Talebani rilasciano i trader di criptovalute arrestati

Ruholamin Haqshanas
| 3 min read
Talebani
Fonte: Adobe / Андрей Глущенко

 

I talebani hanno rilasciato i trader di criptovalute arrestati dopo circa una settimana di detenzione, ma hanno imposto un divieto nazionale sugli asset digitali citando truffe e frodi.

Secondo quanto riportato dai media locali, il 14 agosto, le forze talebane hanno fatto irruzione in un totale di 16 exchange di criptovalute locali a Herat, la terza città più grande dell’Afghanistan, senza preavviso, e hanno arrestato i trafficanti di criptovalute chiudendo le loro attività.

Afghanistan: vietate le operazioni realative alle criptovalute

I trader di criptovalute arrestati sono stati rilasciati alla fine della scorsa settimana, ma è stato chiesto di interrompere tutte le operazioni relative alle criptovalute, ha detto a Cryptonews.com il CEO di uno degli exchange di criptovalute locali, che ha chiesto di rimanere anonimo per motivi di sicurezza.

Il CEO ha aggiunto di non aver ricevuto alcun preavviso e di non avere idea che i talebani avessero bandito le criptovalute.

Inoltre ha detto: “ci hanno arrestato per dirci che non possiamo continuare le nostre operazioni”.

Nel frattempo, rapporti locali affermano che i talebani avevano imposto un divieto alle criptovalute tre mesi fa. Sayed Shah Saadat, capo dell’unità anticrimine della polizia di Herat, ha affermato che la banca centrale dell’Afghanistan, Da Afghanistan Bank, ha chiesto misure contro le attività crypto.

Saadat ha affermato: “La banca Da Afghanistan ha dichiarato in una lettera che il trading di valuta digitale ha causato molti problemi e sta truffando le persone, quindi dovrebbero essere chiuse”. “Abbiamo agito e arrestato tutti i  soggetti coinvolti nell’attività e chiuso i loro negozi. “

Si diceva che le forze talebane avessero anche sequestrato le criptovalute dei trader di criptovalute arrestati. Tuttavia, l’amministratore delegato ha negato questa affermazione.

Secondo quanto riferito, Herat, la provincia più occidentale dell’Afghanistan vicino al confine con l’Iran, ospita quattro dei sei noti exchange di criptovalute afgani.

A parte Herat, gli exchange di criptovalute locali stanno attualmente riprendendo le loro operazioni in altre province dell’Afghanistan, ha affermato un dipendente di un exchange di criptovalute locale con sede a Kabul.

Come riportato, diversi exchange di criptovalute locali in Afghanistan hanno cercato di nascondersi nell’ottobre dello scorso anno dopo che i talebani hanno preso il controllo del paese nel tentativo di evitare di attirare la loro attenzione. A quel tempo, Sayed, CEO e fondatore di uno exchange di criptovalute a Kabul, espresse preoccupazione sul fatto che i talebani consideressero i crypto asset come Haram (non conformi alla legge della Sharia).

Inoltre ha affermato: “molti studiosi musulmani hanno presentato la loro prospettiva [Fatwa] sulla questione delle criptovalute, dichiarando che si tratta di Halal. Ha affermato che i talebani potrebbero rifiutarsi di accettare tali prospettive”.

Nella teologia islamica sono commerciabili solo oggetti con valore intrinseco. Se uno studioso ritiene che le criptovalute abbiano valore in sé e per sé e non siano solo valute speculative senza ulteriore utilizzo, le dichiarerebbero come Halal (conforme alla legge della Sharia).

In particolare, i talebani non hanno presentato in modo uniforme il loro punto di vista sulle criptovalute e le hanno invece bandite, citando i rischi di truffe e frodi.

Gli exchange di criptovalute in Afghanistan incorporano il modello peer-to-peer (P2P), il che significa che per acquistare o vendere criptovalute, un cliente deve partecipare di persona e attendere che tutte le transazioni vengano elaborate. L’operazione avviene utilizzando denaro contante e non richiede la divulgazione da parte di nessuna delle parti coinvolte.

Nel suo Global Crypto Adoption Index 2021, la società di analisi blockchain Chainalysis ha classificato l’Afghanistan al 20° posto su 154 paesi in termini di adozione di criptovalute.

____

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

– Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

– Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

– Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN
___

Per saperne di più:
16 Afghan Exchanges Shut Down
Talebani non hanno ancora dichiarato le criptovalute legali
Criptovalute e bitcoin: danno speranza in Afghanistan
Il prezzo di Bitcoin tornerà a 65.000 USD?
Coinbase vuole investire in abbonamenti e servizi
Brasile: Senato vuole assumere esperti di criptovalute