XRP: svanito 1 miliardo di dollari di market cap – Che cosa sta succedendo?

Marcello Bonti
| 2 min read

Mentre continua il sell-off in tutto il mercato crypto anche XRP manifesta segni di cedimento. In pochi giorni ha perso oltre 1 miliardo di dollari di market cap.

La compagnia ha tentato di recuperare la situazione aumentando la liquidità e sbloccando 1 miliardo di XRP dal sistema di deposito a garanzia di Ripple per poi bloccare di nuovo l’80% in due depositi.

In pratica il market cap di XRP sette giorni fa, cioè il 4 settembre, era di 26,58 miliardi di dollari, mentre oggi è di 25,45 miliardi di dollari, con una perdita di 1,13 miliardi di dollari, stando ai dati riportati da CoinMarketCap il 12 settembre.

Analisi del prezzo di XRP


La situazione oggi sembra in lieve ripresa, ma il prezzo di XRP è sceso a 0,4716$, con un calo del 4,7% in una settimana e in ripresa nelle 24 ore dell’1,24%. Male anche il grafico mensile che registra una perdita del 23,74%.

In questo momento, XRP che occupa la sesta posizione nella classifica per market cap, trova supporto a 0,485051$, mentre la resistenza più forte si trova a 0,514243$.

Una ragione del violento calo è che Ripple ha sbloccato un miliardo di XRP dal suo sistema di escrow in una serie di transazioni effettuate l’1 settembre. Con questa mossa, la società ha messo in circolazione nuovi token e rafforzato la liquidità del token XRP per la prima volta dal 2017.

Poi, il 5 settembre, la società di blockchain ha reinserito 800 milioni di XRP, ovvero l’80% del totale precedentemente sbloccato, in due diversi depositi a garanzia, tenendo per sé 200 milioni del token, che può distribuire sul mercato in qualsiasi momento, con un potenziale impatto sul prezzo del token nel breve termine.

Alternative a Ripple

La principale crypto ha affrontato un crollo massiccio, per questo motivo gli investitori potrebbero puntare sui progetti derivati di Bitcoin, ancora in fase di prevendita.

Una di questi è Bitcoin BSC (BTCBSC), una versione di Bitcoin basata sulla chain di BNB. Questa crypto offre ai suoi holder la possibilità di possedere una forma di BTC che genera un reddito passivo attraverso il processo di staking.

La prevendita di Bitcoin BSC ha già raccolto oltre 1 milione dollari e al momento 1 BTCBSC è disponibile a 0,99 dollari, un valore che ricorda quello di Bitcoin nel 2011.

La vendita avrà un hard cap di 6.125.000 BTCBSC, mentre l’offerta restante del token (per un totale di 21 milioni di BTCBSC) sarà emessa tramite staking.

Questo vuol dire che gli holder di Bitcoin BSC saranno in grado di guadagnare un reddito passivo costante dal token, che probabilmente godrà anche di un aumento del prezzo, dato il suo hard cap.

Per chi è interessato, è possibile partecipare alla prevendita visitando il sito ufficiale di Bitcoin BSC e collegando il proprio wallet. Qui potete trovare la nostra guida, adatta anche ai meno esperti, per investire nel token.

Una volta terminata la prevendita, il token sarà listato sugli exchange e si prevede un notevole aumento del prezzo.

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.

Segui Cryptonews Italia sui canali social