27 novembre 2020 · 2 min read

XRP come security: non danneggerebbe Ripple, ma forse gli Stati Uniti si - CEO

Anche seXRPfosse dichiarato una security negli Stati Uniti, questo non danneggerebbe Ripple , ma potrebbe danneggiare la borsa del paese, ha affermato Brad Garlinghouse, CEO della società americana di blockchain, che si è focalizzato sulle tecnologie per il pagamento.

Brad Garlinghouse. fonte: screenshot, Youtube, Bloomberg Technology

"La mia opinione molto forte [è] che è molto difficile considerare XRP come una security", ha ribadito il CEO durante l' episodio del Pomp Podcast del 26 novembre, ospitato dal co-fondatore di Morgan Creek Digital Anthony Pompliano. Garlinghouse ha affermato di non riuscire a pensare a nessun mercato a livello globale o tra i principali mercati G20 che lo considerino una security e dichiararlo tale negli Stati Uniti creerebbe una frattura tecnologica più ampia tra gli Stati e gli altri paesi.

Ma se l'americana Securities and Exchange Commission (SEC) dicesse che XRP è una security, "molto di quello che Ripple fa negli Stati Uniti, potremmo continuare a farlo, senza nessun problema", ha detto il CEO, aggiungendo che "oltre il 90% dei clienti RippleNet è al di fuori degli Stati Uniti", quindi Ripple "continuerà a costruire il business e a crescere".

Tuttavia, sono gli Stati Uniti che potrebbero essere danneggiati se Ripple decidesse di andarsene, ha detto il CEO. "Non saremmo più un contribuente statunitense" dopo aver pagato "probabilmente [...] un paio di centinaia di milioni di dollari di tasse", ha aggiunto.

Il quadro normativo statunitense, ha affermato il CEO, "non è sincronizzato con ciò che stanno facendo le altre principali economie", il che gli impedisce di competere "a parità di condizioni con ciò che sta accadendo in alcuni di questi altri mercati". Come esempi positivi di chiarezza normativa, ha sottolineato il Regno Unito, Singapore, il Giappone, la Svizzera e gli Emirati Arabi Uniti.

Ci sono aziende che rifiutano di utilizzare i prodotti abilitati da Ripple, ha detto, "finché non ci sarà chiarezza", aggiungendo che attualmente ci sono oltre 150 aziende nell'ecosistema XRP. Ma anche se ci fosse più chiarezza, Garlinghouse non potrebbe dire se crescerebbero i clienti di Ripple negli Stati Uniti. "Stiamo risolvendo il problema dei pagamenti transfrontalieri, che è più un problema per i paesi più piccoli", ha detto.

La mancanza di regolamentazione su XRP è anche il motivo per cui questa moneta non è stata inclusa dal gigante dei pagamenti PayPal che di recente ha annunciato l'aggiunta di cripto, ha detto Garlinghouse. Ma il recente Digital Commodity Exchange Actproposto "sarebbe un enorme passo" portando sia chiarezza normativa e sia mettendo il paese su un piano di parità con altri mercati del G20.

Ripple ha costantemente negato che XRP sia un titolo, in particolare durante i lunghi procedimenti giudiziari che hanno seguito una causa secondo la quale la società aveva effettivamente messo in vendita il token XRP come una security non registrata.

XRP è aumentato del 2,7% in un giorno e di quasi il 76% in una settimana, raggiungendo 0,53 USD (alle 9:27 UTC). All'inizio di questa settimana ha toccato quasi 0,75 USD.

____

Ulteriori informazioni:
Ripple Would Be Unprofitable Without XRP Sales, CEO Admits
Ripple Lawyers Hit out at XRP-related Class Action Suit Claimant
Interest in XRP Highest in Two Years as Price Rides A Rollercoaster
Ripple Seeks New Hire to Bolster XRP and CBDC Ties
Ripple Has Three Favorite Countries In Case it Leaves US