XRP è in difficoltà mentre il pump di XRP20 è in arrivo! Alle ore 18:00 di oggi brucia il 5%

Gaia Rossi
| 4 min read

XRP

 

Nelle ultime 24 ore il valore di XRP ha registrato un calo dell’1%, ma la crypto XRP20 sembra sull’orlo di esplodere dopo che è stato annunciato l’evento di burning del 5% che avrà luogo durante la giornata di oggi.

Si potrebbe assistere quindi ad un weekend di guadagni massicci per XRP20.

La crypto XRP20 ha iniziato a essere scambiata sull’exchange decentralizzato Uniswap (DEX) martedì 22 agosto.

A partire da quel momento, il suo valore ha dimostrato una notevole resistenza nonostante il contesto di debolezza diffusa nel mercato crypto, scatenato dal crollo del valore di Bitcoin.

Ieri, il team di XRP20 ha annunciato tramite i loro account su Twitter e Telegram che stanno per effettuare il burning del 5% della quantità totale di token in circolazione.

XRP20 è già una crypto deflazionistica, visto che viene effettuato il burning dello 0,1% di tutte le transazioni, fornendo un continuo sostegno al prezzo.

Questo processo riduce il numero complessivo di token in circolazione, contribuendo così a creare una maggiore scarsità e quindi a sostenere il valore dell’asset.

Burning del 5% dell’offerta di XRP20 alle 18:00!


Il burn dello 0,1% delle transazioni e l’evento di burning del 5% contribuirà a ridurre l’offerta totale del token. E questa variazione sarà visibile alla community nella pagina degli indirizzi dello smart contract.

XRP

Etherscan / XRP20

 

Un indirizzo di burning è un indirizzo “nullo”, ovvero che non ha alcuna funzione di “invio”, che elimina di fatto i token dall’offerta complessiva.

Oltre al burn generato dalle transazioni, verrà effettuato anche il burning del 5% durante la giornata di oggi alle 16:00 UTC (18 ora italiana) .

Come nel caso di XRP, XRP20 ha una fornitura di 100 miliardi di token, ma qui si ferma la somiglianza con il token di Ripple. Infatti XRP20 non ha alcun collegamento con Ripple Labs o a nessuno dei suoi prodotti.

La speranza che la SEC possa aver commesso un errore strategico nell’appellarsi alla decisione del giudice, che ha stabilito che XRP non è una security quando viene venduto agli investitori al dettaglio, finora non ha contribuito a sostenere il valore di XRP.

Anche le persistenti voci riguardo all’ipotetico listing di XRP sulla piattaforma di trading Robinhood non hanno avuto un impatto tangibile.

Entrambi gli sviluppi, però, potrebbero contribuire a frenare la flessione di XRP che ha portato la crypto a perdere tutti i guadagni registrato subito dopo la sentenza del giudice.

Per ora, ciò non è ancora successo. Per questo motivo la community di  XRP si sta indirizzando sempre di più verso XRP20.

Al momento ci sono 3.440 holder che detengono il token XRP20, e questa cifra sta continuando a crescere, spinti dal desiderio di ottenere grossi guadagni mettendo in staking il token.

XRP

 

La community di XRP mira ad un guadagno del 40% con XRP20


Attualmente vengono messi in staking 25 miliardi di token, con un rendimento percentuale annuo del 40%.

Le ricompense sullo staking sono distribuite in un periodo di 4 anni e ad ogni blocco di ETH prodotto vengono distribuiti 3.750 token.

Il 40% dell’offerta è riservato alle ricompense per lo staking. Più a lungo gli staker depositano i loro token nello smart contract di staking, maggiori saranno le ricompense.

Ma dovranno tenere bloccati i token per un minimo di 7 giorni.

Per chi ha bloccato i token durante lla fase di prevendita, il conto alla rovescia di sette giorni ha avuto inizio non appena i token sono stati scambiati sull’exchange decentralizzato Uniswap.

Inoltre è possibile visualizzare il rendimento dinamico sulla dashboard dello staking di XRP20.

XRP20 si consolida, in arrivo un pump?


Il valore della crypto XRP20 continua a muoversi all’interno di un range stabilito dopo l’inizio delle negoziazioni. Il prezzo si è mantenuto vicino al valore iniziale di 0,000092 dollari, visto che la crypto mantiene un market cap di 9 milioni di dollari.

Gli operatori possono anche contare su un’ampia liquidità pari a 453.000 dollari, per garantire che il trading della coppia XRP20/WETH sia efficiente nel pool Uniswap V2.

Inoltre la notevole liquidità di XRP20 è bloccata al 71% per un mese, e questo rafforza ulteriormente la fiducia nel mercato.

I rialzisti puntano ad un ritorno ai massimi storici di 0,0001336 dollari. Si prevede quindi un fine settimana rialzista per XRP20, visto che gli acquirenti stanno entrando nella mischia per cogliere il rialzo tanto atteso dopo l’evento di burning di oggi.

Potrebbero esserci altri eventi di burning in vista per spingere il prezzo della crypto al rialzo, anche se il team non ha ancora annunciato nulla in merito.

Tuttavia, l’evento di burning di oggi dimostra l’impegno del team nel sostenere il prezzo della crypto e nel cercare modi per aumentarne il valore.

Se state cercando un’opportunità di successo legata alla “versione 2”, che ha visto il lancio di diverse crypto ispirate a quelle già esistenti, la missione di XRP20 di rinvigorire l’ecosistema di XRP potrebbe essere un’opzione interessante, almeno per adesso.

Completamente decentralizzato, deflazionistico e compatibile con Ethereum, XRP20 possiede le caratteristiche essenziali per la longevità che tutti gli holder crypto desiderano.
Gli operatori di mercato possono negoziare i token XRP20 su DEXTools o scambiare direttamente su Uniswap.

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

Segui Cryptonews Italia sui canali social