VanEck abbassa le commissioni sul suo ETF spot di Bitcoin

Laura Di Maria
| 3 min read

La competizione per la leadership del settore degli ETF spot di Bitcoin si fa sempre più agguerrita e VanEck ha optato per un nuovo taglio sulle commissioni applicato alle quote del fondo.

Il valore delle commissioni applicate sui titoli dell’ETF HODL del VanEck Bitcoin Trust, passano dallo 0,25% allo 0,20%. La conferma è stata data la scorsa settimana tramite comunicazione ufficiale alla Securities and Exchange Commission.

La battaglia per il predominio nel settore degli ETF di Bitcoin


Attualmente sono poco meno di una dozzina gli ETF spot di Bitcoin quotati sul mercato USA che competono per attirare l’attenzione degli investitori in un mercato sovraccarico.

VanEck ha presentato la sua comunicazione ufficiale alla SEC che rende ufficiale il passaggio delle commissioni del suo Bitcoin Trust Hodl dallo 0,25% allo 0,20%.

Gli altri emittenti stanno attuando una politica al ribasso molto agguerrita. BlackRock ha fissato le commissioni sul proprio ETF iShares allo 0,12% per i primi 12 mesi o fino ai primi 5 miliardi di dollari di asset in gestione, poi prevede di passare allo 0,25%.

Altri emittenti, come ARK Invest, applicano lo 0,21% e Bitwise lo 0,20%.

Gli ETF Spot di Bitcoin si sono confermati come un prodotto che piace agli investitori tradizionali. Il loro vantaggio sta nel semplificare problemi noti come la custodia e la forte presenza di truffatori.

Aurelie Barthere, Principal Research Analyst presso Nansen, ha dato la sua interpretazione della politica al ribasso delle commissioni in una recente intervista ai nostri colleghi americani di Cryptonews.com. L’analista ritiene che le commissioni più basse saranno in grado di attirare maggiori afflussi di capitale già nel breve termine.

A determinare vincitori e perdenti in questa gara a chi riesce a fare incetta di capitali, secondo Barthere giocheranno un ruolo chiave fattori quali reputazione, dimensioni, impatto attuale e commissioni di gestione:

“Reputazione/dimensioni/impatto attuale + commissioni di gestione porteranno probabilmente alcuni leader a dominare il mercato.”

ETF Spot di Bitcoin di BlackRock è enorme


Stando alle dichiarazioni ufficiali rese pubbliche il 13 febbraio da BlackRock, l’ETF ha accumulato oltre 100.000 Bitcoin, per l’esattezza, l’iShares Bitcoin Trust (IBIT) di BlackRock detiene nel suo portafoglio la cifra astronomica di 105.280,3 BTC. Un bottino che vale oltre 5,4 miliardi di dollari al cambio attuale.

Il valore dell’ETF IBIT comprende anche una quota minima di valuta corrente per 80.698,75$. Invece le azioni sull’ETF finora vincolate sono oltre 167,24 milioni.

Che novità ci sono sull’ETF spot di Ethereum


La scorsa settimana, la società di investimento Franklin Templeton ha presentato alla SEC richiesta per l’approvazione di un ETF spot associato a Ethereum. Coinbase Custody è stato indicato come ente di custodia degli ETH, mentre spetterebbe a Bank of New York Mellon il deposito per la liquidità, il ruolo di amministratore e intermediario per i trasferimenti in favore dell’ETF spot di Ethereum di Franklin Templeton.

Franklin Templeton è l’ultimo di una lunga lista di gestori che hanno fatto domanda per l’approvazione di un ETF spot di ETH. L’elenco comprende BlackRock, Fidelity, Grayscale, VanEck, Invesco, Galaxy e Ark Invests e 21Shares di Cathy Wood.

Il rally di Bitcoin non sembra destinato a frenare


Oggi Bitcoin è scambiato oltre 52.000$ e non accenna a perdere lo slancio iniziato lo scorso venerdì quando ha toccato per la prima volta questo obiettivo di prezzo. Potrebbe trattarsi della consueta risposta dei prezzi che registrano un rally con l’avvicinarsi della data prevista per l’halving.

Ne è convinto l’analista Jag Kooner, responsabile dei derivati di Bitfinex, il quale crede che l’attuale fase di mercato si possa attribuire a questo tipo di incremento che di solito inizia otto settimane prima dell’halving.

Bitcoin Minetrix supera il traguardo dei 10 milioni di dollari


Il nuovo token Bitcoin Minetrix (BTCMTX), la piattaforma stake-to-mine basata su Ethereum, potrebbe essere una buona occasione per capitalizzare l’entusiasmo e i movimenti di prezzo associati all’halving.

Ecco cosa suscita tanto interesse da parte degli investitori in Bitcoin Minetrix:

  • Si impegna a trasformare il mining di Bitcoin facilitandone la partecipazione grazie allo staking di token BTCMTX.
  • Il processo è semplice: lo staking di BTCMTX produce crediti di mining, che si possono riscattare in cambio di hashpower.
  • I partecipanti non solo ottengono una quota dei Bitcoin estratti, ma ricevono anche ricompense di staking sotto forma di nuovi token BTCMTX.
  • Ha un approccio user-friendly per attirare una considerevole base di utenti alla ricerca di opportunità di mining redditizie.

Attualmente, i token BTCMTX hanno un prezzo di 0,0134$, comprarli è semplice, basta visitare il sito ufficiale di Bitcoin Minetrix, collegare un wallet crypto e acquistare i token.

Gli investitori hanno una tempo limitato prima dell’aumento dei prezzi. Finora sono stati raccolti 10.666.913,07$ mentre si avvicina rapido l’obiettivo finale di raccolta 11.556.753$.

Le criptovalute sono altamente volatili e non regolamentate. Nessuna tutela del consumatore. Potrebbe essere applicata una tassa sugli utili.
___

Leggi anche: