Home News

Il Parlamento della Corea del Sud offre ai sostenitori pro-cripto un barlume di speranza

Di Tim Alper
Il Parlamento della Corea del Sud offre ai sostenitori pro-cripto un barlume di speranza 101
Source: iStock/AaronChoi

Gli attivisti che sperano di allontanare Seoul dalla sua politica di disparità di trattamento di blockchain e criptovalute sono stati sostenuti dall'annuncio di un membro senior della commissione dell'Assemblea Nazionale - il quale suggerisce che il parlamento del paese potrebbe essere pronto a prestare il suo sostegno a due mozioni di membri privati ​​pro-cripto.

Il governo sudcoreano ha bandito le ICO, posto limiti al trading e reso quasi impossibile per le società di venture capitaling investire in società legate alle criptovalute, mentre continua a sostenere il fiorente settore blockchain del paese.

Tuttavia, un certo numero di politici influenti ha fatto tentativi audaci per far passare attraverso il parlamento delle bozze di deputati ​​privati che metterebbero fine alle politiche anti-cripto di Seoul.

Come riportato in precedenza, Lee Sang-min, un deputato del Democratic Party, ha proposto una legge che, se passasse, annullerebbe il divieto per le ICO. L'attivista pro-cripto Song Hee-kyung, del partito rivale Liberty Korea, ha presentato una mozione simile.

Entrambe le mozioni sono state esaminate dal Comitato per le Scienze, ICT, Trasmissioni Televisive e Comunicazioni dell'Assemblea Nazionale, il cui consulente senior Lim Jae-joo ha dichiarato: secondo News1, che la Commissione avrebbe dato una "valutazione positiva" ad entrambe le mozioni.

Lim ha detto che il governo adesso dovrebbe considerare se vuole identificare il settore delle criptovalute come "un obiettivo per la promozione del settore".

Lim ha aggiunto:

“Considerando l'attuale storia politica del governo [sulle questioni relative alle criptovalute], è necessario esaminare ulteriormente se sia appropriato o meno promuovere il settore delle criptovalute accanto all'industria blockchain."

La politica di disparità di trattamento tra criptovalute e blockchain di Seoul è stata definita "impraticabile" dai suoi critici, anche se molte delle principali società del settore IT, elettronica, telecomunicazioni e banche hanno svelato i loro piani per commercializzare le loro offerte blockchain per il grande pubblico a partire da questo mese.

Nella sua più recente visita a Seoul, il co-fondatore di Ethereum Vitalik Buterin aveva detto all'Assemblea Nazionale che separare la tecnologia blockchain dalle criptovalute sarebbe "difficile".

Più Articoli