Telegram potrebbe lanciare un mercato basato su Toncoin

Pavel Durov
Pavel Durov. Fonte: uno screenshot del video, DW Shift / YouTube

 

Pavel Durov, la mente dietro l’app di chat e la piattaforma di messaggistica di Telegram, ha suggerito che Telegram potrebbe un giorno lanciare un mercato basato sulla tecnologia blockchain per nomi utente, emoji e altri asset basati su app. Durov ha anche elogiato gli sforzi della rete TON, un progetto blockchain costruito sulle rovine della sua stessa visione di stablecoin globale.

In un post sul suo canale Telegram, Durov ha scritto che un tale mercato assicurerebbe che la proprietà del nome utente fosse “protetta sulla blockchain” tramite “smart contract simili a token non fungibili (NFT)”.

Durov ha spiegato,

“Oltre a milioni di accattivanti indirizzi t.me come @storm o @royal, tutti i nomi utente di quattro lettere potrebbero essere messi in vendita (@bank, @club, @game, @gift ecc.).”

Ha affermato che “altri elementi dell’ecosistema Telegram, inclusi canali, adesivi o emoji”, potrebbero “in seguito diventare anche parte di questo mercato”.

“TON ha probabilmente la migliore tecnologia “

Sebbene non si sia impegnato in nulla e abbia mantenuto un tono ipotetico per tutto il tempo, Durov ha suggerito che TON e il suo token toncoin (TON) nativo potrebbero rivelarsi la migliore scelta di rete e valuta per un tale mercato.

Durov ha scritto:

“Quando si tratta di scalabilità e velocità, TON ha probabilmente la migliore tecnologia per ospitare tali vendite decentralizzate. Il nostro team può scrivere smart contract per TON (dal momento che siamo stati noi a inventare il suo linguaggio per contratti intelligenti). Quindi siamo propensi a provare TON come blockchain sottostante per il nostro mercato futuro”.

Pavel Durov vuole aggiungere il Web3 su Telegram

Ha inoltre affermato:

“Vediamo se possiamo aggiungere un po’ di Web3 a Telegram nelle prossime settimane”.

Sebbene TON condivida lo stesso acronimo del progetto originale di Durov – che è stato fatto fallire all’undicesima ora dalle autorità di regolamentazione americane nel 2020 – non sta più per Telegram Open Network.

Invece, è stato ribattezzato dagli sviluppatori separatisti che hanno riproposto il progetto e ora lo chiamano “The Open Network”. Al posto di gram, la moneta nativa prevista del progetto TON di Telegram, viene utilizzato Toncoin.

Inizialmente, Durov era sprezzante nei confronti del progetto e ha avvertito i follower che non era in alcun modo associato a Telegram. Negli ultimi mesi, a quanto pare, è diventato una sorta di convertito.

Una recente asta TON per nomi di dominio e wallet ha visto una serie di nomi utente Telegram vendere fino a 260.000 USD ciascuno.

Durov ha scritto di essere rimasto “veramente colpito dal successo” dell’asta e ha chiesto ai suoi follower di “immaginare quanto successo potrebbe avere Telegram, con i suoi 700 milioni di utenti” se dovesse “mettere nomi utente riservati, collegamenti a gruppi e canali” per asta.

Durov è conosciuto come il russo Mark Zuckerberg, anche se non vive più nel paese e l’anno scorso gli è stata concessa la cittadinanza francese e quella degli Emirati Arabi Uniti. Ha fondato l’impero tecnologico ora noto come VK (aka VKontakte) nel 2006, prima di lasciare l’azienda e lanciare Telegram.

____


Seguici sui nostri canali social: 

Telegram: https://t.me/ItaliaCryptonews

Twitter: https://twitter.com/cryptonews_IT
 _______

Clicca sui nostri link di affiliazione:

– Per acquistare le tue criptovalute su PrimeXBT, la piattaforma di trading di nuova generazione

– Per proteggere le tue criptovalute su portafogli come Ledger e Trezor

– Per effettuare transazioni in modo anonimo con NordVPN

______

Per saperne di più:
Il progetto TON potrebbe tornare da Telegram dopo tutto
Investors Say Lawsuits May Follow as Telegram Boss Concedes TON Defeat

Telegram Forced to Monetize – and the American SEC May Be to Blame
Sell Telegram to Pay off Failed ICO Debts, Demand Angry Investors

Gli sviluppatori vogliono alle comunità Web3
Il Web 3.0 è in arrivo e le criptovalute saranno essenziali