investitori entrino nell'ETF se esso diventasse troppo grande o dominante nel mercato, o nel caso in cui la liquidità nel mercato inizi a diminuire ".

Tra i fondi aperti, l'investimento nel mercato dei future di bitcoin dovrebbe essere perseguito solo da fondi comuni di investimento con "strategie appropriate" che lo supportano e la piena divulgazione dei rischi materiali, ha detto lo staff. Ma i fondi chiusi non prevedono il rimborso giornaliero delle loro azioni e non presentano gli stessi tipi di sfide di liquidità dei fondi aperti, hanno aggiunto, quindi qualsiasi fondo chiuso che cerca di investire nel mercato dei future di bitcoin è incoraggiato a consultare l'IM prima di presentare una dichiarazione di registrazione "sulla proposta di investimento del fondo, l'Investment Company Act sulla conformità anticipata, le sue regole e su come il fondo fornirebbe un'adeguata protezione agli investitori".

Questi commenti arrivano dopo che Gary Gensler ha assunto la carica di presidente della SEC, con i suoi primi commenti che gettano acqua fredda sulla speranza che la Commissione possa approvare un ETF BTC quest'anno.

L'analista ETF di Bloomberg Intelligence Eric Balchunas ha affermato che con questa nota la SEC sta effettivamente dicendo agli investitori al dettaglio di "continuare a utilizzare GBTC", mentre un ETF BTC non sarebbe nemmeno tra i primi 50 ETF più volatili del paese.

Prima del più recente avvertimento della SEC, Balchunas ha detto all'inizio di questa settimana di essere più ottimista che mai sul fatto che il 2021 potrebbe essere l'anno dell'ETF BTC statunitense, per quattro motivi: 1) maggiore adozione istituzionale; 2) crescita intensa di prodotti cripto"predefiniti" come GBTC "che non sono ideali per gli investitori al dettaglio e la SEC lo sa", 3) ETF canadesi, che hanno funzionato bene e hanno visto molto movimento; 4) Gensler che entra come presidente.

"Penso che il tempismo sia ora cruciale per questa questione a causa dell'aumento dei flussi verso questi ETF "predefiniti" come GBTC e verso le azioni di società che stanno mettendo in bilancio Bitcoin", ha detto. Più la SEC attende "più diventerà complicato quando decideranno di approvarli, a causa di tutto il denaro che sta affluendo verso questi prodotti. Inoltre, più a lungo rimandano, più la loro scelta sarà cruciale per il primo che uscirà con l'ETF che sarà immediatamente ricco. [...] Chi esce per primo è apposto per la vita".

Come riportato ad aprile, la grande società di investimenti Crtipto con sede negli Stati Uniti, Grayscale Investments, ha affermato di essere "impegnata al 100%" nel convertire il proprio Grayscale Bitcoin Trust in un ETF appena sarà possibile. La società detto di essere fiduciosa del suo attuale posizionamento e impegno con la SEC.

GBTC, che è attualmente chiusa agli investimenti, ha circa 37 miliardi di dollari di asset in gestione.

I trust di Grayscale sono strutturati per contenere le cripto sottostanti, mentre il valore di ciascuna azione dipende dalla quantità di cripto gestita. Forniscono anche una struttura familiare per la contabilità e la tassazione. Tuttavia, non è possibile riscattare le cripto sottostanti.

L'attuale prezzo di mercato di un'azione GBTC è inferiore a 45 USD, ovvero il 14% inferiore all'importo di BTC detenuto per azione.

Alla fine dello scorso anno e all'inizio di quest'anno, l'elevata domanda da parte degli investitori istituzionali ha portato ad un premio elevato (+ 40%) sulla fiducia per BTC di Grayscale. Tuttavia, è andato in negativo a marzo e ora è superiore al -14%, rispetto al 19% di ieri, secondo i dati di Bybt.com.

Nel frattempo, a marzo, il Chicago Board Options Exchange (Cboe) ha presentato una domanda per quotare un BTC ETF dalla società di gestione degli investimenti con sede a New York VanEck e dal suo Bitcoin Trust. Ed in maggio, Cboe ha presentato istanza per un Fidelity BTC ETF. A febbraio, NYDIG, una società controllata da Stone Ridge che fornisce servizi cripto agli investitori istituzionali, ha anche affermato di voler lanciare un ETF BTC. Nel frattempo, VanEck mira anche a lanciare il primo fondo negoziato nella borsa negli Stati Uniti che traccia ETH.

Molti credono che l'approvazione di un ETF Bitcoin negli Stati Uniti sarebbe un momento di svolta per l'adozione di BTC. Molteplici sondaggi hanno indicato che i consulenti finanziari negli Stati Uniti sarebbero desiderosi di investire il denaro dei loro clienti in ETF BTC.

"Se Gensler non è ancora completamente a suo agio con gli exchange cripto, è altamente improbabile che benedica un ETF Bitcoin", ha detto a Bloomberg Nate Geraci, presidente della società di consulenza ETF Store.

Inoltre, Ben Johnson, direttore globale della ricerca ETF di Morningstar Inc., ha aggiunto che "dato che la SEC ha pesci più grandi da friggere e tenendo conto delle recenti osservazioni di Gensler sugli ETF cripto, penso che le probabilità di vedere un ETF Bitcoin approvato nel 2021 siano molto basse ".

Nel frattempo, mentre il mondo attende di vedere se il primo ETF cripto americano verrà approvato, questi ETF sono diventati praticamente all'ordine del giorno in Canada e in Europa.

Alle 10:49 UTC, BTC viene scambiato a 57.015 USD, avendo apprezzato il 2,5% in un giorno e il 7% in una settimana.

___
Per saperne di più:
- Australian Crypto ETF
- New Bitcoin ETF Investors To Come Via Dubai

- Not Only Institutional Investors Focus On Bitcoin Now - Goldman Sachs
- Opinions Divided on Bitcoin ETF in US as Experts Say 2021 Launch Is Possible