Solana frena l’entusiasmo a 110$: SOL riuscirà ad arrivare a 500$?

Laura Di Maria
| 3 min read

SOL ha perso l’1% nelle ultime 24 ore, e il prezzo è sceso a 110$ mentre il mercato crypto, ancora rialzista, oggi guadagna ancora il 3%.

Nonostante la sua lieve oscillazione, SOL ha guadagnato il 5% in una settimana ed è anche cresciuto del 14% in 30 giorni.

È stato l’aumento del 400% nell’ultimo anno a farne uno token più performanti degli ultimi tempi. Oggi il suo slancio rimane forte potrebbe facilmente riprendere la crescita nei prossimi mesi.

Previsione dei prezzi di Solana: SOL cala a 110$. SOL raggiungerà i 500$?


SOL riprende slancio dopo alcuni giorni deludenti durante la scorsa settimana. Ora i indicatori puntano tutti verso nuovi guadagni in arrivo.

L’indice di forza relativa (viola) è salito rispetto a quasi 45 di una settimana fa, a quasi 60 di oggi. La direzione intrapresa sembra ancora molto positiva.

Anche la media mobile a 30 giorni di SOL (gialla) ha ripreso a salire, prospettando guadagni in arrivo dopo il breve calo.

Altro dato incoraggiante, è che il volume del trading nelle 24 ore per Solana è salito a 3 miliardi di dollari. Questo segnale mostra l’interesse forte del mercato verso l’altcoin.

Fatte le dovute premesse sul piano tecnico, ci sono alcuni fattori di cui tenere conto. Le whale potrebbero infatti interpretare il rialzo di ieri sera come un’occasione per incassare i profitti generati finora. Dall’analisi dei movimenti recenti questa sembra essere stata la scelta di alcuni grossi investitori.

C’è da dire, però, che Solana sembra godere di buona salute. Il token che continua a essere l’alternativa più popolare dopo Ethereum da parte degli investitori istituzionali in termini di patrimonio totale in gestione. Lo mostrano i dati di CoinShares.

Non solo è tra le favorite, ma conta su alcuni fondamentali molto forti. In questo momento Solana è una tra le blockchain che registra la maggiore crescita e sviluppo.

Nell’ultimo anno il valore totale bloccato sul protocollo è cresciuto del 736%. A guidare la crescita anche il rinnovato interesse per gli NFT e l’interesse per le memecoin native sulla blockchain di Solana.

L’attuale battuta d’arresto è la prima in circa un anno. Solana sembra essersi ripresa presto da questo passo falso.

Ora che il mercato crypto è sempre più rialzista grazie alla spinta dei crescenti volumi per BTC grazie all’impatto degli ETF, Solana sembra puntare ancora più in alto. Già nelle prossime settimane e mesi i rendimenti potrebbero essere notevoli.

Entro la primavera l’obiettivo ragionevole potrebbe essere a 150$, per poi superare i 200$ nella seconda metà del 2024.

Alternative in ascesa con un forte potenziale


SOL sta andando molto bene ma non è l’unico progetto promettente sul mercato. Anche altri token più nuovi e quindi a bassa capitalizzazione sembrano molto forti.

Se buona parte delle coin appena lanciate presto vengono dimenticate dopo il primo entusiasmo, quelle con buoni fondamentali possono crescere. In questi casi lavorano per ottenere nuovi listing e raggiungere nuovi wallet.

Un buon esempio in questo senso è Smog (SMOG), un token sviluppato su Solana ed Ethereum quotato alcune settimane fa sugli aggregatori DEX Jupiter e Birdeye.

Ha registrato un guadagno di oltre il 2.500% dal prezzo del listing e, aspetto positivo, SMOG ha mantenuto la maggior parte dei guadagni iniziali. Cosa, questa, che non sempre riescono a garantire le nuove memecoin.

La ragione principale della forza di SMOG oltre al successo del lancio iniziale è che propone un interessante meccanismo di airdrop. Il punto di forza è che offre un motivo concreto per non scaricare subito il token ma a conservarlo a lungo termine.

Il 35% della sua offerta complessiva di 1,4 miliardi di SMOG andrà agli airdrop con cadenza regolare. I lanci inizieranno nel secondo trimestre di quest’anno.

La maggior parte dei token toccherà gli investitori che posseggono grosse quote di SMOG. Il meccanismo di distribuzione è pensato per premiare lealtà e la compromesso a lungo termine.

È anche interessate notare che SMOG prevede lo staking che al momento frutta un rendimento su base annua del 42%.

Insieme al meccanismo di airdrop, lo staking incentiva i titolari a non scaricare il token il più a lungo possibile.

Infine, Smog prevede una gamificazione del coinvolgimento dei membri della community. Missioni speciali per i titolari del token permetteranno di ottenere ricompense interessanti. La community è già nutrita e l’account X ora vanta 30.000 follower.

I trader possono acquistare il token ora sul sito ufficiale di Smog oppure sui DEX Jupiter o Birdeye. Nuove quotazioni su altri exchange potrebbero influenzare l’azione dei prezzi.

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

Leggi anche: