Home News

I giganti Tech sud coreani pro-cripto sono "Sei mesi avanti a Facebook"

Di Tim Alper
I giganti Tech sud coreani pro-cripto sono "Sei mesi avanti a Facebook" 101
Source: iStock/sportpoint

Un rapporto in Corea del Sud sostiene che due delle maggiori aziende IT del paese sperano che le loro attività recenti legate alla tecnologia blockchain possano aiutarle a rimanere avanti a Facebook e il suo nuovo progetto Libra – sia a livello locale che internazionale.

Fn News afferma che il Kakao Group e Naver - congiuntamente alla sua affiliata Line con sede in Giappone - hanno un enorme vantaggio su Facebook e altre imprese IT che si espandono in attività cripto/blockchain. Il rapporto afferma che Naver e Kakao stanno ora "accelerando le loro attività di blockchain attraverso le loro filiali".

I progressi, sostiene il rapporto, li mettono "almeno sei mesi avanti rispetto a Facebook", con una serie di sviluppi attesi sia da Naver che da Kakao nei giorni a venire.

La divisione blockchain di Kakao Ground X spera di svelare il mainnet per la sua piattaforma Klaytn il 27 giugno e ha già un gran numero di partner e investitori nazionali e internazionali. Come il progetto Libra di Facebook, Klaytn ha un consiglio governativo composto da "grandi aziende di tutto il mondo" - anche se l'identità della maggior parte di questi investitori deve ancora essere resa pubblica (ad eccezione del gigante dei giochi Neowiz). All'inizio di quest'anno, Ground X ha raccolto 90 milioni di dollari in un'offerta di moneta privata.

E come riportato in precedenza, Line si sta avvicinando all'apertura della tanto attesa piattaforma di scambio giapponese. Numerosi organi di informazione giapponesi hanno riferito che l'Agenzia per i servizi finanziari (FSA) sia pronta a rilasciare a Line un permesso operativo, con ulteriori notizie su questo fronte che potrebbero essere disponibili prima di questo fine settimana.

Mentre Kakao domina il mercato delle app di chat in Corea - che opera sul 93% degli smartphone del Paese - Line ha circa 80 milioni di utenti giapponesi. La società domina anche i mercati delle app di chat in molti paesi del sud-est asiatico, dove già gestisce piattaforme di scambio di criptovalute. Kakao, nel frattempo, è un cripto-proponente di lunga data e ha investito nell'operatore di Upbit, uno dei più grandi exchange cripto della Corea del Sud.

Fn News riporta che un insider anonimo del settore abbia affermato: "Ultimamente Line si è concentrato solamente sull'ottenimento di un permesso dalla FSA".

Kakao, Naver e Line gestiscono tutte le piattaforme di e-pay e si ritiene che desiderino integrare le proprie attività blockchain e/o criptovaluta di conseguenza. Kakao e Line offrono anche operazioni di e-banking e Naver ha anche recentemente lanciato la possibilità di creare una banca online.

Più Articoli