Home NewsBitcoin News

Vuoi acquistare "Bitcoin vergini"? Preparati a pagare il 20% in più, afferma il CEO

Di Ashwath Balakrishnan
Vuoi acquistare "Bitcoin vergini"? Preparati a pagare il 20% in più, afferma il CEO 101
Source: iStock

Gli acquirenti dei cosiddetti "bitcoin vergini" stanno pagando fino al 20% in più per le monete senza cronologia di transazioni, afferma Flex Yan, CEO di Babel Finance, una società di servizi finanziari cripto con sede a Hong Kong.

In un recente articolo, pubblicato su Bitcoin Magazine, ha affermato che la domanda di monete vergini sta crescendo in quanto "senza alcuna storia transazionale, sostanzialmente non vi è alcun rischio che le monete vengano sequestrate o congelate a causa del loro coinvolgimento in discutibili operazioni passate". Secondo Yan, le nuove linee guida della Financial Action Task Force (GAFI) che costringe i governi a rafforzare la supervisione del business delle criptovalute, ha anche contribuito ad aumentare la domanda.

I bitcoin vergini possono essere acquistati direttamente dai minatori di criptovaluta che ricevono queste monete come ricompensa per il mining della blockchain Bitcoin. Pertanto, questi token non hanno una cronologia delle transazioni. Com'è noto, il protocollo Bitcoin è uno pseudonimo ed è possibile identificare un proprietario di bitcoin in base alla cronologia delle transazioni.

Tuttavia, non solo i possessori di bitcoin di grandi dimensioni e rispettabili, compresi gli investitori istituzionali, sono interessati a detenere bitcoin "puliti" per essere al sicuro. Anche i riciclatori di denaro e altri attori illeciti sono in competizione per queste monete.

Ad esempio, Ciphertrace, uno specialista di sicurezza e tracciamento di criptovaluta e blockchain, ha dichiarato nel Report Q2 Cryptocurrency Anti-Money Laundering, che, secondo l'accusa del 2018 di presunti cospiratori coinvolti nell'hacking delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti del 2016, la Russia ha finanziato l'acquisto di infrastrutture informatiche per la loro attività in parte estraendo bitcoin (in altre parole, usando bitcoin vergini).

"[Inoltre], si ipotizzava che la vera motivazione del governo [iraniano] di confiscare le piattaforme [mining] era di usarle per sfruttare le vaste riserve energetiche dell'Iran e creare BTC puliti e vergini, che il governo poteva quindi utilizzare per i pagamenti del commercio estero —Il riciclaggio di denaro basato sul commercio ”, secondo Ciphertrace.
_________________________

_________________________

Per salvare la fungibilità di Bitcoin, la rete deve vedere migliori misure sulla privacy sulla catena per assicurarsi che il concetto di bitcoin vergine non esista e tutti i bitcoin siano liberamente intercambiabili. Gli sviluppatori di bitcoin sono consapevoli di questo problema e stanno già lavorando a soluzioni che aumenterebbero l'anonimato degli utenti di bitcoin.

Taproot e Schnorr sono due soluzioni molto attese, quest'ultima già implementata da Bitcoin Cash. I due dovrebbero essere raggruppati e attivati ​​tramite un soft fork sulla rete Bitcoin una volta che lo sviluppo e il test sono stati completati con successo.

Tuttavia, anche quelle soluzioni potrebbero non essere sufficienti per risolvere il problema, secondo le discussioni in corso nel mondo cripto.

Nel frattempo, il lato positivo di questo problema, alcuni lo vedono come un'opportunità per acquistare bitcoin come oggetto da collezione.

"Diciamo che il giorno che Satoshi sposterà le sue monete, pagherò felicemente un premio come oggetto da collezione", ha dichiarato Dovey Wan, socio fondatore della società di investimento in criptovalute Primitive Ventures.

Più Articoli