09 giugno 2021 · 2 min read

Gli investitori statunitensi vincono la gara: hanno ottenuto i guadagni maggiori in Bitcoin nel 2020

Secondo la società di analisi blockchain Chainalysis, gli investitori di criptovalute statunitensi hanno registrato nel 2020 oltre 4 miliardi di dollari in guadagni realizzati in bitcoin (BTC), più di tre volte rispetto a quelli degli investitori cinesi, pari a 1,1 miliardi di dollari, seguiti dai trader di criptovalute in Giappone, Regno Unito e Russia. Detto questo, il rapporto mostra che i trader di un certo numero di paesi superano le prestazioni economiche dei loro stati, in termini di guadagni delle criptovalute.

Fonte: Adobe/Andrey Popov

Secondo il rapporto, mentre la Cina ha storicamente il volume di transazioni cripto di gran lunga più alto, gli exchange focalizzati sugli Stati Uniti hanno registrato notevoli afflussi lo scorso anno, afflussi che sembrano essere stati realizzati verso la fine del 2020, probabilmente a causa dei maggiori guadagni del paese dal trading di bitcoin.

Secondo gli analisti la "ripidezza" della curva dei guadagni realizzati negli Stati Uniti, durante la fine del 2020 e l'inizio del 2021, "suggerisce che gli investitori americani abbiano venduto a prezzi più alti, mentre quelli di altri paesi hanno mantenuto di più".

Gli investitori hanno permesso di entrare nella top ten anche ad altri paesi tra cui  Germania, Francia, Spagna, Corea del Sud e Ucraina.

Chainalysis ha affermato che uno dei fattori che attira l'attenzione è il numero di paesi che sembrano "superare il loro peso" nei guadagni di bitcoin, rispetto alle loro classifiche nelle metriche economiche tradizionali.

Secondo il rapporto “mentre il Vietnam ha visto una straordinaria crescita economica negli ultimi 20 anni, riducendo il suo tasso di povertà da oltre il 70% a meno del 6% dal 2002, il paese è al 53° posto in [in termini di prodotto interno lordo] (PIL) a 262 miliardi [USD], ed è classificato come un paese a reddito medio-basso dalla Banca Mondiale. Tuttavia, il Vietnam ha un alto livello di adozione di base di criptovalute, classificandosi al decimo posto, nel nostro indice globale di adozione delle criptovalute".

Altri esempi di tali paesi includono la Repubblica Ceca, che si è classificata al 54° posto in termini di PIL a 251 miliardi di dollari, ma è al 18° posto per guadagni realizzati in bitcoin nel 2020 con 281 milioni di dollari; la Turchia che si è classificata rispettivamente 25° e 16°; e la Spagna, rispettivamente 19° e 9°.

Al contrario, gli investitori di bitcoin in alcuni paesi, che hanno imposto rigide regolamentazioni sulle criptovalute, sono andati al di sotto del loro peso lo scorso anno, come dimostrato dall'esempio dell'India, un paese con una popolazione di circa 1,4 miliardi che ha il quinto PIL più grande del mondo, ma è stata classificata solo 18° l'anno scorso, in termini di guadagni sugli investimenti in BTC, a 241 milioni di dollari.

Questo è stato inferiore ai guadagni realizzati dagli investitori nella citata Repubblica Ceca, un paese di circa 11 milioni. Ma potrebbe anche essere il risultato della posizione ostile dell'India nei confronti delle criptovalute e questo potrebbe essere il percorso intrapreso anche dalla Turchia.

Inoltre, afferma il rapporto, “nel complesso, la nostra analisi dei guadagni di bitcoin per paese nel 2020 dovrebbe essere incoraggiante per il mondo delle criptovalute. I dati suggeriscono che bitcoin ha dato agli investitori nei mercati emergenti l'accesso a un asset ad alte prestazioni, a cui altrimenti non avrebbero avuto accesso".

Ha concluso che "dall' altra parte della medaglia, suggerisce che i paesi che tentano di limitare l'utilizzo della criptovaluta, attraverso rigide normative, stanno impedendo ai loro cittadini di sfruttare l'opportunità".

____

Per saperne di più:

- Conoscenza delle cripto in aumento, incoraggiamento agli investimenti

- Il 40% degli individui intervistati prevede di utilizzare Cripto entro un anno - Mastercard

- 18% of Asked Americans Bought Crypto, Most Know Only Bitcoin - Survey

- Developing Economies & Better Educated People Lead Crypto 'Space Race'