Il team del wallet Block di Bitcoin svela i suoi piani

Wallet
Fonte: AdobeStock / vania_zhukevych

 

Block, la società di pagamento di Jack Dorsey, fondatore di Twitter, ha condiviso maggiori dettagli sul suo wallet precedentemente annunciato, concentrandosi sui piani per combinare sicurezza e facilità d'uso/accesso al fine di creare una base di clienti più ampia e meno "titubante".

Poco più di un anno fa, nel luglio 2021, la società, all'epoca chiamata Square, confermò che mirava a costruire un primo wallet hardware per bitcoin (BTC) "per rendere la custodia di bitcoin più mainstream". Dorsey aveva rivelato che Square aveva preso in considerazione la possibilità di creare un wallet hardware per BTC un mese prima.

"Uno dei lavori più importanti che ha un wallet di bitcoin è mantenere i tuoi soldi al sicuro anche quando qualcosa va storto", ha twittato Max Guise, un membro del team che lavora al wallet.

Guise ha affermato che è fondamentale che le persone siano in grado di sapere che possono accedere ai propri asset in ogni momento per "fare il salto verso il self-custody". Il post sul blog del team ha spiegato che la paura di commettere un errore durante l'utilizzo dei wallet self-custody è ciò che rende le persone riluttanti a usarli e li mantiene su piattaforme di custodia.

Il secondo aspetto fondamentale è tenere tutti gli altri tranne il proprietario fuori dal wallet – il problema qui è che,

"Qualsiasi protezione aggiuntiva per tenere fuori gli hacker aggiunge il rischio che possa anche inciampare il proprietario e qualsiasi nuovo backup o modo alternativo di accedere crea una nuova potenziale falla nella sicurezza".

Quello che deve essere fatto, sostiene la squadra, è

"Dobbiamo creare esperienze di recupero indulgenti che diano la priorità a percorsi più semplici per rimettere in sesto i clienti quando qualcosa va storto, con una maggiore tolleranza per i semplici errori e senza una curva di apprendimento ripida".

Block: novità sul wallet hardware per Bitcoin

Invece di gestire diversi prodotti che servono a scopi diversi e che danno priorità alla sicurezza o alla facilità d'uso, il team di Block Wallet afferma di voler "costruire qualcosa che includa pratiche di sicurezza meno onerose, esperienze di ripristino più tolleranti e che possa essere utilizzato per spesa facile e risparmio sicuro, tutto in un unico strumento” – e “pensano che possiamo farlo con un design “multisig” 2 su 3”.

Secondo questo costrutto, il wallet sarebbe composto da tre parti:

  • un'app mobile,
  • un dispositivo hardware specializzato,
  • e il server back-end di Blok.

Ciascuno controllerebbe 1 chiave su 3 e tutte le transazioni richiederebbero l'approvazione di almeno 2 di esse. Il cliente controlla due di queste chiavi utilizzando l'App e l'Hardware, mentre Block gestisce la chiave del Server "per suo conto".

Block
Fonte: Max Guise / Twitter

Il team ha inoltre stilato un elenco di ciò che stanno cercando di evitare, per semplificare l'uso del wallet e aumentare la sicurezza, tra cui:

  • materiale di backup plaintext (seed phrase),
  • memorizzazione password,
  • un'intensa verifica dell'identità attraverso la condivisione di un'ampia documentazione di identità.

Guise ha chiesto: “Fare affidamento su una cerchia di persone di cui ti fidi può essere un potente ripiego per un self-custody più sicuro. Un modo per consentire agli altri di aiutarti a riprendere il controllo, senza avere accesso diretto al denaro. Come ti sentiresti se affidassi alle persone a te vicine di proteggere i tuoi asset?", aggiungendo che "agire come un contatto di emergenza potrebbe essere semplice come condividere un numero di telefono".

Obiettivi per il wallet Block

Pertanto, tra gli obiettivi che la squadra si è prefissata per il wallet, hanno nominato:

  • la possibilità di abilitare il Social Recovery – scegliendo un insieme di contatti personali che possono aiutare a riprendersi da una situazione, anche se sia l'App che l'Hardware vengono persi;
  • stabilire limiti per quanto denaro può essere spostato solo con l'App, mentre spostare il resto richiederebbe l'approvazione dell'Hardware;
  • configurazione di base e non c'è bisogno di ricordare nuove frasi.

Infine, il team sostiene che deve esistere un modo migliore, più veloce e più affidabile per notificare agli utenti determinati eventi e problemi.

Il post diceva: "Tutto qui è ancora in fase di sviluppo e aperto al cambiamento", ma ora il team è alla ricerca di feedback su queste idee.

Jesse Dorogusker, Hardware Lead presso Block, ha scritto lo scorso luglio:

"Abbiamo molte domande e problemi da conciliare e inizieremo con questa direzione del prodotto: bitcoin in primo luogo, distribuzione globale, multisig per ottenere " il self-custody assistito" e dare priorità all'uso dei dispositivi mobili".

Dorsey ha anche affermato all'epoca che intendono integrare il proprio wallet con gli smartphone e il codice per il wallet sarà open source, mentre stavano anche esaminando una funzionalità che consentirebbe agli utenti di investire automaticamente in BTC.

____

Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

- Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

- Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

- Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

______

Per saperne di più:
- Square per entra nel mercato dell'hardware cripto con il primo portafoglio Bitcoin
- Twitter's Bluesky Finds New Lead, Square Building the Bitcoin Wallet Team
- Un uomo finanzia l'hub crypto di Newport con i BTC perduti
- Trezor ha riscontrato maggiore interesse nel Self-custody
- Tendenze del wallet crypto nel 2022
- Solana incolpa Slope Wallet per l'hack