. 2 min read

Questa musicista guadagna più soldi dagli NFT che dalla musica!

La musicista canadese Grimes, conosciuta anche come Claire Elise Boucher, ha dichiarato di aver guadagnato quasi 6 milioni di dollari grazie alla sua collezione di opere d’arte digitali certificate blockchain, ovvero gli NFT.

Tale cifra ha superato di gran lunga le entrate che ha ottenuto lungo l’intera sua carriera musicale, mettendo in evidenza l’ascesa degli NFT come veicolo per profitti significativi.

Il trionfo finanziario è iniziato grazie al lancio della collezione “War Nymph” tramite la piattaforma Nifty Gateway nel 2021. Questa raccolta di opere d’arte digitali è stata accompagnata da un notevole interesse da parte del pubblico con alcune vendite particolarmente remunerative.

L’NFT di maggior successo è stato quello che conteneva il video musicale esclusivo, ceduto a un prezzo di quasi 400.000 dollari. Questo trionfo ha avuto un impatto significativo sulla vita di Grimes, non solo dal punto di vista economico ma anche personale.

Tuttavia, nonostante il successo ottenuto, Grimes ha espresso una sorta di rammarico riguardo al modo in cui le criptovalute e i NFT siano stati inquinati dall’avidità.

Ha dichiarato che queste tecnologie sono state oggetto di speculazione eccessiva da parte di alcune parti interessate, un fenomeno che ha portato all’attuale fase di contrazione del mercato NFT, caratterizzata da scambi ridotti e prezzi in calo.

Una visione ottimista sugli NFT

Nonostante le sfide attuali, la visione di Grimes è intrisa di ottimismo, non solo nei confronti degli NFT, ma anche della filosofia che anima il Web3. Oltre a esplorare le opportunità delle opere d’arte digitali certificate blockchain, l’artista canadese è affascinata dal suo potenziale.

Questo è stato evidenziato durante il Summit Avalanche, tenutosi in Spagna nel marzo 2022, dove Grimes ha condiviso i suoi piani per la creazione di un libro per bambini sul metaverso, supportato dalla piattaforma di intelligenza artificiale Web3 OP3N e dal fondo di sviluppo di 100 milioni di dollari fornito da Avalanche.

La storia personale di Grimes all’interno dell’ecosistema delle NFT rappresenta un caso di successo, ma va notato che il settore nel suo complesso ha attraversato un periodo di turbolenza.

Il crollo del mercato NFT, con volumi di scambio in calo e prezzi in diminuzione, ha rappresentato una sfida sia per gli investitori sia per gli artisti. I conflitti tra i Marketplace di NFT e i creatori di opere d’arte digitali a causa di controversie legate alle royalties, hanno contribuito a rendere la situazione ancora più complessa.

In sintesi, il settore delle NFT sta affrontando un periodo di transizione dopo una fase di crescita esplosiva. Sebbene le sfide attuali pongano delle domande sulla sostenibilità a lungo termine, artisti come Grimes dimostrano che esistono ancora opportunità e potenzialità significative all’interno di questo ambito.

L’evoluzione delle NFT e la ricerca di soluzioni innovative per superare le sfide attuali confermano che questo settore rimane un terreno di interesse e sperimentazione per chiunque sia coinvolto nel mondo dell’arte digitale e delle tecnologie emergenti.

Segui Cryptonews Italia sui canali Social

   

Articoli consigliati