Home News

Facebook si prende i professionisti della compliance di Coinbase

Di Tim Alper
Facebook si prende i professionisti della compliance di Coinbase 101
Source: iStockPhoto/bombuscreative

Il gigante social media Facebook sembra essersi accaparrato due dei massimi esperti sulla conformità dell'exchange cripto Coinbase in preparazione, come si dice, al lancio del suo token.

Mikheil Moucharrafie, che ha trascorso quattro anni a lavorare sui problemi di conformità presso Coinbase il mese scorsoha postato sul suo LinkedIn , “Oggi vado via da Coinbase […] Farò una breve vacanza e poi passerò a un nuovo progetto (restate sintonizzati)". Da allora Moucharrafie ha aggiornato il suo profilo, elencando il suo attuale ruolo di" Compliance Officer su Facebook ".

Facebook sembra abbia assunto anche Jeff Cartwright, che ha trascorso oltre quattro anni in Coinbase, oltre ad aver collaborato con American Express, KPMG e Goldman Sachs. Sul suo profilo LinkedIn, Cartwright ora elenca il suo stato lavorativo come "Responsabile delle politiche e della conformità su Facebook".

La conformità finanziaria potrebbe essere un ostacolo chiave per il token di Facebook - se è questo che sta pianificando l'azienda - ma assumere due esperti con profonda conoscenza della legislazione finanziaria e tecnologica potrebbe aiutare l'azienda ad evitare potenziali problemi legali negli Stati Uniti.

Facebook ha aggiunto al suo team blockchain in rapida crescita esperti di fintech, di pagamenti online e di criptovalute. Molti di questi nuovi assunti sono ex staff PayPal, e – come riportato in precedenza – tra di loro c'è anche l'ex CEO di PayPal Peter Thiel.

Thiel, ora membro del consiglio di amministrazione di Facebook, ha parlato a lungo di creare un sistema di pagamenti che consenta agli utenti di "archiviare ricchezza" online, senza dover ricorrere alle valute convenzionali.

Questo mese la società ha anche ammorbidito la sua posizione sugli annunci cripto sulla sua piattaforma, poiché alcuni dei principali giornalisti tecnologici americani hanno affermato che Facebook abbia già parlato con società del calibro di Visa e Mastercard riguardo il suo nuovo token – probabilmente un progetto stablecoin, sostenuto da un "paniere di valute straniere". Facebook potrebbe cercare di lanciare il token anche nel prossimo trimestre (Q3).

Puoi leggere di più su cosa potrebbe significare il lancio di moneta Facebook per la comunità cripto internazionale here.

Nel frattempo, Coinbase ieri ha annunciato che ha esteso il trading del suo stablecoin USDC a un totale di "85 paesi", tra cui un certo numero di nazioni africane, del Medio Oriente e dell'Asia centrale.

Più Articoli