Regno Unito: vietate 7 pubblicità relative alle criptovalute

Criptovalute
Fonte: Adobe/ryanking999

L'Advertising Standards Authority (ASA) del Regno Unito ha deciso di vietare sette pubblicità relative alle criptovalute. L'ultima serie di divieti dimostra che, nelle loro comunicazioni online, le aziende devono fare molta attenzione a modellare i loro messaggi relativi alle criptovalute, in modo massimamente neutrale ed evitare di attirare l'ira del regolatore.

Vietate pubblicità di Coinbase e Kraken

Tra gli altri, un annuncio di Facebook a pagamento per il principale exchange di criptovalute Coinbase è stato bandito per quello che l'ASA considera "approfittare in modo irresponsabile dell'inesperienza dei consumatori e non aver illustrato il rischio dell'investimento". La società si è difesa affermando che non intendeva insinuare che le criptovalute fossero semplici e che l'affermazione "semplice e facile da usare" si riferisse specificamente alla sua app. Nonostante ciò, l'autorità di vigilanza ha confermato la sua decisione.

Anche un poster digitale per l'exchange di criptovalute Kraken, visto nell'agosto 2021, alla stazione di London Bridge, è stato vietato, con l'ASA che ha accusato l'azienda di "approfittare in modo irresponsabile dell'inesperienza dei consumatori e di non aver illustrato il rischio dell'investimento". Kraken si è difeso utilizzando la ricerca della Financial Conduct Authority (FCA) del Regno Unito sulle opinioni dei consumatori sui crypto asset, dimostrando che il 96% degli investitori che conoscevano le criptovalute, ma non le avevano mai acquistate, sapevano anche che l'asset class non era regolamentata.

Nonostante questo argomento, l'ASA non era convinta, poiché riteneva che Kraken suggerisse che "investire in criptovalute era semplice e adatto a chiunque, indipendentemente dalle circostanze finanziarie personali o dalla comprensione del prodotto" e in violazione del suo codice.

Un post sul sito web della catena di pizzerie Papa John's e un post su Twitter correlato, che promuoveva le criptovalute, sono stati banditi per quello che il regolatore considerava "approfittare irresponsabilmente della mancanza di esperienza dei consumatori e banalizzare gli investimenti in criptovalute". La catena ha collaborato con la piattaforma crypto Luno, con sede a Londra, per offrire ai suoi clienti piccole quantità di bitcoin (BTC) quando ordinano le pizze. Papa John's ha risposto che i suoi annunci non hanno fatto nessun commento sull'investimento in criptovalute e che la promozione consentiva solo ai clienti di ricevere bitcoin gratuiti. L'ASA ha comunque confermato la sua decisione.

Un post su Twitter della piattaforma di trading di criptovalute CoinBurp è stato bandito per quello che l'organo di controllo chiama "approfittare in maniera irresponsabile dell'inesperienza e della credulità dei consumatori, oltre a non informarli sul rischio dell'investimento proposto". CoinBurp ha affermato che non intendeva "affermare che investire in criptovalute fosse semplice e per tutti", ma l'ASA ha confermato la sua decisione.

Altre società i cui annunci relativi alle criptovalute sono stati banditi dal regolatore del Regno Unito includono Luno, l'exchange di criptovalute Exmo Exchange, nonché la piattaforma di criptovalute e di trading di azioni eToro.
____

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN


Per saperne di più:
- Crypto.com lancia una campagna pubblicitaria con Matt Damon
- Floki Inu inonda Londra e Shiba Inu si avvicina a Dogecoin
- Celebrities Need to Avoid Deceiving Inexperienced Crypto Investors
- Chi sta disseminando nella città di Londra slogan su BTC?