06 maggio 2021 · 3 min read

I possessori di XRP vogliono partecipare alla battaglia legale Ripple vs SEC

La lotta di lunga data di Ripple contro la Securities and Exchange Commission (SEC)  americana sembra destinata a rimbombare - anche se ora potrebbe prendere una nuova svolta ora che il presidente del collegio giudicante è pronto a prendere una decisione chiave, mentre i detentori di XRP non vedono l'ora di partecipare alla battaglia legale.

Fonte: Adobe/Stanislav

Il caso è incentrato sull'affermazione della SEC secondo cui la moneta XRP affiliata a Ripple è un titolo non registrato - e Ripple afferma il contrario. L'ultimo punto di contesa è un cosiddetto brief combinato che la SEC ha compilato. Questo documento di 60 pagine consentirebbe essenzialmente all'autorità di regolamentazione di archiviare pagine in eccesso che consentirebbero di unire l'opposizione alle mozioni avanzate dagli avvocati che rappresentano la leadership di Ripple: il CEO Brad Garlinghouse e il presidente esecutivo Chris Larsen.

Ma in un documento legale, il team legale di Larsen e Garlinghouse ha chiesto al giudice del tribunale distrettuale di New York, giudice Analisa Torres, di respingere la richiesta della SEC, sostenendo che il regolatore vuole prendere "una posizione consolidata per confondere ulteriormente le accuse rilevanti" contro il duo.

Il team legale ha affermato che il brief combinato "confonderebbe" le acque legali, e che invece vuole che il regolatore "affronti gli argomenti specifici sollevati da ogni singolo imputato", un processo che hanno detto consentirebbe ai dirigenti di "affrontare e rispondere in modo più diretto agli argomenti di opposizione che la SEC sostiene contro di loro, cosa che in definitiva consentirebbe al tribunale di vedere chiaramente gli argomenti delle parti".

Ma sembra che il campo di battaglia potrebbe essere sul punto di diventare piuttosto affollato. Il mese scorso, un avvocato che rappresenta un gruppo di titolari di XRP ha presentato una petizione al tribunale per farli partecipare all'azione.

L'avvocato ha scritto che i capi di Ripple avevano chiarito che "non rappresentano gli interessi dei titolari di XRP". E il team di Larsen e Garlinghouse ha affermato che sebbene non avessero "alcuna relazione" con i titolari, tuttavia "hanno interessi forti e distinti nello stato normativo di XRP", aggiungendo:

"La sentenza di questa corte può determinare tali interessi. Come minimo, li influenzerà ".

Ma sembra che i boss di Ripple siano felici di vedere i possessori di XRP entrare in azione, purché alle loro condizioni.

I dirigenti hanno affermato che ai titolari dovrebbe essere consentita una "partecipazione limitata", sostenendo che il tribunale dovrebbe "negare" la "richiesta dei titolari di intervenire come rappresentanti di una presunta classe di imputati aggiuntivi".

I capi di Ripple hanno giustificato la loro posizione spiegando che i possessori di token XRP erano "concentrati sullo stato attuale" del token, con "scarso interesse per le vendite passate".

Non contenta di starsene a guardare la situazione, anche la SEC ha escogitato una propria risposta: un documento di 32 pagine denso di parole che delinea le proprie obiezioni alla petizione dei titolari.

Il regolatore ha confutato l'affermazione secondo cui come "investitori XRP del mercato secondario", i titolari erano "in qualche modo 'imputati senza nome' ", sostenendo che" questa particolare azione non addebita le transazioni tra individui nel mercato secondario come violazioni della Sezione 5. "

La sezione 5 fa riferimento a una parte del tanto diffamato United States Securities Act del 1933, che specifica che "tutti gli emittenti devono registrare titoli non esenti presso la SEC".

Il regolatore ha inoltre affermato che gli imputati "non dimostrano e non possono dimostrare di poter avanzare argomenti o addurre prove pertinenti" che Larsen e Galinghouse, "attraverso i quattro studi legali che li rappresentano abilmente, non possano già portare".

E la SEC, che ha accusato i titolari di presentare "documenti" che "essenzialmente recitano la posizione contenziosa [dei dirigenti]", ha concluso:

"[Ai titolari] non dovrebbe essere consentito di ampliare la portata delle rivendicazioni della SEC intervenendo in questa azione a qualsiasi titolo."

____
Learn more: 
- Ripple Execs Blast SEC’s 'Perplexing' Actions in String Of Interviews
- Settlement Is Most Likely Outcome in Ripple vs. SEC Case - Attorney

- XRP Deemed a Security Wouldn't Harm Ripple, but Might Hurt US - CEO
- Fact-checking Ripple’s Claim that ‘Many G20 Gov’ts’ Call XRP a ‘Currency’