Home News

Il mondo cripto si prepara per il grande colpo di regolamentazione

Di Sead Fadilpašić
Il mondo cripto si prepara per il grande colpo di regolamentazione 101
Source: iStock/ChristianChan

Mentre il Financial Action Task Force (FATF) si sta preparando a presentare una nota il 21 giugno, spiegando a tutti i membri di questo sforzo intergovernativo sul come sorvegliare i beni virtuali, il mondo cripto si sta compattando per le possibili conseguenze.

Come promemoria, FATF vuole che tutte le aziende che lavorano con le criptovalute, inclusi hedge fund, exchange, servizi di custodia, ecc., raccolgano dati sui loro clienti che fanno transazioni di oltre 1.000 dollari o 1.000 euro, nonché i dati sui destinatari delle risorse, e quindi inviare al fornitore di servizi del destinatario tutte le informazioni con ciascuna transazione.

Secondo un rapporto di Bloomberg, questo è ciò che l'industria si aspetta e come sta rispondendo:

  • Una manciata di exchange internazionali di criptovalute stanno discutendo su come impostare un tale sistema che aiuti a seguire le nuove regole.
  • La conformità sarà costosa e tecnicamente difficile e uno exchange non ha modo di sapere chi sia il destinatario dei fondi.
  • Non esiste una soluzione tecnologica che consenta agli exchange di conformarsi pienamente.
  • Alcune aziende non conformi potrebbero perdere le licenze di trasmettitore di denaro e potrebbero essere chiuse, mentre quelle legittime potrebbero comunque riuscire a farcela.
  • Gli exchange potrebbero perdere clienti poiché alcuni di loro potrebbero iniziare a negoziare direttamente con altri, il che comporterebbe una minore trasparenza per le forze dell'ordine.
  • Se un paese non rispetta le regole del GAFI e viene inserito nella sua lista nera, può essenzialmente perdere l'accesso al sistema finanziario globale.
  • Ritardi di negoziazione o costi aggiuntivi di transazione a seguito della conformità con il GAFI potrebbero incidere sui rendimenti dei fondi cripto.
  • Tuttavia, una maggiore supervisione potrebbe anche portare ad un'accettazione maggiore delle cripto da parte delle istituzioni.
  • I regolatori molto probabilmente capiranno che l'arrivo di nuovi processi e tecnologie per rispettare le regole richiederà del tempo.

"La loro [FATF] raccomandazione potrebbe avere un impatto molto più grande di quello che la SEC o qualsiasi altro regolatore abbia avuto fino ad oggi", Eric Turner, direttore del fornitore di dati di mercato cripto Messari Inc., è citato nel rapporto.

Come la FATF ha precedentemente detto a Cryptonews.com, queste nuove raccomandazioni saranno ancora discusse nella prossima sessione plenaria di giugno 2019, i cui risultati saranno pubblicati sul loro sito web venerdì 21 giugno.

Inoltre, pochi giorni fa, i ministri delle finanze e i capi delle banche centrali delle principali economie del Gruppo dei 20 (G20)hanno mostrato il loro supporto alle misure "draconiane" suggerite dal GAFI.

Il GAFI (FATF) è un organismo multi-governativo con 38 membri e vari osservatori, fondato nel 1989 dai ministri delle sue giurisdizioni membri, con una serie di misure dettagliate per combattere il riciclaggio di denaro, il finanziamento del terrorismo e la proliferazione delle armi di distruzione di massa. Le raccomandazioni del GAFI sono seguite da duecento paesi.

Più Articoli