03 mag 2022 · 4 min read

Bitcoin scivola al ribasso

Fonte: Adobe/Xiongmao

 

Martedì il prezzo di bitcoin (BTC) ha oscillato, poiché i partecipanti al mercato hanno adottato un approccio attendista in vista dell'annuncio del tasso di interesse previsto da parte della Federal Reserve (Fed) degli Stati Uniti mercoledì. Nel frattempo, gli analisti hanno affermato che bitcoin sembra resiliente di fronte a una prospettiva negativa per gli asset rischiosi.

Il prezzo di Bitcoin

Alle 14:13 UTC, BTC si attestava a 38.394 USD, in calo dell'1% nelle ultime 24 ore e del 5% negli ultimi 7 giorni. Allo stesso tempo, ethereum (ETH) è stato scambiato a 2.837 USD, in rialzo dello 0,5% per la giornata e in calo di quasi il 6% per la settimana.

Le mosse di martedì arrivano mentre il mercato attende un annuncio dalla Fed mercoledì, con l'aspettativa che la banca centrale aumenterà i tassi di mezzo punto percentuale.

Il Wall Street Journal ha affermato che gli analisti si aspettano inoltre che la banca lo seguirà con un altro aumento di mezzo punto a giugno, e forse anche di più dopo.

Inoltre, la Fed dovrebbe iniziare a ridurre il suo portafoglio di asset da 9 trilioni di dollari a giugno. Si prevede che ciò avvenga a un ritmo molto più rapido rispetto a esperimenti simili cinque anni fa, afferma lo stesso rapporto.

Bitcoin "sorprendentemente solido"

Nel frattempo, la società di analisi on-chain Glassnode ha commentato lo stato del mercato in una newsletter lunedì, affermando che, nonostante le recenti perdite, BTC è "rimasto sorprendentemente solido, su base relativa".

"Mentre gli indici S&P500 e Nasdaq sono stati scambiati ai nuovi minimi locali della tendenza ribassista prevalente, il prezzo di bitcoin rimane nell'intervallo e continua a mancare di uno slancio definitivo in entrambe le direzioni", hanno scritto gli analisti.

Correlazioni tra bitcoin e mercati tradizionali "quasi ai massimi storici"

 

Tuttavia, Glassnode ha avvertito che le correlazioni tra bitcoin e mercati tradizionali rimangono "quasi ai massimi storici" e ha affermato che la percezione generale di bitcoin come asset rischioso è un "vento contrario significativo" per il prezzo in futuro.

Un sentiment simile è stato condiviso anche dal popolare analista di bitcoin on-chain Willy Woo, che questo fine settimana ha scritto che il fatto che bitcoin stia reggendo mentre le azioni scendono e USD aumenta è "una testimonianza degli acquisti spot senza precedenti che stanno accadendo in questo momento".

Woo ha aggiunto che “gli investitori vedono già BTC come un porto sicuro, ci vorrà del tempo prima che il prezzo si rifletta. Aspetta che i venditori di futures finiscano le munizioni".

Anche twittando lunedì, la piattaforma di monitoraggio del sentiment crypto Santiment ha affermato che "i tassi di finanziamento in borsa per bitcoin hanno mostrato una propensione al desiderio ancora una volta dopo che la settimana di negoziazione originariamente si è aperta con una significativa presa di profitto".

Ha poi aggiunto che un certo livello di "FUD" (paura, incertezza e dubbio) tra gli operatori del mercato è necessario per creare "condizioni ottimali di aumento dei prezzi".

Infine, il leggendario trader Paul Tudor Jones ha detto alla CNBC del mercato che "non abbiamo mai visto niente del genere dagli anni '70" e che "è difficile non voler rimanere a lungo sulle criptovalute a causa del capitale intellettuale che sta andando in quel settore. "

In un rapporto pubblicato di recente, l'analista del Credit Suisse Zoltan Pozsar ha indicato una serie di importanti rischi per l'economia globale legati ai punti di strozzatura della catena di approvvigionamento.

Tra i rischi, Pozsar ha indicato come fondamentale la fornitura di gas neon ai produttori di microchip e ha affermato che la guerra in Ucraina sta peggiorando la situazione. Inoltre ha scritto che senza gas al neon, i microchip - necessari in tutto, dall'elettronica di consumo alle automobili e alle attrezzature militari avanzate - non possono essere prodotti.

Il gas neon è principalmente un sottoprodotto della produzione di acciaio e una delle più grandi acciaierie del mondo si trova nella città ucraina di Mariupol, che viene distrutta dalle forze russe.

Inoltre, Pozsar, che in precedenza ha affermato che bitcoin potrebbe trarre vantaggio dalla guerra in Ucraina, ha affermato che è probabile che i prezzi del petrolio aumentino e che il governo "avrà bisogno di molti soldi" per affrontare queste sfide. Inoltre ha affermato l'analista che  "la Fed farà di nuovo [quantitative easing, QE] entro l'estate 2023".

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______
Per saperne di più:
- Previsione di prezzo di Ethereum 2022
- As Bitcoin Keeps Tanking, Arthur Hayes Joins Chorus of USD 1M BTC Predictors and Warns of 'The Doom Loop'
- Previsione prezzo di BTC 2022: rottura sopra gli 80.000 USD
- Prezzo di Bitcoin più basso con l'aumento dei tassi?
- Fed in pausa e BTC "va sulla luna"
 

____