08 dic 2021 · 4 min read

6 CEO testimoniano sui problemi di mining di Bitcoin e altro

 

Bitcoin
Fonte: Adobe/Daniel

 

Brian Brooks, CEO della società di mining di Bitcoin (BTC) Bitfury, ha scritto, in una testimonianza, prima di un'audizione alla House Financial Services Committeetoday, che i legislatori statunitensi dovrebbero prendere provvedimenti per portare le attività legate alle crypto nel sistema finanziario regolamentato, mentre sviluppano anche una "politica nazionale per un Web 3 decentralizzato" come hanno fatto per il Web 1 negli anni '90.

È uno dei sei dirigenti che hanno testimoniano al Digital Assets and the Future of Finance: Understanding the Challenges and Benefits of Financial Innovation negli Stati Uniti. Altri sono Jeremy Allaire, cofondatore, presidente e CEO di Circle, Samuel Bankman-Fried, fondatore e CEO di FTX, Charles Cascarilla, CEO e cofondatore di Paxos Trust Company, Denelle Dixon CEO e direttore esecutivo della Stellar Development Foundation e Alesia Jeanne Haas, CEO, CFO di Coinbase Inc, Coinbase Global Inc.

Guarda l'udienza qui:
 

 

Brian Brooks ha scritto: "[...] un'agenda politica nazionale che prenda sul serio la conformità alle criptovalute dovrebbe valutare se abbia più senso continuare a mantenere le attività relative alle criptovalute in gran parte fuori dal sistema finanziario regolamentato".

Inoltre ha aggiunto che portare questi operatori in un ambiente più regolamentato garantirebbe anche che possano essere controllati adeguatamente, compresi i meccanismi per assicurarsi che le aziende operino a "livelli appropriati di gestione del rischio".

Brooks ha inoltre sottolineato che dovrebbe essere adottata una politica nazionale per facilitare l'emergere di un "Web 3 decentralizzato alimentato da criptovalute".

"Trattare le 'criptovalute' come una singola attività unitaria la cui caratteristica principale è la necessità di una regolamentazione finanziaria, sarebbe come trattare l'Internet originale negli anni '90 come principalmente una questione di politica fiscale", Brooks, ex Comptroller of the Currency ed ex Chief Legal Officer (CLO) di Coinbase, aggiunto.

 

L'ex regolatore, diventato il capo del mining di bitcoin, ha detto che invece di concentrarsi su "microdomande" come cosa è e cosa non è una sicurezza, i legislatori dovrebbero chiedersi se credono che "un Internet decentralizzato controllato dall'utente sia meglio di un Internet in gran parte controllato da cinque grandi aziende".

Come ultimo punto chiave, Brooks ha suggerito che i legislatori dovrebbero anche considerare i rischi che esistono nell'attuale sistema finanziario quando sviluppano una nuova politica crypto, affermando che durante il suo solo mandato come controllore della valuta, sono state emesse sanzioni per quasi 1 miliardo di dollari a banche e dirigenti di banca.

L'ex regolatore ha detto che “non dovremmo prendere sul serio la possibilità che algoritmi e software open source che misurano l'errore umano, l'avidità, la negligenza, la frode e i pregiudizi fuori dal sistema possano rendere il sistema migliore in rete, anche se ci sono alcuni nuovi rischi che devono essere esaminati e compresi".

Mining di Bitcoin

Commentando specificamente il mining di Bitcoin, Brooks ha colto l'occasione per chiarire alcuni malintesi comuni sul mining e il suo presunto spreco.

"[...] ciò che colpisce davvero è quanto sia ridotto il consumo energetico di Bitcoin, rispetto all'energia totale sprecata ogni anno solo negli Stati Uniti", ha affermato Brooks.

Ha continuato spiegando che il mining di Bitcoin ha il potenziale per catturare parte di quell'energia sprecata o persa e che quindi potrebbe aiutare a rendere più redditizia "un'industria dell'energia solare ed eolica non redditizia e sovvenzionata dal governo".

Nel frattempo, molti altri oratori durante l'audizione difenderanno anche il mining di Bitcoin.

Tra questi c'è Sam Bankman-Fried, che ha scritto nella sua testimonianza che la discussione sull'uso dell'energia nel mining deve includere anche una considerazione sui vantaggi del meccanismo di consenso del proof-of-work (PoW).

Il CEO ha affermato che " BTC ha fornito ai molti vantaggi misurati dall'accesso ai prodotti finanziari, dalla trasmissione di asset e dalla creazione di ricchezza, che dovrebbero essere valutati rispetto ai costi energetici della rete".

Tuttavia, Bankman-Fried ha anche colto l'occasione per promuovere il proof-of-stake (PoS), come alternativa meno energivora al PoW, utilizzato da Bitcoin.

Il CEO di FTX ha affermato che "utilizzando blockchain PoS per la stragrande maggioranza dei depositi e prelievi FTX, FTX riduce in modo massiccio l'impatto climatico complessivo delle blockchain", definendo PoS un'alternativa "a basso costo ed efficiente dal punto di vista del carbonio".

Regolamentazione crypto

Infine, Haas di Coinbase, ha delineato alcune sfide chiave per la regolamentazione del settore crypto, affinché i legislatori possano ascoltarle.

Tra le sfide identificate da Haas c'era la necessità di quello che lei chiamava un codice fiscale crypto creato appositamente, controlli e sviste per contrastare le transazioni crypto per scopi criminali e le molte opportunità che esistono per la tokenizzazione di "qualsiasi cosa di valore".

Il CFO di Coinbase ha concluso dicendo: “Per realizzare il pieno potenziale degli asset digitali, i mercati degli asset digitali devono funzionare con prodotti e servizi in tutta l'economia crypto. Se pienamente realizzato, ciò può sancire la concorrenza, incoraggiare l'innovazione responsabile e promuovere un fiorente ecosistema di sviluppatori".
____

Seguici sui nostri canali social:

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

____

Per saperne di più:
- 2022 Crypto Regulation Trends: Focus on DeFi, Stablecoins, NFTs, and More