27 mag 2022 · 6 min read

NFT e la proprietà dei dati nel Metaverso

NFT
Fonte: Adobe/ArtemisDiana

 


Dato che il metaverso continua a svilupparsi, il passo successivo è che queste esperienze virtuali diventino iperreali. Ridimensionare esperienze di contenuti coinvolgenti a miliardi di persone sarà possibile solo con strumenti di intelligenza artificiale automatizzati che generano contenuti personalizzati basati direttamente sui dati biometrici del viso e della voce degli utenti, insieme agli ambienti fisici a cui tengono.

Ciò promette che tutto, dalle riunioni di lavoro ai colloqui tra genitori e insegnanti, si svolgerà in mondi virtuali fotorealistici che assomigliano esattamente alle nostre case, scuole e uffici. Noi come individui interagiamo tra loro mentre incarniamo avatar fotorealistici di noi stessi. L'idea è che il metaverso sarà ancora pieno di mondi di gioco e avatar immaginari stilizzati, ma che molte delle cose che facciamo ogni giorno su Internet saranno semplicemente più facili da replicare come esperienze virtuali iperreali nel metaverso.

Man mano che emerge un metaverso iperreale e i nostri avatar diventano copie perfette di chi siamo nella vita reale, è importante che ogni persona prenda il controllo su come e dove appariamo nei mondi virtuali. Dobbiamo anche salvaguardare la nostra identità iperreale e possedere i dati biometrici profondamente personali utilizzati dai modelli di intelligenza artificiale per costruire e animare i nostri avatar realistici.

Web1 e Web2 offrono un'esperienza Internet in lettura/scrittura. Oggi parliamo di Web3 che aggiunge un livello di proprietà incentrato sull'utente, in modo che Internet diventi lettura/scrittura/possesso.

Più realistico diventa il metaverso, più le persone normali devono considerare chi "diventiamo" in un Internet che sembra e si sente come la realtà.

Se i mondi digitali che occupiamo sembrano esattamente come sono stati ripresi con una fotocamera sul posto e sono popolati da versioni fotorealistiche di noi stessi e dei nostri cari, è ancora solo Internet? O stiamo creando un'estensione senza soluzione di continuità della realtà che ci costringe a "essere" noi stessi oltre i confini del mondo fisico? Il metaverso iperreale è più Web3.1 che Web3.0? Potrebbe lasciare il posto all'emergere di un Internet "lettura/scrittura/possesso/essere"?

I cicli di pubblicità NFT vanno e vengono, ma non c'è dubbio che gli NFT giocheranno un ruolo fondamentale nei nuovi contenuti e nelle economie digitali, in particolare quelle importanti per la Generazione Z. Vendite da record e prezzi minimi a parte, NFT e tecnologie blockchain sono elementi essenziali del stack tecnologico che consentirà alle persone normali di creare e possedere i propri avatar sintetici iperreali nel metaverso. In futuro, ogni persona avrà un NFT nel proprio wallet che si collega ai propri dati biometrici sensibili archiviati offline.

NFT saranno la base delle nostre identità virtuali

Questi NFT saranno la base delle nostre identità virtuali persistenti e accederemo a servizi ed esperienze di terze parti come "3D Immersive Zoom" e "Hyperreal Fifa 2025" utilizzando i nostri wallet, proprio come utilizziamo oggi "Accedi con Google". Questo processo consentirà agli utenti di verificare la propria identità nel mondo reale, controllare l'accesso ai propri dati biometrici e acconsentire a come vengono visualizzati nei contenuti iperreali. È un allontanamento radicale dal paradigma della proprietà dei dati di Web2.

Questo formato di controllo sulle nostre identità iperreali ci consente anche di partecipare direttamente a una nuova ondata di economie virtuali.

Ad esempio, saremo in grado di tracciare la nostra partecipazione a eventi virtuali e ricevere compensi sia per i dati che creiamo online sia per una parte delle entrate pubblicitarie o delle attivazioni del marchio che rendiamo possibili partecipando a un'esperienza metaverso. Potremo anche contribuire con i nostri set di dati personali per costruire mondi virtuali più rappresentativi e realistici. Quando diventiamo parte di un'esperienza di contenuto, è ragionevole condividere il suo vantaggio finanziario. Questo è il potere del Web3.

NFT: un nuovo modello per la proprietà dei dati

Dalla nascita di Internet, abbiamo perso il controllo dei nostri dati in due modi: gradualmente, poi improvvisamente. Per molto tempo, le uniche persone che hanno sollevato preoccupazioni sulla proprietà dei dati sono stati gli attivisti che hanno assistito con orrore alle aziende che costruivano caselli sull'autostrada dell'informazione e iniziavano a estrarre valore dai dati personali degli individui. Con l'ascesa dei social media e del Web2, è stato impossibile ignorare come la grande tecnologia abbia accumulato inimmaginabili quantità di informazioni personali spesso a nostra insaputa o senza il nostro consenso veramente informato. Chi legge davvero i termini e le condizioni?

Per molte persone, rinunciare al controllo dei propri dati è una scelta facile. I servizi e i prodotti Internet che utilizziamo ogni giorno sono infinitamente convenienti e i nostri dati personali sono il prezzo di ingresso.

Web3 offre una finestra di opportunità rivoluzionaria in cui possiamo rivendicare le nostre identità virtuali iperreali senza dover cedere i nostri dati personali a piattaforme centralizzate di terze parti.

Ci sono molte domande a cui è necessario rispondere sulla sicurezza dei dati, ad esempio la capacità di ripristinare le nostre identità se perdiamo le chiavi, ma il concetto di estendere la nostra sovranità individuale nello spazio virtuale senza essere vincolati alle aziende è un'idea potente.

Se il metaverso diventerà un'estensione senza soluzione di continuità della realtà fisica, dovremo abilitare versioni persistenti e portatili dei nostri sé virtuali. Non dobbiamo cambiare la nostra identità quando andiamo al negozio, in ufficio o alla festa di un amico nel mondo reale e dovrebbe essere lo stesso nel metaverso.

Sebbene possiamo avere più versioni del nostro avatar iperreale che ci permettono di giocare con la nostra identità, come creare versioni più giovani di noi stessi o renderci di un genere diverso, queste permutazioni creative iperreali sono tutte basate in definitiva sui dati e sull'identità del nostro mondo reale. È essenziale che i dati biometrici ad alta risoluzione su cui si basano gli avatar personali non finiscano nelle mani di ogni azienda o sviluppatore che costruisce esperienze virtuali nel metaverso.

Quando memorizziamo in modo sicuro i nostri dati personali negli NFT, siamo in grado di trasportare queste informazioni attraverso spazi virtuali nel metaverso. Allo stesso tempo, gli NFT danno all'utente il controllo completo su quando e come queste informazioni personali vengono utilizzate da terze parti. Questo ci consente di dimostrare di essere chi diciamo di essere in qualsiasi contesto senza che sia necessario rivelare prima informazioni personali sensibili.

Gli NFT iperreali collegati ai dati biometrici possono diventare una piattaforma di verifica dell'identità decentralizzata e controllata dall'utente integrata nel tessuto del metaverso.

Questa transizione verso un nuovo modello di proprietà dei dati basato su NFT è già ben avviata. Coloro che lavorano per proteggere i dati personali con gli NFT stanno tracciando il percorso verso un metaverso in cui i nostri sé virtuali hanno tutte le caratteristiche che apprezziamo nelle nostre identità in carne e ossa. I nostri sé fisici non sono fungibili e, in condizioni ideali, abbiamo il controllo dei nostri corpi e delle nostre azioni. Ora abbiamo finalmente la tecnologia per consentire alle persone normali di proteggere e controllare chi sono e cosa fanno nel metaverso.

____

Tom Graham, CEO e co-fondatore di Metaphysic, lo sviluppatore di Every Anyone, una piattaforma Web3 e una community dedicata alla creazione di un metaverso iperreale.
_______

 

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

_______
Per saperne di più: 
- Metaverse Trends in 2022: Prepare for More Gaming and New Virtual Experiences with NFTs
- How to Play Metaverse Games: A Beginner’s Guide to Decentraland

- Can You Truly Own Anything in the Metaverse? Blockchains and NFTs Don’t Protect Virtual Property
- The Metaverse Doesn’t Look as Disruptive as It Should, It Looks Ordinary

- Here is JPMorgan's 'Metaverse Strategy' Advice for Businesses
- Metaverse Offers Future Full of Potential – for Terrorists and Extremists, too