Trader trasforma $500K in 5,3 milioni di dollari in 6 mesi

Laura Di Maria
| 4 min read

Un trader crypto ha realizzato un profitto di quasi 5 milioni di dollari in sei mesi partendo da una posizione aperta sulla meme coin PEPE. Al momento dell’investimento, la posizione aveva un valore medio di circa 500.000 dollari, che si è trasformata in una valutazione di circa 5,3 milioni di dollari al momento della vendita.

In pratica, l’indirizzo ‘0x42C8’ ha prelevato un totale di 365,96 miliardi di PEPE dall’exchange di criptovalute MEXC nel giro di tre giorni. All’epoca dell’operazione, tra il 13 e il 16 dicembre scorso, questa quantità di token valeva circa 496.000 dollari, come conferma anche Lookonchain.

Sei mesi dopo, il 4 giugno alle 03:26 UTC, il trader crypto ha trasferito tutti i token su Binance. Un aspetto interessante dell’operazione è che di solito questo vuol dire che il trader è pronto per la vendita e per chiudere la posizione semestrale su PEPE ora che poteva incassarne i profitti realizzati.

Al momento in cui Lookonchain ha pubblicato la transazione, PEPE era scambiato a 0,00001452 dollari. Questa netta variazione di prezzo ha determinato un risultato di 5,3 milioni di dollari.

C’è da dire anche che questa vendita rappresenta lo 0,6% del volume del trading della crypto nelle 24 ore e meno dello 0,01% del suo market cap.

Le meme coin e la teoria del “Greater Fool”


Le criptovalute sono asset molto volatili e, sul piano finanziario, molto sperimentali.

Le meme coin, come PEPE, spesso mancano di valore intrinseco. A guidarne l’apprezzamento o il calo di valore sono variabili imprevedibili come il buzz sui social o l’entusiasmo dei trader.

Chi compra questi token di fatto fa una scommessa nella speranza che qualcun altro dopo le acquisti a un prezzo più alto.

Questa posizione si allinea con quella che viene definita “teoria del Greater Fool”. In pratica, secondo questa teoria si potrebbero ottenere profitti comprando asset sopravalutati e rivendendoli a un “greater fool” cioè a qualcuno “ancora più pazzo”.

La whale ‘0x42C8’ è riuscita a trarre profitto da questa operazione durata sei mesi grazie alla crescita della domanda di PEPE.

C’è da dire che questa teoria evidenzia anche il forte rischio intrinseco di tali investimenti, poiché il mercato alla fine esaurisce i potenziali acquirenti. Quando l’entusiasmo si affievolisce e la domanda cala, i trader possono trovarsi con in mano un pugno di mosche e subire consistenti perdite finanziarie.

Una nuova meme coin si prepara a dare grandi risultati


È proprio la smaccata tendenza delle meme coin di svalutarsi all’improvviso ad alimentare la ricerca di nuovi token promettenti che non hanno ancora mostrato tutto il loro potenziale. I progetti in presale contengono il maggiore potenziale di crescita ancora inesploso.

La nuova meme coin Base Dawgz ($DAWGZ) è stata lanciata ieri in prevendita e ha già raccolto oltre 200.000 dollari in pochi minuti. Ad attirare gli investitori anche la possibilità di staking e share-to-earn, ora il token è proposto al prezzo più basso possibile di $0.00479 che aumenterà nelle successive fasi di prevendita.

$DAWGZ è sviluppato su Base chain, la Layer 2 di Ethereum voluta da Coinbase e si rifà al protagonista della stagione delle meme coin, un cane Shiba Inu.

Base sta conquistando l’interesse degli sviluppatori interessati a lanciare le meme coin del futuro.

Finora, le meme coin su questa blockchain hanno raggiunto una capitalizzazione di mercato combinata di oltre 2 miliardi di dollari, niente male per una rete che è ancora giovane.

Non c’è solo Base però. La meme coin sfrutta l’interoperabilità cross-chain per dialogare anche con altre chain è una delle caratteristiche chiave di questa nuova meme coin di Base Dawgz. $DAWGZ trae ispirazione dallo “spirito del base jumping” ed è interoperabile su diverse blockchain. Attualmente, il token è compatibile con Ethereum, Solana, BNB Chain, Avalanche e Polygon.

Le innovative funzionalità di share-to-earn e staking di Base Dawgz


Come funziona esattamente la funzionalità di share-to-earn di Base Dawgz? È semplice.

I membri della community e i possessori dei token sono al centro della strategia di marketing di Base Dawgz. Grazie al sistema di share-to-earn, gli utenti sono incentivati a condividere contenuti legati a Base Dawgz sui social media attraverso un sistema di ricompense a punti, che gli utenti possono convertire in token $DAWGZ.

Per partecipare al programma di ricompense, basta cliccare sul pulsante “refer and earn” in homepage e connettere il proprio wallet per generare il proprio link di referral. Tutti coloro che fanno un referral riceveranno il 5% dell’importo che l’amico spende usando il link di affiliazione.

I membri della community sono al centro della strategia di marketing di Base Dawgz grazie a un sistema di share-to-earn che premia con punti la condivisione di contenuti incentrati su $DAWGZ sui social media.

Anche gli amici che atterrano sulla piattaforma possono guadagnare denaro. Basta cliccare sul pulsante “refer and earn” sulla homepage e connettere il proprio wallet per generare il proprio link di referral. Tutti coloro che fanno un referral riceveranno il 5% dell’importo contribuito dal referente.

Inoltre, Base Dawgz introdurrà ricompense interessanti per lo staking in seguito.

Partecipare ora alla presale significa approfittare del miglior prezzo possibile prima che aumenti nelle prossime fasi.

Segui il progetto sui canali ufficiali X e Telegram.

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

Leggi anche: