I termini più popolari delle criptovalute

I termini di criptovaluta più popolari Dare un senso al gergo associato alle criptovalute può essere un vero compito per i non iniziati. L'industria delle criptovalute non può essere incolpata di questo, poiché si comporta semplicemente in...

Dare un senso al gergo associato alle criptovalute può essere un vero compito per i non iniziati. L'industria delle criptovalute non può essere incolpata di ciò, poiché si comporta semplicemente in modo simile a qualsiasi nuova tendenza, come può essere stato per una macchina a vapore o per l'IA. Nonostante i termini tipici delle criptovalute non si trovino nei dizionari, né hanno a che fare con le definizioni standard che si trovano in essi, si può sempre provare a fare un piccolo sforzo per fare propri almeno i termini più popolari, e la guida che presentiamo qui è progettata per essere un utile punto di riferimento.

Cosa significa HODL?

Il termine "HODL" è un ottimo esempio della natura fuori mano con cui sono stati creati alcuni dei termini popolari di criptovaluta. In sostanza, significa aggrapparsi ai propri token di criptovaluta nel momento di una grande volatilità del mercato, in particolare se li si acquista come parte della strategia "buy-and-hold" (acquisto e attesa). Puoi vedere HODLING come il comportarsi come un Ebenezer Scrooge con i tuoi token, per un'ansia generale o come parte della più ampia strategia di investimento che richiede di agire in modo passivo in un determinato momento. In ogni caso, la persona che giura sull' HODLING crede che mantenere i tuoi token in scorta ora diventerà un'azione redditizia lungo la linea, cioè non appena il loro prezzo salirà.

Il termine è stato retroattivamente trasformato in un acronimo che presumibilmente sta per "Hold On for Dear Life", che è sufficientemente descrittivo sia dell'atteggiamento che della pratica.

In realtà, il termine ha un'origine più umile, apparendo per primo in un post sul forum bitcoin da un utente di GameKyuubi, che era in quel momento presumibilmente ubriaco e beatamente inconsapevolmente che stava creando un errore di battitura che sarebbe diventato universale nel mondo crypto per i posteri.

Cosa significano "bearish" (ribassista) e "bullish" (rialzista)?

Il sopra menzionato HODL acquista una leggera rilevanza con i termini "bullish" (rialzista) e "bearish" (ribassista), che spesso usano sia i professionisti che i dilettanti criptovalute nel descrivere lo stato attuale del mercato. Entrambi i termini in realtà hanno origini in Wall Street e nel suo gergo commerciale. Un mercato "ribassista" è quello dominato dall'anticipazione che il prezzo (o i prezzi) di una valuta salirà. Per analogia, un mercato "ribassista" si riferisce all'umore dominante dell'aspettativa che un determinato prezzo scenderà.
 
Allo stesso modo, "bears" e "bulls" sono talvolta usati come riferimenti a un particolare tipo di persona che parla dello stato del mercato. Bear, in questo contesto, sarebbe una persona che si aspetta che il prezzo scenda e che quindi si comporta pessimisticamente nei suoi confronti e che potrebbe impegnarsi in HODLING. I bulls sono più ottimisti riguardo ai prezzi e, per estensione, al loro potenziale per trarre profitto dai movimenti al rialzo dei prezzi.

Una sottospecie di bull è una "bullish whale" (letteralmente una balena rialzista), vale a dire una persona con grandi tasche impegnata in acquisti rischiosi di token basati sull'ottimismo personale, la mancanza di conoscenza o come conseguenza di essere calpestata da altri. Una forma meno ricca di "whale" è talvolta chiamata "dolphin", mentre quelli che vengono schiacciati da predatori più grandi e che hanno piccole quantità di criptovaluta in tasca sono talvolta chiamati "fish".

In ogni caso, i bears hanno un'altra cosa di cui preoccuparsi: la trappola per bears. Ciò si riferisce alla pratica di creare artificialmente una sensazione di imminente calo dei prezzi sul mercato, vendendo contemporaneamente in massa una determinata attività. Questo di solito porta alle corrispondenti vendite di massa di attività da parte di operatori ignari, che alla fine diminuiscono il prezzo di un'attività. La trappola nasce quando i cospiratori riacquistano l'attività desiderata a un prezzo inferiore, sperando di trarre profitto dall'inevitabile rimbalzo dei prezzi che di solito segue.

Cosa significa FOMO?

FOMO è l'ennesimo termine che ha guadagnato nel tempo popolarità nel mondo cripto. A differenza di alcune delle sue controparti, il suo significato è relativamente semplice, in quanto rappresenta la "paura di perdere il treno". Ancora una volta, ciò ha a che fare con i movimenti del mercato, poiché quelli sotto l'incantesimo FOMO hanno paura di potenzialmente perdere l'occasione di accumulare una particolare criptovaluta in previsione del suo aumento di valore. In risposta alla FOMO, di solito questi individui iniziano ad acquistare freneticamente un determinato bene, cadendo spesso in una trappola predisposta da coloro che vogliono manipolare il mercato.

Da ciò deriva il termine opposto, "JOMO", che significa "gioia di perdere". Questo si riferisce al senso di gioia che i miscredenti nelle criptovalute possono provare a non doversi preoccupare di improvvisi cali di prezzo, truffe, furti, ecc. Queste persone a volte sono designate come "no-coiners" (non possessori di monete).

Cosa sono le "Pumps & Dumps" e come si fa a fare "Shill"?

Strettamente correlati alle pratiche di cui sopra sono i termini "shilling" e "pump & dump". Una persona si definisce "shiller" per un determinato token quando vuole generare in esso un interesse artificiale, o perché viene pagato per questo, oppure per pura convinzione errata.

Gli schemi di pump e dump seguono il modello di creazione di hype per una particolare criptovaluta, seguito dall'aumento esponenziale del loro prezzo e dall'enorme calo/crollo dei prezzi che viene subito dopo.

Cos'è la Cryptocurrency Market Cap?

La Market Cap è la "capitalizzazione di mercato", e questo termine descrive il valore totale di una particolare criptovaluta. Viene determinato moltiplicando il numero totale di token in fornitura per il prezzo individuale di un token al momento del calcolo. Siti come Coinpaprika offrono approfondimenti sui valori di capitalizzazione di mercato per varie valute.

"Going short" senza "going long"

Il trading è una considerazione importante in tutte le cose cripto e il margin trading è un termine che si riferisce ad una tattica che comporta l'overdrive quando si tratta di trading, anche mettendo in pericolo i token che possiedi. Un trader a volte usa fondi presi in prestito da un broker per impegnarsi effettivamente nel trading di criptovaluta.

Di conseguenza, "going long" (letteralmente, "andare lungo") significa che il margine di negoziazione andrà bene a condizione che i prezzi siano aumentati, mentre "going short" (letteralmente, "andare corti") si riferisce allo stesso effetto a seguito di un calo dei prezzi.

Che differenza c'è tra l'Initial Coin Offering (ICO) e l'Initial Exchange Offering (IEO)?

Mentre le ICO hanno fatto parte del gergo delle criptovalute proprio fin dall'inizio, "IEO" è un termine in gran parte nuovo e la cui differenza da una ICO va oltre un semplice cambio di lettera.

L'Initial Coin Offering si riferisce a un'istanza in cui un'istituzione, una società o un'organizzazione offre pubblicamente i suoi token per la prima volta nel tentativo di ottenere l'accesso a finanziamenti. Si trova spesso nelle fasi iniziali del progetto come mezzo per appoggiarlo su una base finanziaria stabile sin dall'inizio.

Il termine stesso è simile a quello utilizzato nel tradizionale trading di attività, come quello relativo alle azioni (initial public offering, ossia l'offerta pubblica iniziale) che le società offrono per raccogliere fondi.

D'altro canto, la IEO presenta ancora qualche somiglianza con una ICO, ma la differenza principale è la piattaforma che offre i token. Nel caso di IEO, questi token sono offerti su exchange di criptovaluta, invece di utilizzare canali diretti per raggiungere potenziali investitori.
Le ICO sono più orientate al pubblico, mentre le IEO tendono a fare appello a una cerchia ristretta di membri del partnering exchange, rendendo le ICO un'impresa generalmente un po' più rischiosa.

Altri termini popolari

Airdrop

Con un termine apparentemente più adatto ad una manovra militare, i lanci aerei hanno qualcosa a che fare con le "campagne", che però, fortunatamente, si basano sul marketing e non su aerei e pistole. Il termine si riferisce a una distribuzione di token alle persone al fine di promuoverne l'uso e la popolarità. Poiché nulla è mai completamente gratuito, la ricezione di token come parte di un airdrop di solito comporta l'obbligo di condividere report su un token online, fare riferimento a utenti e amici, ecc.

Atomic swap

Il supporto per l'atomic swap implica consentire agli utenti di scambiare direttamente una criptovaluta con un'altra, attraverso diverse blockchain o al di fuori di esse (off-chain) senza la necessità di una piattaforma centralizzata di terze parti come gli exchange di criptovaluta.

Cold storage e Hot storage

Gli archivi possono essere hot o cold, a seconda di dove si decide di riporre i token o le chiavi private. La loro memorizzazione online, ovvero su dispositivi connessi a Internet, è descritta come "hot storage". Fare lo stesso offline, di solito su wallet di carta o PC offline è noto come "cold storage". Entrambi gli approcci presentano una serie di vantaggi e punti deboli relativi alla convenienza e ai livelli di protezione associati.
 

Double spending

Double spending si riferisce a casi in cui un singolo token digitale possa essere speso in più di un'occasione contemporaneamente. Questo è un difetto potenzialmente sfruttabile in vari schemi ed ha ispirato varie misure di sicurezza messe in atto contro di esso.

Crypto Faucet

I faucet sono i sistemi di premio sotto forma di pipeline virtuali che regalano token in cambio dello svolgimento di vari compiti. Di solito sono disponibili tramite siti Web o app e fungono da strumenti promozionali per generare interesse per un token specifico.

KYC e AML

Spesso trovati nel contesto dei regolamenti crypto, questi termini in realtà provengono dal mondo legale. KYC sta per "Know Your Customer" (conoscere il tuo cliente) e si riferisce all'obbligo delle aziende, comprese quelle che lavorano con criptovalute, di verificare e convalidare l'identità dei loro clienti, che si tratti di un singolo utente o di un investitore di grandi dimensioni.

Strettamente legate alle procedure KYC sono le normative AML (Anti-Money Laundering, ossia antiriciclaggio) che stabiliscono le misure da adottare per prevenire l'uso delle criptovalute come strumento di riciclaggio di denaro per le valute legali.

Over-The-Counter (OTC)

Le transazioni over-the-counter sono quelle che si svolgono al di fuori dell'ambiente di piattaforme normali, quali sono gli exchange. Sono di natura privata e spesso realizzati attraverso canali P2P. Le transazioni OTC a volte possono far parte di operazioni losche, ma i traders spesso sono costretti ad utilizzarle quando altri canali di negoziazione sono vietati o inesistenti.