Vitalik Buterin Modifica la Roadmap di Ethereum: Ecco Cosa c'è da Sapere

Vitalik
Vitalik Buterin. Fonte: schermata del video, ETHWORLD / YouTube

Vitalik Buterin, co-fondatore di Ethereum, ha rilasciato un aggiornamento della roadmap, annunciando modifiche volte a mitigare la censura, la verifica dei blocchi, la centralizzazione e altri problemi della rete. In particolare, Buterin sta provando a mettere una toppa al problema del MEV che vi avevamo spiegato in questa news.

Vitalik Buterin rivela una nuova fase di Ethereum

Sabato 5 novembre Vitalik, tramite un tweet, ha annunciato "Scourge", ovvero la nuova fase della roadmap di Ethereum che mira a migliorare la resistenza alla censura e la decentralizzazione del network di Ethereum. Il 15 settembre Ethereum ha infatti completato il tanto atteso " Merge", ovvero il passaggio dal meccanismo di consenso proof-of-work (PoW), ad alto consumo energetico, al meccanismo proof-of-stake (PoS). 

Ethereum, uno volta concluso il Merge, è entrato nella sua seconda fase, chiamata "Surge", che mira a raggiungere, attraverso i rollup, le 100.000 transazioni al secondo. Nella precedente roadmap, le fasi erano in tutto cinque, e le restanti erano Verge, Purge e Splurge. 

Invece adesso la roadmap è composta da sei parti e include anche "The Scourge" come nuovo terzo stadio, a cui seguiranno gli step già noti, come "The Verge", "The Purge" e "The Splurge".

L'obbiettivo della nuova fase di Ethereum

Secondo quanto si legge nella roadmap di Ethereum, l'obiettivo di "Scourge" è quello di "garantire un'inclusione affidabile e neutrale delle transazioni e di evitare la centralizzazione e altri rischi del protocollo dovuti al MEV". Il (MEV) o valore estraibile massimo, si riferisce al valore massimo che può essere estratto dalla produzione del blocco oltre alla ricompensa del blocco.

Inoltre, la produzione di blocchi di Ethereum sarà basata su elenchi di inclusione o su meccanismi di selezione alternativi. Sono incluse anche le specifiche di Proposer/Builder Separation (PBS) e il burning del MEV. L'obiettivo della nuova fase è "In-protocol PBS". Il Proposer-Builder Separation (PBS) è una potenziale soluzione alla censura blockchain e al problema degli attacchi MEV in cui la costruzione di blocchi e la proposta di blocchi sono assegnati a ruoli diversi nella rete.

Buterin chiede un livello di consenso "neutro" 

Il co-founder di Ethereum ha insistito sulla necessità di un livello di consenso più "credibilmente neutrale", dal momento che Ethereum è considerato, in seguito al Merge, un sistema con un maggior grado di centralizzazione e censura.

Buterin aveva descritto un meccanismo "credibilmente neutrale", come un sistema che "non discrimina nessuna persona specifica". Infatti il meccanismo tratta tutti in modo equo fino al punto in cui è possibile farlo, in un mondo in cui le capacità e le esigenze di ognuno sono diverse".

In seguito al Merge la percentuale di blocchi conformi all'Office of Foreign Asset Control (OFAC) degli Stati Uniti ha raggiunto livelli record di circa il 73%, una cifra che molti considerano decisamente troppo elevata. In un tweet del 15 ottobre, Anthony Sassano, toro di Ethereum e fondatore di The Daily Gwei, ha affermato che in questo momento la resistenza alla censura è "molto più importante dello scaling".

Investi in Ethereum

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

Leggi anche

Segui Cryptonews Italia sui canali Social