Home In EsclusivaSondaggio

Come funzionano le truffe nelle criptovalute

Di Nir KshetriUniversity of North Carolina – Greensboro
File 20190509 183112 75zv1.jpg?ixlib=rb 1.1
Non fare la fine di questa persona. fizkes/Shutterstock.com

Milioni di investitori in criptovalute sono stati truffati per una enorme massa totale di denaro. Nel 2018, le perdite dovute a crimini legati alle cripto ammontano a 1.7 miliardi di dollari. I criminali usano sia tattiche vecchio stile che nuove tecnologie per truffare le vittime imbrigliandole in schemi basati su valute digitali scambiate attraverso database online chiamati blockchain.

From researching blockchain, cryptocurrency and cybercrime, Posso vedere che alcuni truffatori di criptovaluta utilizzano strutture di Ponzi provate e vere che utilizzano i guadagni provenienti dai nuovi partecipanti per pagare i rendimenti agli investitori precedenti.

Altri utilizzano processi altamente automatizzati e sofisticati, incluso il software automatizzato che interagisce con Telegram, un sistema di messaggistica istantanea basato molto popolare tra gli appassionati di criptovalute. Anche quando il progetto di una criptovaluta è legittimo, i truffatori possono ancora manipolarne il prezzo sui mercati.

Tuttavia, sorge una domanda ancora più basilare: innanzitutto, in che modo gli investitori ignari vengono attratti nelle frodi cripto?

Truffatori che parlano veloce

Alcuni truffatori di criptovalute si appellano all'avidità della gente, promettendo grandi rendimenti. Ad esempio, un gruppo di imprenditori sconosciuti gestisce il bot truffa iCenter, che è uno schema Ponzi per Bitcoin e Litecoin. Non fornisce informazioni sulle strategie di investimento, ma in qualche modo promette agli investitori un ritorno giornaliero del 1.2%.

Lo schema di iCenter funziona attraverso una chat di gruppo su Telegram. Inizia con un piccolo gruppo di truffatori che fa parte della truffa. Ricevono un codice di riferimento che condividono con altri, nei blog e sui social media, sperando di farli entrare nella chat. Una volta lì, i nuovi arrivati vedono messaggi incoraggianti ed eccitanti dai truffatori originali. Alcuni nuovi arrivati decidono di investire, a quel punto gli viene assegnato un singolo portafoglio bitcoin, nel quale possono depositare i bitcoin. Concordano di aspettare un periodo di tempo - cha va dai 99 ai 120 giorni - per ricevere un ritorno significativo.

Durante quel periodo, i nuovi arrivati utilizzano i social media per condividere i propri referral codes con amici e contatti, portando più persone nella chat di gruppo e nello schema di investimento. Non esiste alcun investimento effettivo dei fondi in alcuna attività legittima. Invece, quando nuove persone si uniscono, la persona che le ha reclutate ottiene una percentuale dei nuovi fondi, e il ciclo continua, pagando i partecipanti precedenti ad ogni ondata di nuovi investitori.

Alcuni membri lavorano molto duramente per portare dentro nuovi fondi, postano video tutorial e foto di se stessi che contengono ingenti somme di denaro per motivarli ad unirsi alla truffa.

Bugie ed ancora bugie

Alcuni truffatori cercano l'inganno. I fondatori della truffa OneCoin hanno derubato gli investori per $3.8 miliardi convincendo le persone che la loro inesistente criptovaluta fosse reale.

Altre truffe si basano sullo stupire le potenziali vittime con gergo tecnico o pretese di conoscenze specialistiche. I truffatori di Global Trading affermavano di approfittare delle differenze di prezzo tra i vari exchange per trarre profitto da quello che si chiama arbitraggio – semplicemente comprando a meno e vendendo più caro. Nei fatti, si sono solo presi i soldi degli investitori.

Anche Global Trading ha usato un bot su Telegram – gli investitori potevano inviare un messaggio di richiesta del saldo ericevendo una risposta con informazioni false riguardo quanto fosse presente nel loro conto, a volte addirittura vedendo il saldo crescere del 1% in un ora. Con rendimenti così, chi potrebbe biasimare le persone per avercondiviso questo schema con i loro amici e parenti sui social media?

Sfruttare amici e parenti

Una volta che uno schema è iniziato, rimane vivo - almeno per un pò - attraverso i social media. Una persona viene catturata dalla promessa di grandi rendimenti sugli investimenti in criptovaluta e ne parla con amici e parenti.

A volte è stato coinvolto qualche grosso nome. Ad esempio, il personaggio dietro GainBitcoin ed altre note truffe in India ha convinto un certo numero di star di Bollywood a promuovere il suo libro, “Cryptocurrency for Beginners”. Si è anche offerto un pò di celebrità, autoproclamandosi un “guru delle cryptovalute,” poiché conduceva sforzi che costavano agli investitori tra 769 milioni e 2 miliardi di dollari.

Non tutte le celebrità sanno di essere coinvolte. In un post sul blog, iCenter presentava un video che si presumeva essere un endorsement da Dwayne “The Rock” Johnson, con un cartello con il logo di iCenter. Anche dei video di Justin Timberlake e Christopher Walken sono stati modificati in modo ingannevole, in modo da far sembrare che lodassero iCenter.

Dwayne ‘The Rock’ Johnson does not actually endorse this cryptocurrency scam.

ICO fraudolente

Molte ICO si sono rivelate delle truffe, con gli organizzatori impegnati in trame astute, persino affittando uffici finti e creando materiali di marketing dall'aspetto fantasioso. Nel 2017, l'enorme hype e la copertura dei media sulle criptovalute hanno alimentato un'enorme ondata di frodi con le ICO. Nel 2018, gli sforzi di circa 1,000 ICO si sono frantumati, costando ai sostenitori almeno 100 milioni di dollari. Molti di questi progetti non avevano idee originali – più del 15% di essi aveva copiato idee da altri tentativi di criptovaluta, o persino plagiato la documentazione a supporto del progetto.

Gli investitori alla ricerca di guadagni in un nuovo settore tecnologico sono ancora interessati a blockchain e criptovalute, ma devono fare attenzione perché si tratta di sistemi complessi, nuovi anche per coloro che li stanno vendendo. Sia nuovi arrivati che persone abbastanza esperte sono state allo stesso modo vittime di truffe.

In un mondo come l'attuale mercato delle criptovalute, i potenziali investitori dovrebbero essere molto meticolosi nel ricercare in cosa investono i loro soldi ed essere certi di aver capito chi è coinvolto nei progetti e quale sia il vero piano per fare soldi veri - senza frodare gli altri.The Conversation

Nir Kshetri, Professor of Management, University of North Carolina – Greensboro

Questo articolo è stato riportato da The Conversation sotto licenza della Creative Commons. Leggi qui l'articolo originale.

Più Articoli