11 Oct 2022 · 1 min read

Do Kwon Sta Ancora Prelevando Terra, lo Rivelano i Dati On-Chain

Do Know
Fonte: Unsplash

Il fondatore di Terra, Do Know, ricercato dalla polizia sudcoreana, sembra che stia continuando a prelevare crypto dai suoi “wallet nascosti”. Scopri come diversificare un portafoglio crypto al meglio nel 2022

La notizia è stata condivisa dal famoso utente di twitter, FatMan, che anche in passato ha assunto un ruolo di primo piano nel denunciare le questioni riguardanti Terra. Infatti, secondo FatMan, sono già stati trasferiti importi a "sette zeri" del token LUNA a un wallet di Do Know e all’exchange di Binance, mentre è già in corso il "secondo round" di vendita del token. 

FatMan ha scritto: "Il continuo shilling su Twitter ha un motivo. Siamo già al secondo round", lasciando intendere che Do Kwon sta sfruttando i nuovi investitori per avere liquidità per se stesso.  L'affermazione di FatMan è stata confermata dai dettagli forniti da Jaewoo Cho, esperto di blockchain e professore presso l'Università Hansung della Corea del Sud, il quale ha precisato che Do Kwon ha iniziato i trasferimenti il 13 settembre di quest'anno. 

Lo scorso maggio, quando il prezzo della stablecoin algoritmica UST di Terra nel giro di una settimana è passata da 1 a 0,1 dollari, la blockchain di Terra e tutto l'ecosistema circostante hanno subito un crollo impressionante. Contemporaneamente anche il prezzo del token nativo di Terra LUNA è crollato, passando in soli quattro giorni da 65 dollari a 0,005 dollari.  In passato FatMan aveva chiesto pubblicamente a Do Kwon di "farsi avanti e affrontare i mandati di arresto e i processi". 

Il prezzo di LUNA 

Lunedì sera il prezzo di LUNA, noto anche come LUNA 2.0, è sceso, anche se non è chiaro se il calo sia dovuto alle affermazioni relative a Do Kwon. Al momento della scrittura di martedì, il token LUNA è sceso nelle ultime 24 ore poco più del 5%, scambiando a 2,42 dollari. 

LUNA
LUNA negli ultimi 14 giorni. Fonte: CoinGecko

Investi su TAMA

Investi su TAMA con OKX DEX

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.